market-timing-trading

Che tu faccia trading o investa questi quattro errori sono da evitare

Quattro errori si frappongono tra te e l’investimento di successo.

Sia che tu faccia trading sia che investa, ecco ciò cui dovrai prestare attenzione

Market timing, home country bias,  buy and hold, gestione discrezionale sono quattro errori comuni commessi dalla maggior parte delle persone che scelgono di investire in borsa.

Sia che si tratti di trading sia di investimento di lungo periodo. In questo post imparerai ad evitare queste trappole insidiose, mentre nel prossimo scoprirai gli antidoti corrispondenti.

Market Timing

Uno degli ostacoli che ti impediscono di diventare un investitore migliore è la volontà di prevedere il futuro andamento dei mercati. Sovente investire in borsa è sinonimo i market timking, ossia dell’individuazione del momento “giusto” per comprare o vendere.
Il sogno proibito di chi fa trading (e non solo), è quello di vendere ai massimi livelli di prezzo e comprare ai minimi.
C’è chi riesce? Sì, ma è bene che tu sappia una cosa importante.

Individuare il market timing giusto non solo è difficile, ma è un’attività a forte componente casuale.Potresti, ad esempio, centrare un punto di massimo e vendere tutto prima di un ribasso. Oppure comprare proprio in corrispondenza del minimo.

Ottimo market timing. Ma la domanda è: “riesci a centrare in modo ripetuto i punti di minimo e massimo o hai avuto fortuna”? Se sei onesto probabilmente ti renderai conto che prevedere il futuro andamento dei mercati finanziari è davvero difficile.

Ecco perchè la maggior parte delle persone che sceglie di investire in borsa basandosi sulle previsioni (proprie o quelle degli esperti) finisce con il subire grossi danni. E finisce con il rinunciare a qualsiasi forma di investimento in azioni “a prescindere” perdendo in tale modo i guadagni potenziali che potrebbe ottenere.

Sono certo che conosci una persona che si è trovata in questa situazione. Il market timing è un’atttività insidiosa, spesso “divinatoria” paragonabile agli oroscopi.
Certo, l’idea di ottenere guadagni prevedendo il futuro andamento della borsa è affascinante, ma non conosco nessuno che riesca in questa attività in modo continuativo.

Ecco perché ti sconsiglio di fare market timing se vuoi ottenere risultati soddisfacenti e duraturi dai tuoi investimenti.

Home Country Bias

Esaminando i portafogli dei miei clienti ho notato che molto spesso essi credono di aver diversificato, mentre in realtà sono soggetti a rischi molto forti di cui non sono consapevoli. In ambito azionario questo fenomeno si estrinseca con un nome difficile: home countri bias, ovvero distorsione da Paese di appartenenza. Non preoccuparti: si tratta solo dell’abitudine degli investitori (e di chi fa trading) di concentrare il proprio investimento in titoli del Paese di residenza.

Noi italiani crediamo di diversificare solo perché abbiamo in portafoglio tre o quattro titoli (o nche di più), ma tutti quotati alla Borsa di Milano.
Studi accreditati dimostrano che una diversificazione, per essere efficace, deve basarsi su una rosa di titoli compresi tr i 13 e i 20. oppure puoi utilizzare un ETF, come da tempo sostengo, ma la cosa fondamentale è un’altra.

Il tuo investimento dovrà essere diversificato anche all’estero. E la cosa non riguarda solo chi ha scelto le obbligazioni estere per fronteggiare la paura di un default dell’Italia. Anche se fai trading o se hai in programma di investire in borsa, è bene che tu riduca il peso delle azioni italiane in portafoglio.

Mentre ha senso investire con fiducia nei titoli di stato italiani (l’estate non ha cambiato la mia opinione sul fatto che i BTP et simili non andranno in default), lo stesso non può dirsi per il mercato azionario.

Buy and hold

Conosci già questa strategia, perché è quella che da tempo la tua banca ti propone. Compra delle azioni e conservale per il lungo periodo. Questa, insieme con il market timing, è uno degli errori più insidiosi che tu possa commettere.

Alcuni hanno modificato la locuzione buy and hold (compra e tieni) con buy and hope, ossia compra e spera. Questo perché non c’è nessuna garanzia che nel lungo periodo investire in borsa dia risultati soddisfacenti.

Attento!! Non ho detto che non convenga investire in borsa. Ho solo detto che non sempre le azioni pagano l’investitore nel lungo periodo. Comprendo la tua domanda. Mi stai chiedendo se allora è possibile investire in borsa con successo anche nel breve periodo. La risposta è affermativa, come scoprirai tra poco.

Il corollario del buy and hold è la perseveranza a mantenere posizioni in perdita nella speranza che prima o poi tu riesca a recuperare almeno il capitale investito.
Conosco un uomo che aveva 50 anni quando acquistò le azioni Tiscali ai tempi del boom della New Economy. Ora è inprocinto di andare in pensione ma il suo investimento è ben lungi dal rivedere il valore di partenza.

Ecco cosa accade se mixi un pessimo market timing con un masochistico buy and hold.

La gestione discrezionale

Immagina di aver investito in modo saggio il tuo capitale. E di aver guadagnato. Ora la domanda che ovresti porti è: saresti in grado di ripetere la performance? Sia che tu faccia trading sia che investa il frutto delle tue fatiche in modo prudente, è importantissimo che sia in grado di determinare che cosa ha prodotto un certo risultato.

Se hai avuto un guadagno grazie al tuo intuito e se questo, per un motivo o per un altro dovesse fallire che cosa accadrebbe ai tuoi soldi? se non ti sei mai postosimili domande, per favore, fallo ora. Il tuo futuro di investitore di successo dipende molto dalla risposta che darai.

Non nascondo di essere un fanatico del metodo. Il vantaggio di utilizzare una procedura metodologica consiste nella ripetitività dei risultati. E’ semplice. Se voglio riottenere gli stessi risultati avuti in passato non devo fare altro che riapplicare il metodo che li ha generati. Tutto qui.

Nel prossimo post vedrai, invece, le quattro caratteristiche dell’investitore di successo. Se nel frattempo vuoi disporre di un metodo testato, affidabile e completo, per investire i tuoi risparmi a 360 gradi (non solo in borsa ma in modo sicuro anche in ambito obbligazionario), potrai soddisfare la tua curiosità qui.

Alla prossima e buon investimento!!

Share this

Comments

  • moon walker

    Caro Giacomo, investire in titoli che investono fuori dall’euro (per esempio in America) ma che hanno valuta in euro, quali rischi comportano?

    Grazie per i tuoi utilissimi consigli!!!!

    • Giacomo

      @ Moon Walket
      Gli stessi rischi di un titolo in euro:
      - rischio emittente
      - rischio di tasso
      - rischio di liquidità

      Ovviamente essendo in euro non c’è il rischio cambio. Se si tratta di un fondo, invece, è indispensabile che sia “hedged” e non solo denominato in euro per evitare il rischio di cambio.

  • Laura

    ciao Giacomo, sono finita sulla giostra di Seat Pagine Gialle.:-( :-( :-(

    Sono a -20% in due giorni e misà che non è finita…..

    Ti va di dare un’occhiata al titolo, quando hai tempo ovviamente ,e dirmi che te ne pare?

    • Giacomo

      @ Laura
      Proprio oggi il titolo è in gran spolvero :)
      E’ difficile fare previsioni su un titolo che ha avuto alti e bassi notevoli, fin dai tempi della bolla dei “mitici” TMT nei primi anni 2000…
      Per ora aspetta dato che tutto il mercato sta salendo, ma ricorda di inserire uno stop loss e di vendere se il titolo dovesse tornare indietro.

      Non posso dirti a quanto mettere lo stop, perché è soggettivo, ma io non permetterei una perdita superiore al 20% rispetto al prezzo di ingresso. Se il titolo scende di così tanto significa che dovrai riguadagnare il 25% per riprendere i tuoi soldi e la percentuale è destinata a crescere mano mano che il prezzo scende.

      Se tornasse a – 20% liquida e non pensarci più. Meglio evitare perdite troppo elevate.
      Buon week end!!

      • Laura

        Caro Giacomo tu porti fortuna!!!! Oggi ho dimezzato le perdite e il titolo sembra salire (con alti e bassi ma almeno ha ripreso il centesimo!!). Speriamo bene !!

        Grazie mille!!

        • Giacomo

          @ Laura
          Speriamo :)
          Te lo auguro di cuore!!

  • vitange

    Ciao Giacomo

    complimenti x questo fantastico sito che gestisci molto egregiamente e grazie x queste utili info.

    ho da chiederti un consiglio, voglio estinguere parzialmente il mio mutuo avendoun rendimento implicito del 2,35%, mi conviene oppure questi soldi l’investo?

    grazie e buona giornata
    vitangelo

    • Giacomo

      @ Vitange
      Grazie per i complimenti caro Vitangelo :) Che cosa intendi con rendimento implicito del mutuo? Forse il suo costo in termini complessivi? Se è così io lo estinguerei, perché i rendimenti delle obbligazioni non sono alti e ha poco senso tenere attivo il mutuo per investire i tuoi soldi al medesimo tasso che pagheresti sul prestito.

      Allo stesso modo non ha senso investire in azioni nella speranza di ottenere rendimenti maggiori agli interessi pagati sul mutuo. I mercati azionari potrebbero cambiare direzione e tu ti troveresti con un capitale in perdita e un mutuo da pagare. L’unico caso in cui conviene tenere il mutuo e investire è quello in cui sia possibile avere un rendimento certo maggiore degli interessi pagati.

      Per qualunque cosa sono qui per te. Ti risponderò sempre molto volentieri ed in tempi brevissimi. Buona giornata…

Add your comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCAPPA DALLE ASSICURAZIONI!!

Come scoprire i COSTI nascosti e RISPARMIARE 300 euro l'anno di commissioni...
Scarica SUBITO l'ebook OMAGGIO "Investimenti Assicurativi? No Grazie" e impara...

  • a difenderti dagli investimenti spazzatura
  • a conoscere REALMENTE le polizze vita
  • perché le polizze sono MENO SICURE di quanto credi