oro

Comprare oro: ecco come fare

Ecco come comprare oro fisico

Molti Amici mi scrivono per sapere come fare a comprare oro per proteggere i loro risparmi. Per rispondere alle “faq” ho il piacere di ospitare un’esperta de settore

L’articolo che stai per leggere è stato scritto da Alessandra Pilloni di BullionVault. Leggilo con attenzione, perché è molto utile tanto da rappresentare un vero e proprio vademecum per chi vuole risposte certe ai propri dubbi. Ringrazio di cuore Alessandra per aver trovato il tempo di scrivere questo pezzo esclusivo per noi e ti auguro buona lettura!!

Evitare la custodia in casa, tenere al massimo qualche moneta

Se si acquista oro come protezione in una situazione di estremo caos finanziario (ed eventualmente sociale) potrebbe non essere prudente conservare oro personalmente. In tali situazioni infatti il possesso d’oro potrebbe diventare illegale, e il suo commercio diventare quindi vero e proprio contrabbando, comportando rischi facilmente prevedibili.

Si pensi all’Argentina nel 2001, alla Yugoslavia negli anni ’90, al Vietnam e la Cambodia negli anni ’70, alla Germania nazista negli anni ’30, agli Stati uniti nel ’33 e alla Russia nel ’17.

L’oro mette davvero al sicuro la propria ricchezza solo quando viene custodito in una nazione sicura. E coloro che valutano di comprare oro come protezione della propria ricchezza, talvolta lo fanno proprio perché vivono in una nazione che ritengono potrebbe non rimanere sicura nel lungo periodo.

Anche in situazioni non estreme la custodia in casa è meno sicura di quella presso un operatore specializzato (per esempio per l’eventualità di un furto) e ciò si riflette nei costi di assicurazione.

Comprare oro fisico del tipo allocato

La prima cosa da tenere a mente quando si decide di operare un investimento in oro fisico tenuto in custodia è di accertarsi che si tratti di oro allocato. L’oro allocato è oro che diventa di proprietà diretta del cliente che lo acquista, con la società intermediaria che funga da depositante e che quindi non abbia diritti di proprietà sul metallo stesso.

Comprare oro allocato protegge dal rischio di fallimento della controparte perché l’oro non entra mai nel bilancio della società che funge da depositante. Da questo punto di vista possedere oro allocato è più sicuro di un qualsiasi deposito di valuta in banca.

Evitare la custodia in banca, preferire una società specializzata con camere blindate professionali

Le banche normalmente non vendono oro allocato. La ragione è che vendere oro non allocato (che rimane di proprietà della banca, ma su cui il cliente acquisisce un credito) permette alle banche di finanziare la propria liquidità. È meglio quindi non affidarsi alle banche per custodire l’oro, anche perché i costi della custodia di oro allocato all’interno del circuito bancario sono normalmente molto alti.

Le aziende riconosciute dal mercato ufficiale che gestiscono camere blindate professionali offrono il servizio di custodia di oro allocato a prezzi al contrario molto competitivi. È possibile che tali aziende non siano disposte a trattare direttamente con i privati, pertanto potrebbe rivelarsi necessaria l’intermediazione di un’azienda specializzata. I costi di custodia dell’oro fisico allocato non dovrebbero costare più dello 0,12% annuo.

 Per la massima sicurezza in caso di forte crisi, custodire oro all’estero

Sarebbe un grave errore custodire il proprio oro nella giurisdizione sbagliata. Si pensi ai controlli doganali: in una situazione di grave crisi finanziaria, molto probabilmente sarebbe comunque possibile acquistare un biglietto aereo per spostarsi nella nazione dove l’oro è custodito, prenderne possesso fisico o riceve il rispettivo valore in valuta senza essere controllati dalle autorità doganali.

Anche in circostanze estreme la circolazione di persone tende a rimanere legale, e ci sarebbe quindi la possibilità di lasciare la nazione che nel frattempo è diventata poco sicura con la possibilità di godere dei propri risparmi conservati all’estero.

Avendo la possibilità di scegliere, sarebbe meglio preferire un intermediario che permetta di custodire il metallo in diverse giurisdizioni, per poter diversificare o cambiare giuridsdizione in maniera veloce se necessario.

Per ora ci fermiamo qui, ma lunedì pubblicheremo la seconda parte dell’articolo.

Ancora grazie ad Alessandra Pilloni di BullionVault.

Share this

Comments

  • Gianni

    Io l’oro fisico lo compro eccome e me lo tengo ben nascoscto in casa.
    Lo compro qui: http://www.nummus.com perché è comodo ed il prezzo aggiornato in tempo reale.
    Francamente mi sembra si passi da un estremo all’altro, anche che ci sia turbolenza finanziaria, pensare che è pericoloso tenere l’oro in casa perché un giorno potrebbero tornare i nazisti e portartelo via mi sembra assurdo. Al massimo potrebbe rubartelo un ladro, ma per questo io vivo ad un piano alto con porta blindata.

    Inoltre che suggerimento è metterlo in una banca o da un operatore specializzato? Oltre a spendere un occhio della testa (Consdierando che l’oro non da intressi) a pagare tali tipi di servizio, se vengono i nazisti non sequestrerebbero prorpio prima quell’oro di quello che ho in casa???

    L’oro da sicurezza solo quando è fisico e custodito gelosamente in un posto sicuro che conosco solo io e che ho messo nel testamento. Questa alemneo è la mia opinione che volevo condividere.

    L’errore che fanno molti è che lo comprano e poi lo raccontano agli amici i quali poi a sua volta magari senza volerlo lo dicono alla persona sbagliata. Da lì è facile organizzare il furto/rapina perché si ha un bersaglio esatto e sicuro. Un mio amico per esempio gran genio mi è venuto a raccontare che ha comprato da UNICREDIT un dimanate e se l’è nascosto in casa. Eravamo una tavolata di 5 persone quando l’ha raccontato.

    • NICOLA

      Interessante il sito che hai indicato, ma mi vengono delle perplessità:
      – Quando un domani vorrai liquidare i tuoi lingotto d’oro o argento conosci qualcuno disposto a comprare alle giuste quotazioni? La mia città è piene di negozi “comproro”, ma il piu onesto di tutti ti paga il 30% in meno rispetto alla sua quotazione.
      – Questo sito è gestito da un commerciante privato, ti fidi a comprare online lingotti anticipando 2370 euro per ognuno prima di riceverli? Ed una volta arrivati sei certo della purezza dell’oro e che i lingotti sono pieni al 100%. Secondo me si rischia più così che comprando i btp italiani. Ciao.

      • Giacomo

        @ Nicola
        Credo che BullionVault ti permetta di rivendere l’oro allocato che hai acquistato con loro.
        Ad ogni modo attendiamo la risposta autorevole di Alessandra

    • Matteo

      Interessante sito. Io le comprerei più che altro per numismatica (sono oggetti molto carini).
      Non prevedo un default così violento per il quale bisogna barricarsi in casa armati di fucile a pompa e lingotti d’oro sotto il letto.
      Se avessi un sacco di soldi potrei tenermi qualcosa in una società tipo BullionVault, magari all’estero.
      Torno a ripetere il mio pensiero: in caso di un default del genere un piccolo risparmiatore sarebbe spazzato via aldilà di qualsiasi sua strategia.

  • bob

    Ciao Giacomo

    ne approfitto per chiederti: potresti piegarmi come funzionano i futures sui beni fisici quali oro, argento, rame…. ma anche gli ETC?
    sopratutto mi ha colpito il fatto che in molti casi si pensa di essere titolari di un diritto reale(vd. proprietà) in realtà si è titolari di un credito, che ha come garanzia il bene stesso.

    Nello specifico:
    io compro un ETC su diciamo il caffè, cosa cè dietro, cosa compro?
    un pezzo di caffè, un ceritifcato di deposito di caffè, un credito su un un bene fisico depositato?

    grazie mille

    • Giacomo

      @ Bob
      Perdonami ma è difficile scendere nei dettagli sui derivati in questa sede.
      Per rispondere in modo sintetico alla tua domanda ti dico che dietro agli ETC ci sono o dei futures sulla commodity sottostante (insieme a uno zero coupon) oppure un contratto di swap.

      Quindi anche gli ETC (e gli stessi ETF) possono nascondere delle insidie a seconda della modalità con cui il sottostante è replicato (fisica o meno).

    • Fiore

      Ciao Bob.

      Mi permetto di sconsigliarti fortemente gli Etc sull’oro. Sono mesi che mi informo e molti esperti (sopratutto in America) hanno fatto delle richerche che dimostrano come spesso vi siano forti dubbi sulla reale detenzione di Oro fisico nei depositi di queste istituzioni che emettono gli Etc.

      Questo nel lungo andare e dinanzi ad un’aggravarsi della crisi potrebbe portare brutte sorprese per chi possiederà Etc su Oro. In italiano ho trovato molte informazioni su questo argomento sul sito Deshgold.com.
      In particolare a questo link parlano proprio dei rischi che vi sono oggi sugli Etc sull’Oro: http://www.deshgold.com/rischi-etc-su-oro/

  • danilo

    Bellissimo articolo, grazie Giacomo e grazie Alessandra

  • Francesco

    Ciao Giacomo, grazie come al solito per le informazioni che trasmetti mediante il sito. Mi interessa l’investimento in oro, sia come possibile diversificazione del portafoglio e naturalmente come garanzia di una possibile anzi spero improbabile “uscita dall’euro dell’Italia”. Come consideri in caso di uscita dall’euro del nostro paese la conversione del proprio risparmio in lingotti? Inoltre considerata la paura di tenere in casa più lingotti cosa ne pensi della societa “buillionvault”. Ci sarebbero problemi di sicurezza ad acquistarlo e conservarlo direttamente nei loro caveau? Ci sono rischi e garanzie per il cliente? Potrebbero esserci costi e rischi fiscali per i clienti italiani? Ti ringrazio anticipatamente con preghiera di estenderli ad Alessanda

  • Francesco

    Scusami ma ho un’altra domanda da farti.
    Nell’investimento in lingotti d’ora bisogna anche considerare il cambio euro/dollaro oppure il metallo viene quotato indistintamente anche in euro.

  • Alessandra

    Buongiorno Francesco,

    Il gold fixing di Londra viene fatto due volte al giorno nelle tre principali valute, euro, dollaro e sterlina. Questa è la pagina dei fixing più recenti: http://www.lbma.org.uk/pages/?page_id=53&title=gold_fixings&show=2012&type=daily

    Acquistando metallo fisico con BullionVault non devi preoccuparti del cambio EUR/USD, ma solo del prezzo dell’oro in euro.

    Per quanto riguarda BullionVault, è l’unica azienda membro della LBMA (la stessa che emette i fixing) dedicata agli investitori privati e ai piccoli risparmiatori. Poiché si acquista oro allocato l’unico rischio che si corre è quello relativo all’andamento del prezzo.

    Ti invito poi a visitare il sito di BullionVault (trovi i link sull’articolo) ed eventualmente a contattarci per telefono o via email per maggiori informazioni. Se telefoni, chiedi pure di parlare con me, invito che estendo a tutti i lettori che possano essere interessati.

    Saluti,

    Alessandra

  • M. Grazia

    Buongiorno a tutti,
    quali sono gli aspetti fiscali di un investimento in oro allocato ?
    Bisogna dichiararlo in Italia (anche se fisicamente è all’ estero)? Con quali modalità?

    • Giacomo

      @ Maria Grazie
      Non so risponderti direttamente, giro la domanda ad Alessandra che di certo ti darà una risposta.
      Ciao

    • Alessandra

      Buongiorno Maria Grazia,

      ti invito a scrivere ad assistenza @ bullionvault.it per avere una risposta in merito. Scrivi pure in oggetto che la email è rivolta a me.

      Premetto che non offriamo assistenza fiscale, ma abbiamo delle informazioni in merito che poi dovresti verificare con un commercialista di tua fiducia.

      Saluti,

      Alessandra

Add your comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Che cosa sono Realmente gli INVESTIMENTI ASSICURATIVI?

Perché le banche amano le polizze vita? Come mai chi le sottoscrive al 99,9% resterà deluso? Gli investimenti assicurativi sono davvero sicuri?
L'ebook omaggio "Investimenti assicurativi? NO GRAZIE" ti insegnerà

  • a difendere i tuoi soldi dalle sanguisughe finanziarie
  • quanto costano davvero le polizze
  • che cosa chiedere subito alla tua banca per non avere "sorprese" dopo