investimento neonati

L’investimento sano per un bambino neonato

Qual è il migliore investimento per un bambino appena nato?

Per insegnare il risparmio ai bambini e genitori di neonati le banche offrono formule di investimento ad hoc. Ma non sempre sono vantaggiose.

Stavo prelevando ad un bancomat della Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza quando lo sguardo si è posato su una pubblicità apparsa a video. Libretto di Risparmio Vyp Junior, per bambini 0-12 anni era la scritta che catturò la mia attenzione.

Come sai sono favorevole, da sempre, ai libretti di risparmio ed alle altre forme di investimento efficiente. Anzi, investire nei conti deposito è proprio uno dei tre segreti per investire in modo intelligente, come spiego nell’ebook gratuito.

Ma le banche hanno a cuore gli investimenti dei bambini?

Apparentemente sì, perché il libretto di risparmio della Cariparma non prevede né  spese né costi. Non solo, ma addirittura al piccolo viene regalato un libro. Il tasso di interesse è vantaggioso: l’1% che non è poco considerata la situazione attuale.

Si tratta quindi di un investimento valido, a patto di prestare attenzione ad un aspetto. Lascia che ti faccia un paragone con il mondo dell’informatica per farti capire come mai alle banche i neonati e gli investimenti dei bambini stiano così a cuore.

Ti sei mai chiesto come mai il famoso pacchetto Office è scontato per gli studenti?

Il mio arguto amico Carlo ha osservato che si tratta di una strategia commerciale molto sottile. Invogliare l’acquisto di un pacchetto software offrendolo a prezzo scontato, fa in modo che i giovani studenti familiarizzino con esso. Quando i bambini saranno cresciuti saranno ormai talmente abituati a quel tipo di programma che non penseranno nemmeno di imparare ad usare l’omologo gratuito Open Office.

L’investimento dei risparmi dei bambini è un’area strategica per la banca

Analogamente a quanto fanno le società che producono software, anche le banche spingono i neonati e i bambini verso l’investimento dei loro soldini, così da fidelizzarli nel tempo. Senza contare che sarà sempre possibile cercare di vendere ai genitori una costosa polizza vita o uno scadente fondo di investimento.

Il libretto di risparmio non va bene per i soldini di mio figlio?

Se vuoi impiegare in modo saggio i soldini che il tuo piccolo ha ricevuto in dono durante le vacanze natalizie, aprigli pure un libretto di risparmio, purché il tasso sia vantaggioso e non vi siano spese. Ma declina con fermezza ogni altra successiva offerta commerciale che la banca ti proporrà in seguito. E quando i soldini accumulati inizieranno ad essere un bel gruzzoletto, considera la minaccia dell’inflazione.

L’Istat ha appena comunicato che il tasso di inflazione ufficiale è stato nel 2010 dell’1,90%. Se sei convinto che sia poco, pensa che un carovita così basso è sufficiente a dimezzare il valore reale dei risparmi di tuoi figlio in solo venti anni. Se il tuo bambino è appena nato il suo investimento ad oggi di 1.000 euro diventerà solo più pari a 686 euro quando il ragazzo sarà maggiorenne.

Ecco perché se i risparmi del tuo bambino iniziano ad essere nell’ordine dei 4 o 5mila euro, l’investimento migliore  che puoi fare è questo.

Pensaci!!

In bocca al lupo per i tuoi investimenti

Giacomo


Share this

Comments

  • consuelo

    cosa ne pensa dei buoni fruttiferi postali?
    Vincolando 15,000 euro per 18 anni,questi frutteranno 34,000…secondo lei il tasso di interesse aumenterà o diminuirà nel prossimo mese?oggi,2 gennaio è di 4,99%.

    • Giacomo

      @ Consuelo
      Non credo onestamente che i tassi sui buoni postali cresceranno ancora.
      Penso siano un ottimo investimento: semplici e senza sorprese. L’unico neo di quelli a 18 mesi è il rendimento che è inferiore rispetto a quello di un titolo di stato, ma dato che i buoni postali sono strumenti più facili da comprendere essi sono adatti principalmente a risparmiatori inesperti.
      Un abbraccio fraterno

  • consuelo

    CIAO GIACOMO,COSA NE PENSI DELL’INVESTIMENTO IN BTP DECENNALI IN QUESTO MOMENTO?
    GRAZIE

    • Giacomo

      @ Consuelo
      I BTP decennali sono al momento interessanti in quanto a rendimento offerto:
      http://www.rendimentobtp.it
      Tuttavia il rischio di oscillazioni di prezzo in risposta a rialzi nei tassi di interesse è abbastanza elevato. Io mi regolerei così:

      1) non supererei la durata di 10 anni, considerando quest’ultima come limite oltre il quale non andare
      2) limiterei la quota di patrimonio investita in questi titoli al 10-15% del totale, a meno di non voler impostare operazioni speculative

      Un abbraccio

  • Giuseppe

    Buongiorno,
    vorrei chiedere un consiglio in merito all’argomento trattato.
    Vorrei investire adesso 10000 euro per mio figlio neonato, ho pensato di acquiatare BTPi presso le poste su cui ho un conto. Posso intestare i titoli a lui direttamente?
    Grazie anticipatamente per il consiglio.
    Giuseppe

    • Giacomo

      @ Giuseppe
      L’idea di scegliere i BTPi è ottima, ma purtroppo non puoi farlo su un conto intestato a tuo figlio. Per eseguire questa operazione ci vuole un conto corrente (non basta un libretto di risparmio in quanto privo del dossier titoli) e questo può essere intestato solo ad un adulto…

Add your comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCAPPA DALLE ASSICURAZIONI!!

Come scoprire i COSTI nascosti e RISPARMIARE 300 euro l'anno di commissioni...
Scarica SUBITO l'ebook OMAGGIO "Investimenti Assicurativi? No Grazie" e impara...

  • a difenderti dagli investimenti spazzatura
  • a conoscere REALMENTE le polizze vita
  • perché le polizze sono MENO SICURE di quanto credi