costi-fondi-comuni

I “Veri” Costi dei Fondi Comuni

Sai già che i fondi comuni hanno costi elevati, vero? Ma forse c’è qualche cosa che ancora non conosci

I costi dei fondi comuni esaminati in una prospettiva diversa e il loro impatto sul famoso lungo periodo. Ecco quello che imparerai quando avrai terminato di leggere questo post “dissacrante”

Una delle regole banali ma efficaci per fare crescere il tuo capitale nel tempo è quella descritta nel libro “Padre Ricco Padre Povero”: risparmia una quota mensile del tuo reddito e falla fruttare. In questo modo, grazie alla magia dell’interesse composto, i tuoi soldi si moltiplicheranno nel tempo.

Tuttavia, questa regola aurea rischia di diventare un boomerang se, invece di scegliere strumenti finanziari efficienti, cadi nella trappola dei fondi comuni e dei loro costi. Per mostrarti l’effetto dirompente di questi ultimi, che scoperchiano il tetto dei tuoi investimenti con la forza di un uragano, osserverai la questione da un  punto di vista diverso da quello cui sei solito farlo.

I veri costi dei fondi comuni

Come sai i fondi comuni sono soggetti a due tipi di costo: le commissioni di ingresso, pagate una tantum, e le commissioni di gestione che sono prelevate direttamente e periodicamente dal patrimonio del fondo e si traducono in una quotazione più bassa.

Sono certo che la tua attenzione è rivolta prevalentemente alle commissioni di ingresso, vero? Fai bene a non voler pagare costi al momento del tuo investimento, ma come stai per scoprire il vero tranello non sta qui. Segui il mio ragionamento in questo esempio:

immagina di sottoscrivere uno qualunque dei fondi comuni offerti dalla tua banca. I costi di ingresso sono del 3% mentre quelli di gestione ammontano all’1% annuo e tu – fedele al lungo periodo – conservi il tuo investimento per otto anni durante i quali il mercato sottostante in cui il fondo investe cresce del 5% annuo composto. Ecco quello che accadrebbe:

  • 100 euro investiti al tasso di mercato diventerebbero -> 147,75 euro
  • 100 euro investiti nel fondo -> 132,75 euro

Per offrirti lo stesso rendimento lordo il gestore dovrebbe battere il mercato dell1,35% annuo come minimo. Forse lo farà o forse no. Oppure ci riuscirà ma  facendoti correre rischi più elevati. Ma ben sapendo che non vuoi pagare costi in ingresso il tuo scaltro consulente ti offre la classe ‘no load’ degli stessi fondi comuni.

Zero spese di ingresso e commissione di gestione al 2% (magari sottaciute). I tuoi 100 euro diventerebbero, dopo gli stessi 8 anni, solo 126,68 euro. Prima di trarre delle considerazioni facciamo un passo ulteriore. Come è stato scritto sul Financial Analyst Journal di Aprile i fondi comuni calcolano i loro costi sulla base del patrimonio.

Ma poiché l’attivo del fondo è -pro quota – di tua spettanza, di fatto stai pagando una commissione patrimoniale sui tuoi investimenti. In realtà la commissione dovrebbe colpire solo la performance e non il patrimonio. Quindi nel caso in esame l’1% di onere va rapportato alla performance prodotta. In questo modo avremo che 1/5 corrisponde al 20% di costo effettivo.

Nel secondo caso (con le commissioni pari al 2% annuo) il costo effettivo cresce al 40%. Troppo, decisamente troppo…

La critica feroce al mio ragionamento: W i fondi comuni

Esistono dei gestori che sono in grado di ricompensarti delle commissioni che ti addebitano? Certamente. Ma tu non conosci a priori due aspetti fondamentali:

  • chi saranno i vincitori di domani
  • i rischi corsi per generare quella sovra performance

Ma ora tiriamo le fila di  quanto scritto finora, in modo che tu possa disporre di un vademecum operativo:

  • Non considerare solo la commissione di ingresso ma fai attenzione anche ai costi di gestione dei fondi comuni. Le banche stanno progressivamente eliminando le fee di ingresso a favore di oneri di mantenimento più elevati. In questo modo tu crederai di aver fatto un affare e loro ti avranno spennato senza farti gridare :)
  • l’incidenza totale dei costi è tanto più forte quanto più a lungo l’investimento è mantenuto
  • tanto minori sono le performance dei mercati finanziari, tanto più devastante sarà l’incidenza dei costi.

Allora?

Mantieni sempre la mente aperta e i “radar sempre accesi”, perché investire bene non è uno scherzo. Ma non è nemmeno difficile e può diventare addirittura divertente, se sai come farlo.

Alla prossima e buona riflessione!!

Share this

Comments

  • giuliano

    Gentilissimo Dottor Giacomo Saver,
    giustissimo! Radar sempre accesi! :-)
    L’esperienza personale mi ha aperto gli occhi su quanti soldi ho buttato per seguire i consigli di parte dei gestori. Ergo, il tuo investimento perfetto è l’opportunità migliore per conseguire al meglio i risultati sperati!
    Un caro saluto a tutti!

    • Giacomo

      @ Giuliano
      Grazie per il tuo commento. Mi fa piacere che continui a seguirmi!!
      In bocca al lupo per tutto e a presto…

  • Nicola

    Gli ETF invece non hanno costi di gestione?

    • Giacomo

      @ Nicola
      Certo che li hanno, ma sono molto più bassi di quelli dei fondi tradizionali. Tanto per fare degli esempi gli ETF più cari costano lo 0,75% all’anno contro il 2% ed oltre dei fondi azionari a gestione attiva.

  • drea

    Salve.Nell aprile 08 entrai in un f.c.i bil.Quota 5euro.Nell aprile13 la quota e’ 5euro.Secondo i grafici della banca nello stesso periodo il f.c. ha avuto una performance del 16.5%.Sara vero?Grazie per la risposta!

    • Giacomo

      @ Drea
      Ci deve essere un errore caro Amico. Se la quota non è variata non è possibile che la performance sia del 16,50% a meno che non si tratti dello stesso fondo ma di un’altra classe. Ad esempio lei ha sottoscritto la classe X del fondo (che è appena partita) mentre le performance si riferiscono alla classe Y che esisteva già. Chieda comunque indicazioni precise alla sua banca. E ci faccia sapere.

      Cari saluti!!

Add your comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCAPPA DALLE ASSICURAZIONI!!

Come scoprire i COSTI nascosti e RISPARMIARE 300 euro l'anno di commissioni...
Scarica SUBITO l'ebook OMAGGIO "Investimenti Assicurativi? No Grazie" e impara...

  • a difenderti dagli investimenti spazzatura
  • a conoscere REALMENTE le polizze vita
  • perché le polizze sono MENO SICURE di quanto credi