china-mobile-phone-subscriptions

Ecco come Investire in azioni Samsung

Samsung è un’azienda promettente. Ecco come investire sulla sua crescita in modo semplice ed economico

Gli Smarthone di Samsung stanno arrivando in vetta alle classifiche di vendita. La quota di mercato in Cina dell’azienda coreana è tripla di quella di Apple. Se vuoi investire nel produttore del tuo Smartphone e non sai come fare sei nel posto giusto

Grazie. Grazie a Te che leggi il blog con affetto e costanza e ne parli con i tuoi amici e conoscenti stiamo raggiungendo cifre da capogiro. Per questo, per poter rispondere più velocemente alle tue richieste, ho acquistato recentemente uno smartphone Samsung.

Dal momento che la diversificazione è uno dei segreti per investire in modo intelligente non ho mai preso in considerazione l’ipotesi di investire in azioni Samsung. Però, se consideri che lo sviluppo di smartphone e tablet è impressionante e che si prevede che nel prossimo futuro essi supereranno addiririttura i tradizionali pc, la cosa assume un senso ed un significato differenti.

Se hai preso in considerazione l’ipotesi di investire in azioni Samsung, quello che stai per leggere è della massima importanza. Buona lettura :)

Investire in azioni Samsung: la situazione attuale

Samsung in Cina detiene il 23,30% del mercato dei cellulari di ultima generazione. Inoltre il sistema operativo Android, grazie al suo semplice utilizzo, sta diventando sempre più utilizzato ed apprezzato rispetto all’omologo di casa Apple. Pensa che la quota di mercato di quest’ultima, sempre in Cina, è ‘solo’ del 7,5% a gennaio 2012.

Non solo Samsung è leader nella produzione e vendita di smartphones ma anche nel segmento dei televisori ultra piatti e dei memory chips e di accessori. Nonostante le due aziende siano in concorrenza tra loro, Samsung  fornirà i touch screen alla Apple per il suo nuovissimo Ipad.

Inoltre il trend delle azioni Samsung è in forte crescita da alcuni mesi. Ma come fare per acquistarle senza correre eccessivi rischi?

Il modo milgiore per investire in azioni Samsung

Prima che ti dica qual è i modo migliore per acquistare le azioni della Samsung, permettimi di ricordarti che si tratta in ogni caso di investimenti a rischio. Quindi, se desideri inserire questo investimento nel tuo portafoglio, ricorda di farlo responsabilmente considerandolo come potenzialmente “pericoloso”.

Due accorgimenti sono indispensabili:

  •  limita la percentuale destinata a queste azioni al 7-8% massimo del tuo portafoglio e non andare oltre per nessun motivo
  • fissa uno stop loss dinamico che ti permetta di seguire il trend ma di disinvestire se le cose dovessero precipitare all’improvviso.

Sul mercato della Borsa italiana è disponibile un ETF di Lyxor che replica l’andamento dell’indice MSCI Korea che è composto, per il 20% dalle azioni della Samsung.

Questo è il grafico dello strumento negli ultimi tre anni:

Come vedi il trend rialzista c’è anche se è partito da un po’. Dopo una rovinosa caduta l’ETF ha ripreso a correre e sta raggiungendo un precedente massimo relativo da cui era caduto. Il codice di negoziazione di questo strumento è kor.mi e puoi agevolmente trovarlo nel sito di borsaitaliana.

Naturalmente quello che hai appena letto non è una sollecitazione all’investimento, ma solo una chiacchierata tra amici, come siamo  noi due :).

Tieni presente che, oltre ad essere molto concentrato su poche azioni (con Samsung in testa), l’ETF Korea è anche poco scambiato e questo implica che in caso di ribasso improvviso dei mercati non sarà facile smobilizzare grosse posizioni a causa del probabile vuoto di domanda.

Per questo motivo, se ritieni che investire in azioni Samsung sia una buona opportunità, ripeto il mio consiglio: “usa la mano leggera” e considera questo investimento come un impiego a rischio medio alto. Puoi anche procedere in questo modo.

Una volta che hai investito in modo attento e saggio gran parte del tuo capitale potrai tenerne fuori una parte (diciamo il 10% massimo) da dedicare ad investimenti più speculativi. Mal che vada non correrai il rischio di subire perdite drammatiche che intaccheranno la tua ricchezza e, con essa, il tuo futuro tenore di vita e quello dei tuoi cari.

Che ne pensi? Fammi conoscere la tua opinione scrivendo un commento!!

Un abbraccio fraterno

Share this

Comments

  • danilo

    Ciao Giacomo, oltre al kor.mi che ha commissioni di gestione allo 0.65% vedo che c’è anche ikor.mi della ishare che costa si 0.75% di commissioni ma che stacca pure dividendo allo 0.16. Entrambi hanno un volume di negoziazione abbastanza simile e si riferiscono allo stesso indice. A parita’ di indice è meglio preferire il primo o il secondo secondo te? grazie e buona giornata

    • Giacomo

      @ Danilo
      Io preferisco di più gli ETF che staccano un dividendo, in modo tale da avere della liquidità disponibile per altre operazioni sul conto.
      Direi che comunque i due ETF sono equivalenti. Il secondo paga il dividendo ma costa un po’ di più mentre il primo capitalizza e costa un po’ meno.
      Visto che gli importi investiti saranno modesti io starei sul primo che capitalizza e costa meno, tanto in questo specifico caso ricevere o no qualche euro di dividendo non ti cambia la vita :)
      Buon week end!!

  • Nicola

    Forse la mia domanda è banale, ma ammettendo che voglia cogliere questa opportunità, come farò poi a capire quale sarà il momento di vendere ?

    • Giacomo

      @ Nicola
      O fissi uno stop loss che adegui nel tempo oppure imposti un trading system che ti dica, sulla base di una regola prestabilita, quando sarà il momento di vendere…

  • BOB

    Ciao Giacomo,
    mi permetto un piccolo consiglio per rendere il sito ancora più fruibile: quando citi un’azione(in questo caso Samsung) o un ETF(o una obbligazione), sarebbe bello avere già il link magari di bloomberg o yahoo finanza, in modo tale da poter vedere subito l’azione e capire l’ISIN subito.

    Grazie e ancora complimenti!

    • nicola

      Il link c’è. Se clicchi sul link borsaitaliana sottolineato vedrai isin, grafico, scheda e tutto il resto.

  • Iron_Brad

    Ciao Giacomo,
    (ci diamo del tu perché dopo settimane passate a leggere il tuo sito in lungo ed in largo, mi sembri uno di famiglia ormai …) Da FINECO gli ETF italiani sulla Corea (tutti con Samsung più o meno a20%) sono 4 ormai: CSKR.MI, XMKO.MI, IKOR.MI, KOR.MI. L’unica perplessità è che l’ottimo link interno al sito di analisi tecnica che produce anche dei report automatici in grado di tradurre i grafici ai non esperti segnala per tutti e quattro un trend ribassista di breve, medio e lungo termine con tanto di raccomandazione di STRONG SELL. Come si concilia con la tua analisi che pure mi sembra convincente ?

    • Giacomo

      @ Iron
      Certo che devi darmi del tu, ci mancherebbe!!
      Non utilizzo la funziona analisi di Fineco perché la trovo imprecisa. Infatti se analizzi il grafico vedi che il trend è positivo anche ‘ad occhio’ e l’ulteriore conferma ce l’hai inserendo le medie mobili che stanno “sotto” la linea del prezzo…
      Tra l’altro nel momento in cui scrivo il trend di lungo secondo Fineco è stabile. Mistero…

  • Iron_Brad

    Grazie Giacomo, ora che me lo fai notare è proprio così …
    Ne approfitto allora per due domandine da principiante

    1) Visto che nell’ETF il costo della gestione è già insito nel prezzo della quotazione al mercato (così ho capito), fra un ETF con costi dello 0,30% che compro a 100 e rivendo a 120 (commissione bancaria inclusa) ed uno che costa lo 0,90% di gestione e che compro e rivendo agli stessi valori di cui sopra, io sempre porto a casa 20 EUR oppure c’è qualcosa che non va nel mio ragionamento ?
    2) A volte vedo che qualcuno nel book mette un tot di azioni in vendita ed un tot in acquisto. Credo che sia la stessa persona, perchè non può essere una coincidenza che quel numero sia sempre lo stesso. Nella mia “principiantità” non riesco però a capire qual’è la strategia che c’è dietro, mi illumini ?

    • Giacomo

      @ Iron
      Ti ‘illumino’ voletieri Amico caro!!

      1) la commissione di gestione è espressa su base annua e viene prelevata giorno per giorno. In teroria quindi il prezzo dell’ETF si discosta dals uo valore teorico esattamente del pro-rata della commissione. Se tieni entrambi gli etf per 12 mesi nel primo caso avrai 20 euro di utile meno lo 0,30% mentre nel secondo caso il tuo guadagno dovrà essere ridotto dello 0,90%.

      2) Ci sono degli operatori che ‘fanno mercato’ ossia devono – per regolamento di Borsaitaliana – essere rpesente si ain acquisto sia in vendita per garantire che chi vuole operare su quel determinato strumento finanziario trovi sempre una controparte… In cambio di ciò hanno degli appositi compensi e/o privilegi.

      Un abbraccio

      • Iron_Brad

        Grazie ancora per l’”illuminazione” :-)
        1) OK, allora non la vedevo perchè tenendo l’ETF in media una settimana dovrei dividere il valore della commissione di gestione per 52 e la differenza fra un ETF con commissione di gestione alta ed uno basso diventa minima.
        2) Quindi questi “market makers” sono dei “buoni”, non dei malvagi speculatori come pensavo …:-)

        • Giacomo

          @ Iron
          I Market Maker non sono cattivi, solo che qualcuno nei momenti critici (ad esempio nelle fasi di ribasso acuto) scompare lasciando il book di negoziazione vuoto…
          Ma si sa che nessuno è perfetto ;)

  • H9

    Sarete bravissimi nell’analisi del mercato finanziario, ma l’analisi del mercato tecnologico é terribile, calcolando la povertà del mercato asiatico (potere d’acquisto dell’individuo) é normale che le quote siano elevate (infatti il top di gamma praticamente é invenduto).
    Io acquisterei piuttosto Nokia e Yahoo che si stanno muovendo bene!
    Samsung sta effettuando lavaggio mentale sulla gente tramite pubblicità e promozioni, e a quanto leggo, ci sta riuscendo alla grande…enjoy

Add your comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Che cosa sono Realmente gli INVESTIMENTI ASSICURATIVI?

Perché le banche amano le polizze vita? Come mai chi le sottoscrive al 99,9% resterà deluso? Gli investimenti assicurativi sono davvero sicuri?
L'ebook omaggio "Investimenti assicurativi? NO GRAZIE" ti insegnerà

  • a difendere i tuoi soldi dalle sanguisughe finanziarie
  • quanto costano davvero le polizze
  • che cosa chiedere subito alla tua banca per non avere "sorprese" dopo