mps-che-succede

MPS: che succede?

MPS in pericolo. Ci sono rischi?

Il 29 agosto MPS è stato sospeso più volte in borsa per eccesso di ribasso. Che succede?

Profumo ha dato il là al ribasso dicendo che MPS non sta guadagnando un euro. Ci sono dei rischi per i clienti? E quali? Al termine di questo post saprai che cosa fare se sei un cliente del Monte dei Paschi. Per prima cosa distinguiamo due diverse posizioni nei confronti della banca: azionisti, obbligazionisti e depositanti.

Non è un caso che abbia messo in ordine le differenti fattispecie, perché i rischi abbinati sono decrescenti. L’azionista rischia di più come sanno coloro i quali hanno le azioni MPS in portafoglio, poi ci sono gli obbligazionsti ed infine i depositanti.

MPS: che succede(rà)?

Anzitutto partiamo dagli azionisti. Non è un caso che io sconsigli l’investimento diretto in singole azioni. Forse hai già sentito parlare di rischio specifico e della necessità di azzerarlo. Se è la prima volta che senti questa espressione non preoccuparti: avrai modo in seguito di approfondire. La cosa importante è che in futuro eviti di comprare singole azioni.

Se non hai nemmeno messo uno stop loss per cui oggi hai ancora il titolo in portafoglio, io ti consiglio di aspettare. Se le perdite sono notevoli esse sono praticamente irrecuperabili, vendendo le azioni Monte dei Paschi per fare qualche cos’altro. D’altro canto lo spazio per ulteriori ribassi è molto limitato, a meno che MPS fallisca. In questa ipotesi perderesti per intero il tuo capitale.

Tanto per darti un’idea, se la tua perdita è del 50%, per recuperarla dovresti raddoppiare il capitale. Ma quale investimento ti permette una forte rivalutazione senza ulteriori rischi? Rischiare per rischiare conviene stare fermo dove sei. Ma ti prego, per il futuro, studia il meccanismo dello stop loss. E’ molto timportante.

Obbligazionista Monte dei Paschi?

Se hai delle obbligazioni MPS non dovresti preoccuparti più di tanto. Di nuovo avrai subito ad oggi una decurtazione importante nel valore dei titoli, ma con due differenze rispetto a chi ha le azioni:

  • la perdita è minore
  • la perdita è recuperabile integralmente a meno di rischi concreti di fallimento della banca

Questa è una differenza fondamantale ed un dettaglio non da poco, vero?

Depositi e fondi

Se invece hai un conto corrente o dei fondi hai tre motivi per stare tranquillo. Conosci già il primo, ora vedremo gli altri due. Anzitutto i fondi MPS sono un patrimonio autonomo rispetto agli attivi della banca per cui i rischi di un coinvolgimento se Monte dei Paschi dovesse “saltare” sono pari a zero. Al tempo stesso il valore dei fondi dipende dall’andamento dei mercati in cui gli stessi investono, per cui volendo puoi liquidare i prodotti e scegliere fondi analoghi gestiti da altre SGR. Così non avrai preoccupazioni.

Stesso discorso se hai il conto corrente. Sebbene ci sia il fondo interbancario a difenderti, puoi sempre chiudere il conto e trasferirlo presso una banca che sia più sicura. Ancora una volta il cambio non comporta penalizzazioni, perché il tuo credito non è stato intaccato dalle vicende del MPS.

Ma c’è un terzo motivo per cui puoi/devi stare tranquillo. MPS non è la prima banca ad essere in serie difficoltà. Nei primi anni 2000 toccò alla BIPOP – CARIRE. E ricordi che cosa avvenne? La Banca di Roma la comprò creando un nuovo gruppo bancario (Capitalia).

Oggi la situazione è diversa, le banche sono in crisi e non hanno liquidità sufficiente per comprare MPS, ma c’è un ultimissima possibilità: la nazionalizzazione. In pratica Monte dei Paschi tornerebbe in mano pubblica, come lo era fino all’entrata in vigore del Testo Unico Banche nel 1993.

In precedenza la normativa prevedeva la categoria delle banche di interesse nazionale, di cui faceva parte proprio Monte dei Paschi. Si tratterebbe, in definitiva, di un ritorno al passato.

Quindi, per ricapitolare

  • se hai azioni MPS -> tienile e impara la lezione di quanto può essere pericoloso detenere singoli titoli
  • se hai obbligazioni -> tienile
  • se hai un conto deposito o un conto corrente o fondi -> per una protezione assoluta vendili e trasferisci il tutto presso un’altra banca in cui comprerai prodotti analoghi di un’altra “marca”.

Se hai bisogno di aiuto sono disponibile ad aiutarti: posta un commento!!

A presto!!

Share this

Comments

  • ROB

    In precedenza la normativa prevedeva la categoria delle banche di interesse nazionale, di cui faceva parte proprio Monte dei Paschi. Si tratterebbe, in definitiva, di un ritorno al passato.
    ***
    Una tiratina d’orecchi: Il Monte dei paschi di Siena non era una bin ma un “Istituto di credito di diritto pubblico” insieme a Banco Napoli, Banco di Sicilia, BNL, San Paolo di Torino e Banco di Sardegna. Le tre bin erano la Comit (Banca commerciale Italiana, il Credit (Credito Italiano) e il Banco di Roma. Tra l’altro le tre bin erano di proprietà dell’IRI fin dagli anni trenta.
    Giusto per finire la storia anche Capitalia ebbe qualche problema (e fu acquistato da Unicredit).
    Molto tempo prima (1982) ci fu il caso del Banco Ambrosiano che, se non ricordo male, non chiuse mai, nemmeno un giorno, gli sportelli (entrarono nel capitale – era una SPA – sette grosse banche, il che permise ai correntisti italiani di non perdere neache una lira).
    studia un po’ di più…

    • Giacomo

      @ Rob
      Sono stato rimandato a settembre :)
      Confermo che è giusto quanto scrivi. Sono andato a memoria ed ero certo che MPS fosse una bin invece è vero, era uno dei sei istituti di credito di diritto pubblico.

      Grazie per la precisazione!!

  • giuliano

    Carissimo Dottor Giacomo Saver,
    passate bene le vacanze? Purtroppo è dura rientrare nella triste realtà… :-)
    Permettimi di spostare l’attenzione su un altro aspetto: per diventare presidente dell’ABI occorre spu**anare MPS?… mah!
    Radar sempre accesi e buon fine settimana a tutti!

    • Giacomo

      @ Giuliano
      Le vacanze sono andate ottimamente e mi hanno dato l’energia giusta per ripartire…
      Grazie e buon week end (e non spegnere mai i radar :)

  • Matteo

    Io ho in carico MPS sotto 0.20
    MPS, oltre essere intaccata dalla crisi del debito sovrano, ha problemi interni.
    Però io confido nella logica “Too big too fail”: stiamo parlando del terzo gruppo italiano per capitalizzazione.
    Basta essere pronti ad aspettare.

    • Giacomo

      @ Matteo
      In effetti credo sia difficile immaginare che fallisca MPS, dato che creerebbe un pericoloso precedente all’interno del sistema finanziario. Comunque a mio modesto avviso fai bene ad aspettare…

  • Riccardo

    Buongiorno Giacomo,
    non mi trovo in nessuna delle tre categorie citate: cioè non sono nè azionista, non ho obbligazioni nè depositi in MPS. So benissimo che detenere singole azioni è molto rischioso ma… seguo un attimo due aspetti che hai segnalato: 1) chi è azionista deve stare fermo perchè tanto i possibili futuri ribassi saranno contenuti 2) c’è la possibilità che la MPS venga nazionalizzata.
    Ebbene e se detto questo valutassi di investire proprio ora comprando azioni MPS solo una piccola pare dei miei risparmi (cioè quella per esempio che deriva dagli interessi di un cd oppure dalle cedole di un titolo di stato) cosa rischierei veramente? Credendo possibili i due punti citati avrei basso rischio di perdita e alta probabilità di plusvalenza. O sbaglio? Chiudo dicendo che ovviamente non terrei le azioni a lungo: fisserei uno “stop profit” abbastanza realistico e superato quello disinvesto tutto.
    A presto e grazie!

    • Matteo

      Io ho fatto così: non so però se incassare adesso il mio 15% di guadagno oppure aspettare che si muova la Fondazione MPS
      Ho investito poco e non ho urgenza di liquidità.

      • Giacomo

        @ Matteo
        A questo punto metti uno stop loss a -4.34%. In questo modo male che vada uscirai con un guadagno del 10%.
        Se oggi stai facendo + 15% significa che sei a 115 rispetto i 100 iniziali, giusto? Togliendo il 4,34% ottieni un livello di uscita a +10%.
        In questo modo se le cose precipiteranno ti toglierai per tempo mentre lascerai aperta la porta della risalita.
        Un abbraccio.

    • Giacomo

      @ Riccardo
      Non perderesti nulla, dato che rischieresti solo gli interessi. Si vede che hai assmiliato i concetti dell’investimento perfetto, complimenti!!
      Io però non metterei take profit ma solo stop loss quando inizieranno ad arrivare gli utili. In questo modo se MPS “salta” (cosa che non credo) perdi solo gli interessi, se guadagni e metti uno stop eviti di perdere i guadagni non realizzati se il titolo “tornasse indietro”.

      Non è mai opportuno mettere dei limiti ai guadagni, è invece indispensabile limitare le perdite…

      • Matteo

        Quello che ho fatto io!
        Ottimo consiglio

  • Nicola

    Non ho nulla di MPS ma leggendo il terzo consiglio (se hai un conto deposito o un conto corrente o fondi -> per una protezione assoluta vendili e trasferisci il tutto presso un’altra banca in cui comprerai prodotti analoghi di un’altra “marca”) mi è venuta una curiosità:
    Se molti correntisti preoccupati facessero questo , MPS non fallirebbe ancor prima ?

    • Giacomo

      @ Nicola
      Giustissima osservazione… Ma sinceramente, non credo di avere una popolarità così grande da essere letto da tutti i correntisti MPS :)
      Ti abbraccio e a presto!!

  • Mairo

    http://ilnuovorubicone.blogspot.it/2012/01/limitare-le-perdite.html

    Segnalo questo video per far comprendere lo stop löss.

  • Bj

    Ciao, complimenti per il post molto chiaro ed esaustivo.
    Io ho aderito al nuovo prodotto MPS Conto Deposito. Secondo te dovrei togliere il danaro messo li?
    Esiste un rischio concreto che la banca fallisca? Ovviamente, anche se c’è il fondo interbancario, non voglio seccature e magari dover aspettare dieci anni per riavere i soldi che ho risparmiato. MI piacerebbe un consiglio sincero, sai ho famiglia e non vorrei ritrovarmi col c–o per terra dalla sera alla mattina.
    Ti ringrazio per l’attenzione.

    • Giacomo

      @ BJ
      Io prudenzialmente toglierei i soldi, o quanto meno ridurrei “di brutto” gli importi. Se dovessero esserci problemi (nel peggiore dei casi) avresti delle difficoltà a recuperare i tuoi soldi, quindi è meglio evitare di rischiare…
      Un abbraccio e buon week end!!

  • Monia

    Buongiorno,
    io sono a chiederle un aiuto.
    Ho un conto MPS dove c’è un mutuo appoggiato.
    Sul conto ho circa 30.000,00. Con ventimila euro volevo fare un conto deposito.
    Cosa mi consiglia, li faccio sparire e li metto su un latra banca ? Per esempio intesanpaolo?

    Cordialmente,
    M.M

    • Giacomo

      @ Monia
      Sebbene non credo ci saranno problemi di insolvenza di MPS (già si parla dell’ingresso di un socio estero forse arabo nel capitale della banca) per motivi prudenziali io toglierei i 30.000 e li trasferirei su un altro istituto, o magari su un conto deposito.
      Cari saluti.

  • Antonio

    Salve, ho acceso un conto deposito vincolato (a 3 mesi in data 6.12.2012) presso MPS . Volevo chiederle : “Nonostante nel contratto di accensione dei deposito vi sia scritto che le somme depositate sono indisponibili sino alla scadenza ; vi è la possibilità di chiedere l’annullamento del contratto di deposito ? VI ringrazio per l’attenzione. Antonio

    • Giacomo

      @ Antonio
      Credo di no. L’indisponibilità delle somme fino alla scadenza sta proprio a significare che non è possibile rientrare in possesso dei soldi fino al termine del vincolo.
      Per qualunque cosa sono qui.
      Un caro saluto.

  • Marco

    Caro Giacomo,
    io ho un piano performance (vecchi piani Banca 121) che ora sono amministrati da Monte dei Paschi. Ho investito 9mila euro, che verso con una rata mensile e ne sto restituendo più di 14mila e ne avrò fino al 2016. Ora mi chiedo? Ma sto facendo bene a continuare a pagare, oppure mi converrebbe mettere un avvocato ed uscire da questo investimento? Se dovesse fallire salta tutto?

    Grazie

    • Giacomo

      @ Marco
      Interpellare un avvocato non servirebbe a nulla, a parte farti spendere altri soldi. In fondo la banca sta semplicemente onorando un impegno contrattuale che entrambi avete preso. Se dovesse saltare MPS non perderesti i tuoi soldi, se questi sono investiti in fondi comuni. Il patrimonio del fondo, infatti, è autonomo e separato rispetto al capitale della società che li gestisce e della banca depositaria (MPS in questo caso).

      Resta il fatto che piano di accumulo di questo tipo sono da evitare, poiché sebbene la logica sottostante dell’acquisto a rate abbia una sua valenza, i costi che vengono fatti pagare sono così esorbitanti da rendere sconveniente l’intera operazione.

      Limitati a sospendere i versamenti e stai tranquillo!!

  • Marco

    Grazie per la risposta!

    • Giacomo

      @ Marco
      Grazie a Te!!

  • Giovanni

    Buongiorno, ho 50.000 euro in obbligazioni MPS sub t con scadenza 2018, ho notato che se volessi vendere oggi nel DDT perderei circa il 20%, cosa faccio? Ho inoltre il conto con circa 30000 , cambio banca? Grazie e buone feste

    • Giacomo

      @ Giovanni
      Non drammatizzerei. MPS sarà salvata, considerata la sua strategicità politica e internazionale.
      Se per qualunque motivo fallisse una banca di quel calibro tutto il sistema finanziario salterebbe.

      Io terrei i titoli, ma per il futuro farei più attenzione a diversificare i miei investimenti…

      • Giovanni

        Grazie della risposta. So chiaramente di avere sbagliato a non diversificare, sono stato mal consigliato dal consulente Mps, ma adesso che il danno ė fatto cosa faccio? Ne esco in parte accollandomi la perdita? O attendo periodi migliori? Grazie

        • Giacomo

          @ Giovanni
          Ora come ora attenderei. Non credo che la situazione sia così compromessa da giustificare una fuga immediata…
          Un caro saluto!!

          • Giovanni

            Ciao Giacomo, l’altro ieri sono uscito con una perdita del 9%, meglio perdere qualcosa che straperdere credo.
            Grazie molto della tua disponibilità e grazie anche di avermi fatto attendere nel periodo in cui perdevo il 20%. Adesso forse mi conviene attendere prima di fare qualcosa.

  • Giovanni

    Grazie moltissimo, mi hai tranquillizzato!!
    attendo e vediamo che succede.
    Non appena sale un po comunque credo mi convenga uscire , anche perdendo il 10 %, e diversificare
    Saluti

  • giacomo

    Egregio dott. ho delle obligazioni emesse da poste italiane presso MPS che rischi corro di perdere i miei risparmi? In attesa di risposta grazie.

    • Giacomo

      @ Giacomo
      Direi di no, perché di fatto MPS è stata “salvata”. Di certo il rischio che corre è quello di prestare soldi a MPS e non alle Poste dato che è la banca il vero debitore del bond sottoscritto.

      Per questo è importante informarsi sempre sull’identità dell’emittente il sottostante di un’operazione di collocamento. Così si evitano pericolosi fraintendimenti: uno è convinto di “dare” i suoi soldi alle Poste e invece li sta prestando ad una banca terza.

      Un caro saluto!!

  • Paola

    e ora che rischiamo? ho delle obbligazioni in mps e temo di perdere tutto….

    • Giacomo

      @ Paola
      Il rischio TEORICAMENTE c’è. Infatti essere obbligazionisti significa essere creditori verso una banca che in questo momento è in difficoltà.
      Io non credo nel default di MPS, peraltro salvata grazie all’IMU, perché un esplosione dell’istituto senese trascinerebbe l’intero sistema bancario.

      Se hai avuto il ‘piede’ leggero e hai diversificato non mettendo tutti i tuoi soldi nei bond MPS direi – con ragionevole certezza – che puoi dormire sonni tranquilli.
      In caso contrario aspetta i rimbalzi delle quotazioni per alleggererire il peso dei tuoi bond.

      Per qualunque cosa sono qui per Te!!

  • Marcello

    Ciao ho bisogno di un consiglio… ho 150 di queste:
    Sottocategoria Non Gov Bonds
    Famiglia Bancari e Fin
    Sottofamiglia Emissioni di Gruppo
    Descrizione BMPS EM 19 10/14 2.6
    Emittente Banca MPS Spa
    con i fatti che stanno succedendo me li devo tenere o li devo vendere e che rischi corro secondo il tuo venerando parere. Grazie

    • Giacomo

      @ Marcello
      Se venderai le obbligazioni, più che un rischio subirai delle perdite, posto che è facile immaginare che le quotazioni dei tuoi titoli siano quotati ad un valore “basso”.
      Io ora come ora li terrei se il loro ammontare non è elevatorispetto al tuo patrimonio. Se invece essi rappresentano una parte importante del totale (diciamo oltre il 20%) aspetterei dei rimbalzi nel prezzo per alleggerire.

      Purtroppo caro Marcello, il mio parere è solo tale e non è venerando perché non ho nessuna capacità di prevedere il futuro. Mi baso su analisi fatte con un certo distacco ma sono umano e posso sempre commettere errori.

      Ti ringrazio per esserti rivolto a me e ti auguro buona giornata!!

  • Carmine

    Buonasera, ma in definitiva quali sono i rischi che corriamo noi obbligazionisti della MPS? Considerato il salvataggio della banca, rimane tutto invariato, in pratica come se nulla fosse successo?
    Grazie.

    • Giacomo

      @ Carmine
      Ora come ora non capita nulla. Nel caso peggiore potrebbe darsi che i bond subiscano una rinegoziazione ossia un taglio sul loro valore nominale.
      Non credo, invece, che si andrà verso il fallimento completo.
      Se non hai molti bond, in termini di porzione del tuo patrimonio, li terrei e starei tranquillo.
      In caso contrario attenderei un rimbalzo per venderne una parte e ‘alleggerire’ il rischio del tuo portafoglio.

  • Ireo Frizza

    Buonasera dott. Giacomo Savier,
    io presso MPS ho un conto corrente un fondo con interessi semestrali, un portafoglio dove viene depositato un tanto al mese con possibilita di prelievi in qualsiasi momento e alcune
    obbligazioni tutte con scadenza dal 2014 in poi.
    Vorrei un consiglio da lei sono in mani buone oppure mi devo preroccupare ?
    Trea l’altro presso MPS ho anche un firmato un attesta di rischio con rischio bassissimo in qualunque tipo diùinvestimento che faccio.
    Nell’attesa di una sua risposta grazie e arrivederci

    • Giacomo

      @ Ireo
      Non credo si debba preoccupare TROPPO. Semmai, se tutti i suoi soldi sono nelle obbligazioni MPS, approfitti dei rimbalzi che ci saranno per venderne una parte.
      Ok per avere il conto corrente con MPS, ma concentrare tutti i propri investimenti lì, sotto forma di obbligazioni, mi sembra un po’ eccessivo.
      Se, invece, i bond MPS sono una frazione del suo portafoglio inferiore al 20% stia tranquillo…
      Un caro saluto!!

  • Valentina

    Buongiorno Dr. Savier,
    presso la MPS ho un conto corrente e un deposito, dove mensilmente spostano dal mio conto una parte di soldi, fino al raggiungimento della quota pattuita da poter ritirare, nel mio caso, nel 2015.
    MI chiedevo se sia opportuno spostare tutto su un’altra banca.
    Grazie.

    • Giacomo

      @ Valentina
      Io fossi in te sposterei, solo per motivi prudenziali, il deposito e non vincolerei più soldi a lunga scadenza con MPS.
      Terrei invece il conto corrente. Se lo Stato dovesse coinvolgere i risparmiatori nelle perdite “attaccherebbe” prima di tutto gli obbligazionisti (i così detti risparmiatori consapevoli) e non i correntisti (i risparmiatori inconsapevoli).
      Quindi meglio essere prudenti…

  • Matteo

    Ciao Giacomo,
    vorrei avere qualche tuo commento sulla nuova situazione di MPS con lo ‘scandalo’ derivati.
    La storia dei derivati secondo me è una bomba a orologeria: nell’ambiente tutti sapevano, solamente ha fatto comodo farla esplodere in questo periodo elettorale. E sopratutto dopo avere già stanziato i Monti bond.
    Sopravviverà anche a questa botta o è il preludio della fine?

    • Giacomo

      @ Matteo
      Non credo sia l’inizio della fine. Credo che le notizie siano pilotate, come scrivi anche tu. Nel 2001 una sorte simile toccò alla BIPOP ma la notizia fu insabbiata.
      Intervenne la Banca di Roma che comprò tutto e nacque Capitalia, poi passata a Unicredit. Oggi, al contrario, si mette in croce MPS.

      Lungi da me l’idea di difendere qualcuno, ma credo che si tratti di cose che hanno sempre fatto più o meno tutti e che nella maggioranza del casi passavano sottaciute.

  • fabia

    Oltreal conto corrente ho un libretto do deposito nominativo rischio di perderlo?

    • Giacomo

      @ Fabia
      Non credo proprio. Se dovessero esserci delle perdite gli unici colpiti (ai quali sarà chiesto un sacrificio) saranno probabilmente gli obbligazionisti ma non i titolari di depositi.
      Stia tranquilla e aspettiamo di vedere che succede…

  • Rolando

    Buona sera dott. Saver,

    vorrei un suo commento su alcune dichiarazioni che ho sentito in TV. In esse si affermava che il destimo di MPS è il commissariamento. Questo rappresenta l’ anticamera del fallimento, oppure potrebbe comportare una ristrutturazione del debito della banca ed un rimborso delle obbligazioni ad un valore inferiore al nominale?
    Un saluto e grazie per la risposta.

    • Giacomo

      @ Rolando
      Andrei piano a parlare di “comissariamento” che è il preludio alla liquidazione coatta amministrativa dell’istituto (ovvero al fallimento).
      Piuttosto credo che nell’ipotesi peggiore ci sarà una ristrutturazione del debito “cartolarizzato” ossia delle obbligazioni con possibile taglio del valore nominale dei bond.
      Non penso, invece, che i depositi saranno toccati.

  • maria

    ho un titolo BMPS 12/24 EM2 con scadenza febbraio 2004 3 conto MPS : dagli aggiornamrnti di stasera con cui si paragona quello che sta succedendo al crac Parmalat conviene spostare immediatamente tutto salvando almenbo il capitale ?

    • Giacomo

      @ Maria
      Se tutti iniziassero a scappare da MPS il fallimento sarebbe garantito. Considerata la scadenza lunga dei titoli io starei attento. Se il peso sul suo portafoglio è minimo io terrei i bond. In caso contrario aspetterei un rimbalzo per venderne una parte così da ridurre i rischi.
      Un caro saluto!!

  • matteo

    Ciao Giacomo,
    ho in portafoglio 3 titoli BAV (Antonveneta, controllata MPS) con scadenza fine 2013 e fine 2014 e 2 titoli BMPS (Montepaschi) con scadenza fine 2013 e fine 2015: che devo fare, mi conviene vendere o rischio e aspetto? Considera che in questi titoli ho riposto l’80% dei miei risparmi… GRAZIE!
    Matteo

    • Giacomo

      @ Matteo
      In effetti il tuo portafoglio è troppo concentrato su pochi titoli e per lo più nello stesso settore.
      Per fortuna la scadenza è breve relativamente ai titoli che hai. Io approfitterei dei rimbalzi per ridurre il peso dei bond bancari nel tuo portafoglio.

      Non vedo grossi rischi, però è meglio essere prudenti…

  • Max

    Chi ha un mutuo presumo continuerà a pagarlo nel caso MPS venga statalizzata o acquisita ma a quali condizioni di tasso?

    • Giacomo

      @ Max
      Alle stesse di prima. Semma il problema è di chi ha crediti (e non debiti) verso MPS.
      Per i debitori non cambierà nulla…

  • Giuseppe

    Buon giorno, ha dei depositi a tempo correlati al conto corrente in una filiale MPS, i depositi scadono nel 2014 ma si possono prelevare anticipatamente con una forte riduzione degli interessi, cosa mi consigliate di fare?

    • Giacomo

      @ Giuseppe
      Io li terrei. Come ho scritto non credo che MPS sarà lasciata fallire. Ieri ai telegironali si parlava dei Monti Bond, ossia di un finanziamento pubblico per salvare la banca.
      In ogni caso, se anche ci fossero delle penalizzazioni, esse riguarderebbero gli obbligazionisti e non i depositanti.
      Stia tranquillo!!

  • Barbara

    Ho un conto corrente MPS ma praticamente viene azzerato ogni mese per le spese e di quello non mi preoccupo. invece sono preoccupata dai pac che ho sottoscritto per i miei figli rinnovati da poco 3 PAC con rischi inesistenti a loro dire insomma semplici piani di accumulo…..però poi ho accumulato dei soldi (A SCADENZA PAC) che mi hanno investito dicendo che comunque li posso prelevare quando voglio….mi vado ad informare… quanto potrò perdere se ritiro tutto? e conviene oppure con i PAC sono tranquilla perchè non diretti con solvibilità monte dei paschi? Grazie per il riscontro

    • Giacomo

      @ Barbara
      I PAC sono versamenti periodici su fondi comuni GESTITI da MPS. Insisto su questo punto perché i fondi non sono di prorpietà del Monte ma sono solo amministrati da una società del gruppo.

      In caso di fallimento (improbabile) di MPS i fondi non sarebbero toccati e non ci sarebbero perdite ascrivibili all’esplosione della banca. I fondi Lehamn, ad esempio, non sono falliti.

      Il rischio collegato ai tuoi Pac resta quindi ESATTAMENTE lo stesso sia nella migliore sia nella peggiore ipotesi. Per questo puoi stare tranquilla. A “rischio” sono semmai i creditori e gli azionisti di MPS ma tu non rientri né nell’una né nell’altra categoria.

      Per qualunque cosa sono qui per te e ti auguro buona settimana…

      • Barbara

        grazie mille, sono un pò + tranquilla…di questi tempi se riesci a mettere qualcosa da parte è già un miracolo…. se non ti fanno gli sgambetti

        • Giacomo

          @ Barbara
          Di nulla: risponderti è un piacere e un dovere :)

  • Placido

    Salve ho un conto corrente mps con grossa liquidità mi conviene acquistare titoli di stato oppure chiudere e cambiare banca? Grazie

    • Giacomo

      @ Placido
      Io non chiuderei il conto corrente. Ne aprirei un altro presso un’altra banca e farei parte dei miei investimenti lì. In questo modo non concentra tutti i suoi impieghi in un unico dossier, dato che la cifra in ballo è importante. Di per sé i titoli di terzi presso MPS sono al sicuro, ma per sua serenità psicologica utilizzi due conti e due dossier presso altrettanti Istituti.

      Così non avrà di che preoccuparsi.
      Un caro saluto.

  • Alessandro

    Nel caso di fallimento di una banca “capogruppo” (ad esempio Intesa San Paolo) ci sarebbero effetti anche sulle altre banche del gruppo (per esempio Banco di Napoli del gruppo Intesa San Paolo)?
    .
    Viceversa, in caso di fallimento di una banca del gruppo ci sarebbero effetti sulla banca principale?

    • Giacomo

      @ Alessandro
      Dicamo che se ad essere in difficoltà è la controllata la controllante dovrebbe intervenire per pagarne i debiti ed evitare l’insolvenza. Questo non solo in virtù del fatto che nelle SPA con socio unico (come accade per molte banche controllanti che sono l’unico azionista delle controllate) il controllante risponde solidalmente ed illimitatamente dei debiti del controllato, ma anche per motivi di correttezza verso il mercato.

      Nel caso di ficcicoltà della controllante, le controllate sarebbero vendute per fare cassa. Quindi in entrambi i casi le banche controllate sarebbero (il condizionale è d’obbligo) al sicuro.

      • Alessandro

        Grazie per la risposta.
        .
        .
        Nel caso una banca venga salvata dallo Stato (come adesso per MPS), si potrebbe verificare comunque una riduzione del valore nominale delle sue obbligazioni?

        • Giacomo

          @ Alessandro
          Teoricamente sì, ma praticamente non credo. In fondo la nazionalizzazione è fatta proprio per evitare di trasferire perdite ai privati :)

          • Alessandro

            Pensi che il valore di rimborso non venga tagliato nemmeno per le obbligazioni subordinate più rischiose (mi riferisco a MPS o qualsiasi altra banca che vanga salvata dallo Stato)?

          • Giacomo

            @ Alessandro
            Penso che ora come ora nessun bond subirà una decurtazione. Tieni però presente che con il tempo saremo sempre più europei e sempre meno italiani. E in Europa l’orientamento è quello di fare pagare i default anche agli investitori come è accaduto al caso recente di una banca olandese.

            Come dire… Per ora stiamo tranquilli ma teniamo presente che lo scenario potrebbe cambiare.

          • Alessandro

            Grazie. :-)

          • Giacomo

            @ Alex
            Di nulla!!

  • Matteo

    Ho un deposito italiano MPS a 60 mesi sottoscritto a ottobre 2012 attratto dal buon tasso creditore (4,85 lordo), ma liquidabile con minori interessi in qualsiasi momento.
    Quali sono i rischi in caso di fallimento? Devo liquidare tutto subito? lasciando 100mila euro si ha la garanzia di rimborso in caso di crack?

    • Giacomo

      @ Matteo
      Io non rimborserei il deposito a tempo. Come ho scritto rispondendo ad un commento precedente oltre al fatto che c’è il FITD un intervento pubblico privilegerà comunque i depositi a scapito delle obbligazioni.
      Semmai sono gli obbligazionisti a correre qualche “rischio” in più, ma non i depositanti. Stai tranquillo…

  • Paolo

    Salve, io l’anno scorso ho sottoscritto 25 di queste obbligazioni: BMPS 12/14 EM1 4,25 , con scadenza a gennaio 2014, ISIN IT0004781750, classe di rischio: 1 minimo.
    Prima di tutto vorrei sapere se è un obbligazione senior o sub (sono poco esperto in materia, mi sono fidato dell’impiegata bancaria), poi ovviamente che rischi corro e cosa mi consiglia: togliere o mantenere? Grazie, Paolo

    • Giacomo

      @ Paolo
      Dal prospetto non trovo da nessuna parte che si tratta di un titolo subordinato, per cui è un prestito Senior.
      Il problema della vendita è che esso non è quotato sui due pricnipali mercati regolamentati: borsa e TLX ma solo sul “mercato Interno” De@l Done Trading.

      Alla luce di ciò vendere creerebbe problemi di liquidità ed ulteriori perdite. D’altro canto il rischio non mi sembra così elevato per cui io terrei le obbligazioni.
      Un caro saluto e ricordi, per il futuro, di sottoscrivere solo strumenti quotati…

  • Giusepe.

    Ciao Giacomo..

    Io dei Azioni che tra l’altro volevo fermarmi due mesi fa e ritirare i guadagni. ormai erano anni che, avevo comprato questi azioni. ti dico solo che li avevo comparato quando c’era ancora la Lira, e avevo speso una miseria, cioe neanche 600 mila lire, adesso come dicevo due mesi fa volevo fermarmi. Perché con i conto fatti in banca era una bella soma. + di 40 mila euro, purtroppo io non ci capisco niente, sono stato sempre aiutato da un mio amico..

    secondo te dovrei fare adesso mi daranno sempre su i 40 mila euro.. o mi devo preoccupare.???

    Grazie Mile

    • Giacomo

      @ Giuseppe
      Perdonami ma non ho ben compreso la domanda. Hai delle azioni MPS comprate nel 1999 in collocamento e non sai che fare?

      • Matteo

        Sbaglio o a collocamento MPS stava su un equivalente di circa 4 euro?

        • Giacomo

          @ Matteo
          Non lo ricordo sinceramente. Ma i tempi erano diversi, parliamo del 1999 nel pieno della bolla da new economy in cui si credeva che la crescita del benessere economico e sociale non avrebbe mai avuto fine. Invece…

  • gilda

    ho un mutuo con loro

    • Giacomo

      @ Gilda
      Per te non cambierebbe nulla in nessun caso. Se anche PMS fallisse pagheresti il tuo debito alla banca che subentrerebbe. E’ sempre il creditore a correre il rischio di default della banca non chi ha un mutuo.
      Magari l’eventuale fallimento cancellasse i debiti :)

  • Barbara

    Buongiorno io ho sottoscritto da diverso tempo PAC che si rinnovano in automatico a lunga scadenza (fondo prima fix obbl BT A) la composizione di investimento non la conosco ma mi dicevano che per me è un salvadanaio e per adesso non ci ho rimesso…il problema è che li ho rinnovati da poco….conviene che tolgo tutto o mi informo se ci sono obbligazioni MPS all’interno del pacchetto ? e il grosso accantonato mi è stato investito penso sempre allo stesso modo…insomma con questi “salvadanai” rischio qualcosa? anche se la soc. che gestisce ANIMA mi ha detto che comunque loro gestiscono il fonfo e MPS è solo un intermediario che ha dato loro incarico di gestire fondi quindi anche se fallisce banca non rischio direttamente tranne le obbligazioni MPS che comunque mi hanno detto investimento a basso rischio come basso guadagno….mi vado ad informare bene ma che ne pensa? E poi mi conviene adesso disinvestire ora…? ANIMA dice che non ci sono commissioni di uscita.
    Grazie !

    • Giacomo

      @ Barbara
      Dal punto di vista della “sicurezza” le hanno detto il vero. Se si tratta di un fondo Anima MPS è solo un “venditore” che quindi ha nulla a che fare con i titoli che Anima comprerà per i suoi fondi.
      Il problema, cara Barbara, è che il fondo ha commissioni elevate (se è questo il fondo che hai).
      Per cui, in liea generale, ti dico che ti conviene sospendere i versamenti sul Pac e riprendere il controllo dei tuoi soldi.
      Un caro saluto!

      • Barbara

        grazie tante per i consigli…sono andata in Banca per chiarimenti.una parte me li hanno investiti per due anni con capitale garantito alla scadenza e ritiro cedole accumulate (quindi almeno per il capitale sto tranquilla se non lo ritiro prima della scadenza) sono obbligazioni Banca cedola a rimborso nominale a scadenza.
        per i pac sono quote base durata annuale (fine 2013 li ritiro a scadenza ed investo diversamente magari alla posta) quindi non mi conviene toglierli adesso ci perderei mentre a lunga scadenza sicuramente (tranne che non succeda l’apocalisse) dovrei avere le quote investite e una piccolo guadagno (investite in fix obbligazionario, fix europa geo asia e fix monetario…per esempio ieri mi dicevano che l’unico stabile sul mercato era quello obbligazionario mentre gli altri erano in perdita di pochi euro per la mia quota tipo 2,00 euro)
        Ti ringrazio moltissimo per questo spazio dedicato a noi “fortunati” correntisti MPS!

        • Giacomo

          @ Barbara
          Ci mancherebbe!! Per qualunque cosa siamo tutti qui e questo è il tuo spazio per scrivere ed ottenere aiuto!!
          Alla prossima!!

  • Carmine

    Ciao Giacomo, ti ringrazio per illuminare (noi) i creditori di MPS. Oggi sul sito di MPS ho letto:”Comunicazione ai sensi dell’art. 114, comma 5, del D. Lgs. n. 58/1998 – Prestito obbligazionario <>…. bla bla bla bla…………….”
    “… con cui dicono qualcosa agli obbligazionisti, ma non ci ho capito un tubo.
    Potresti tradurmi il contenuto della comunicazione in parole povere. Penso che sia di aiuto a tutti i lettori del tuo sito.
    Grazie e buon lavoro.

    • Giacomo

      @ Carmine
      Nulla di che: dice solo che c’è stata un’operazione di acquisto di un obbligazione MPS collocata in Posta.
      Unica cosa da notare: chi ha sottoscritto delle obbligazioni alle Poste si trova ad aver prestato soldi a MPS e magari nemmeno lo sapeva. Un po’ come avvenne con i bond Lehamn Brothers e, prima ancora, Bearn Stern finite nei portafogli dei risparmiatori ‘inconsapevoli’.
      Grazie a te e a presto!!

      • Matteo

        Sono pienamente d’accordo. Mi immagino migliaia di persone, soprattutto anziani, che in questo momento sta pensando: “Ho fatto bene a non fidarmi delle banche! Ho messo i soldi alle poste io!” e magari hanno un bel MPS Banco Posta

  • Sabina

    Buongiorno,
    sono correntista MPS e presso di loro ho tutti i risparmi di famiglia in obbligazioni MPS del tipo BMPS 11/14 EM112 4.7. Purtroppo mi sono lasciata ingannare dal fatto che sono obbligazioni quotate nel mercato secondario e per le quali MPS garantiva almeno il capitale versato.
    Sono tutte a scadenza tra giugno 2013 e febbraio 2015.
    In più ho un deposito a tempo (3 mesi) che scade a marzo.
    Ho letto le sue risposte ai vari lettori e non mi rassicura per niente essere obbligazionista MPS, in particolare ad alcuni risponde di aspettare “i rimbalzi”, vale anche per me anche se non sono obbligazioni quotate nel mercato primario? Secondo lei come mi devo comportare? Grazie per il suo lavoro.

    • Giacomo

      @ Sabina
      Ieri il Ministro dell’Economia Grilli ha affermato pubblicamente che MPS non sarà abbandonata. Come ha anche ribadito Profumo a “Ballarò” non è esclusa la nazionalizzazione, ossia il ritorno in mani pubbliche del capitale della banca. In pratica si farebbe marica indietro a che MPS era “Istituto di credito di diritto pubblico” nella normativa previgente.

      Queata manovra, mascherata dai Monti Bond serve proprio ad evitare il collasso della banca. Anche in considerazione del fatto che se non sono quotate non sono vendibili se non con perdite forti, io terrei i suoi bond e dormirei sonni tranquilli.

      Imparerei però la lezione: evitare i titoli non quotati e diversificare sempre e comunque. Per ogni cosa sono qui per lei e per tutti gli Amici che mi seguono…

  • Roberto

    Ciao Giacomo, innavzi tutto voglio ringraziarti per tutti i consigli che dai e che sono estremamente utili a chi come me ha qualche soldino da parte.
    Ho delle obbligazioni in Mps : BMPS 09/14 EM 63 STP , BMPS 10/15 EM 40 STP , BMPS 12/14 EM 49 3.9 , ABN AMBRO BK 08/13 TV per un totale di circa 90000 euro, viste le notizie che arrivano man mano cosa mi consigli?
    c’è da preoccuparsi? Ti ringrazio anticipatamente.

    • Giacomo

      @ Roberto
      Guarda Roberto, io non mi preoccuperei più di tanto. Penso che la vicenda MPS sia ‘pilotata’ per distogliere l’opinione pubblica dalla campagna elettorale.
      Io terrei i bond, a meno che tu non dorma la notte. In questo caso, come ho consigliato ad altri Amici, venderei parte delle obbligazioni sui rimbalzi di prezzo fino a che l’importo che resta in questi titoli è compatibile con la tua “soglia di sonno”.

      Investire in odo corretto non è solo questione di scelta del mercato e/o dello strumento migliore, ma anche dell’implementazione di una strategia che sia “ecologica” e psicologicamente sostenibile per l’investitore.

      Grazie per i complimenti e posta di nuovo se hai altre domande o vuoi il mio parere.
      Ciao!!

      • Matteo

        Le azioni hanno perso -9.5% oggi, però le obbligazioni MPS BancoPosta a scadenza 2017 hanno chiuso quasi in parità (anche se hanno scontato forti perdite nel crollo della settimana scorsa).
        A me sembra strano e mi fa pensare che siamo di fronte a speculazioni finanziarie-elettorali.
        Tu che ne pensi, Giacomo?

        • Giacomo

          @ Matteo
          Concordo in pieno. La tensione su MPS si è scaricata quasi tutta solo sulle azioni. Mi sarei aspettato una riduzione di valore dei bond in seguito all’aumento dei CDS ma invece non è successo.
          Anche secondo me si tratta di una speculazione volta a distogliere la nostra attenzione dalla campagna elettorale…

  • Matteo

    Un bel -9.5% !
    La prestazione di oggi non l’ho capita:
    1) i soldi glieli hanno dati (ok l’interessi e tutto, ma quello si vedrà)
    2) MPS si rifarà contro il vecchio management (Profumo ha detto management dieci volte in 2 minuti a Ballarò) e quindi anche come immagine non sono poi così screditati
    3) Magari vince il centro-sinistra le elezioni
    4) la procura sembra stia verificando responsabilità di Consob e Banca di Italia.

    Insomma, pensavo di starmene tranquillo per un po’, invece sembra niente

  • Giacomo

    Anch’io come Il sig Matteo pensavo di stare tranquillo e invece..oggi vedo la notizia che ci tutelerebbe secondo le fonti giornalistiche. Il sequestro conservativo. Vorrei che ci spiegasse cosa comporta questo tipo di tutela. Grazie.

    • Giacomo

      @ Giacomo
      Il sequestro conservativo è una misura volta a tutelare il patrimonio della Banca da manovre fraudoletne da parte dei dirigenti. Ho letto anche io la notizia ieri, ma poi mi sembra sia già stata smentita.
      Ad ogni modo credo sia più “ansiolitico” evitare di seguire le notizie minuto per minuto, perché c’è un TAM TAM mediatico notevole su questa vicenda con fughe di notizie e di smentite che fanno salire la pressione sistolica anche al più tranquillo dei risparmiatori.

      Al momento non è cambiato nulla per quanto riguarda MPS per cui rinnovo il mio consiglio a stare calmi.
      Un caro saluto a tutti…

      • Matteo

        Tra l’altro sembra che alcune notizie siano infondate, infatti la Procura di Siena ha aperto un’inchiesta su aggiotaggio e insider trading.
        Ogni minuto ne esce una, con pareri da persone sempre più estranee al mondo della finanza ma vicine a quello della politica. Ricorda un po’ la situazione dello spread di mezza estate.
        Penso che a prendere decisioni aspetterò il 25 febbraio.

  • paola

    Salve! Ho 30.000 in obbligazioni Mps. Oggi avevo deciso di venderle ma se lo faccio ora perdo circa 1.200. Che mi conviene fare? attendere i prossimi giorni e sperare che la situazione migliori o vendere per non correre il rischio di una perdita maggiore? Premesso che sono tutti i miei risparmi e mi “dispiacerebbe” non poco non averli piu’!
    Ho anche un altro quesito: il consulente che me le ha proposte mi aveva assicurato il “capitale garantito”…non è cosi’ per tutte le obbligazioni?
    Grazie di tutto!

    • Giacomo

      @ Paola
      Le obbligazioni garantiscono il capitale a meno che non fallisca l’emittente. Questo vale per tutti ibond e non solo per il caso specifico di MPS.
      Detto ciò io non venderei, considerato che in un modo o nell’altro la banca sarà salvata. In ogni caso un “taglio” del 4% (1200/30.000) è parecchio…
      Non vendere se posso darti un consiglio pur con il limite del fatto che non ho la capacità di vedere nel futuro…

      • paola

        Grazie…in effetti ieri ho seguito l’istinto e non ho venduto…ora non ci resta che incrociare le dita!!

        • Giacomo

          @ Paola
          Mi sembra che le cose si staino mettendo verso il bello. Se partono i Monti ond saremo a posto :)

  • Rolando

    Buona sera Dott. Saver,
    il Codacons ha presentato ricorso al TAR contro i Monti bond per MPS.
    Se il tribunale desse ragione ai consumatori, pensa che il salvataggio della banca si complicherebbe?
    Saluti e Grazie della risposta.

    • Giacomo

      @ Rolando
      Non credo più di tanto. Queste ‘cose’ non si risolvono mai in modo lineare. Ci saranno proposte, idee, bocciature e nuove idee.
      Ma alla fine in un modo o nell’altro MPS sarà salvata perché in ballo c’è la tenuta dell’intero sistema bancario.
      Purtroppo non ho il dono della preveggenza, ma credo che alla fine MPS verrà salvata…

  • Giacomo

    Grazie mille per la risposta.

    • Giacomo

      @ Giacomo
      Figurati!! Ti auguro buona settimana!!

  • CARLO

    Gentile Dott. saver
    ho delle obbligazioni mps scadenza dic 2013 per quantita 25000 con prezzo di carico 101 e la prima cedola e a giugno 2013 .
    Mi consiglia di vendere?
    Grazie tante

    • Giacomo

      @ Carlo
      No, io oggi come oggi non venderei. La scadenza è breve e la situazione non mi sembra così disperata. Tenga le obbligazioni e sangue freddo…

  • angy

    Buongiorno . Ho già letto le Sue risposte a domande simili alla mia ,ma specificamente : io ho una subordinata Lower Tier II con scad al 2020 – non è tutto il mio patrimonio ma pur sempre 50 di nominale…l’ho comprata che era a 96 ma adesso che è scesa sostanziosamente un pò d’ansia mi viene…nn ho fretta di venderla (anche perchè la cedola è 5,60 lorda) ma vorrei chiederLe se secondo Lei è alto il rischio di ‘haircut’ del valore nominale .. Grazie mille

    • Giacomo

      @ angy
      Non credo. Una delle ipotesi ventilate è quella del taglio della cedola come avvenne per altre banche in crisi ma il taglio del nominale mi sembra fuori discussione. Se non ricordo male anni fa un bond della RBS e uno della Allianz non pagarono interessi per uno o due anni, fino a che uscirono dalla crisi.
      Ma il capitale non fu intaccato.

      In ogni caso se vende oggi di fatto subisce un haircut derivante dalla discesa delle quotazioni. Io aspetterei, e non correrei a vendere i bond…
      Tenga però presente che non ho la sfera di cristallo, ma ragiono solo sulla base dell’esperienza e del buon senso.

      Un caro saluto!!

  • Bianca

    Gentilissimo Giacomo, ho un’obbligazione Senior ed una Subordinata Mps.
    Con la Senior sono in pareggio esatto, mentre con la Subordinata, scadenza 2020, perdo il 10% (ha perso il 16% in 10 giorni!).
    In caso di una nazionalizzazione della banca Mps, qual è la sorte delle obbligazioni Senior? E di quelle Subordinate?
    Viene sempre rimborsato il 100% del capitale come promesso? Vengono corrisposte le cedole come promesso?
    Ti chiedo questo perchè ho letto ieri del provvedimento (secondo me criminale) del governo olandese che, nel nazionalizzare Sns, ha deciso di non pagare le obbligazioni subordinate, trattando chi ha prestato soldi alla banca, esattamente come chi era azionista!
    Grazie per tutto!

    • Giacomo

      @ Bianca
      Gli obbligazionisti “subordinati” sono trattati “peggio” di coloro i quali posseggono bond “senior”. Questo fa parte delle regole, perché i bond subordinati sono – per l’appunto – i primi a saltare in caso di dissesto. E l’investitore deve saperlo.

      Detto ciò non credo che arriveremo a questi estremi. E’ più probabile che se le cose si metteranno davvero male ad essere in pericolo saranno le cedole, ossia gli interessi, ma non il capitale. Io non venderei nessuna delle due obbligazioni, a meno che il loro “peso” nel tuo portafoglio non sia così elevato da farti perdere il sonno o vivere situazioni di forte ansia e stress emotivo.

      In questo caso approfitta dei rimbalzi delle quotazioni per alleggerire un po’ i soli bond subordinati mantenendo gli altri.
      Un caro saluto!!

      • Bianca

        Caro Giacomo, innanzitutto grazie per i preziosi consigli.
        Mi è sembrato di capire, leggendo, che le obbligazioni subordinate in caso di fallimento sono appunto subordinate agli altri creditori, inoltre, la banca ha facoltà di non pagare la cedola, tranne per i titoli subordinati Lower Tier 2, come può succedere per i dividendi azionari.
        Mi conferma che avendo io un’obbligazione Lower Tier 2 non rischio nè che venga differito il pagamento, nè che non venga addirittura pagata la cedola?
        Ed è vero che in caso di conversione dei Monti Bond, l’unica tipologia di subordiante che potrebbe essere in difficoltà è la Tier 1?
        Grazie!

        • Giacomo

          @ Bianca
          Tratteremo prestissimo l’argomento dei bond subordinati. I titoli MPS Tier I hanno ‘saltato’ la cedola. Si tratta, in particolare di questi titoli.

          Le Lower Tier II non pagano le cedole solo in caso di grave insolvenza, per cui non credo siano coinvolte nell’operazione.
          Non perda il post sui bond subordinati in programma per la settimana prossima :)

  • Davide

    Buongiorno Giacomo, vorrei sapere che rischi si corre a possedere questo tipo di obbligazione BMPS 11/17 EM 11 4,2 ? Grazie per la sua cortesia

    • Giacomo

      @ Davide
      In linea generale, non conoscendo le caratteristiche tecniche del tuo bond (se è senior o subordinato) ti dico questo: l’unico rischio che corri è quello di perdere i tuoi soldi se MPS dovesse fallire.
      In caso di grave insolvenza potresti al massimo rimetterci gli interessi o vedere decurtare il valore di rimborso dell’obbligazione.

      Ma poiché non credo che MPS fallirà direi che il rischio vero che corri è assolutamente sostenibile a meno che tu non abbia in portafgolio solo quei titoli. Il resto è “paura”…

  • maria grazia

    Buongiorno Giacomo prima di tutto grazie per le tue risp le ho lette tutte…vorrei sapere se io che ho delle assicurazioni con l axa mps con scadenza lunga rischio di perdere questi soldi?l axa e’ legata alla mps oppure quest’ultima fa solo da intermediario nelle vendite?grazie

    • Giacomo

      @ Maria Grazia
      AXA è una compagnia di assicurazione distinta da MPS che funge da ‘collocatore’ delle polizze. Quand’anche MPS fallisse i suoi soldi all’AXA sarebbero sicuri come lo sono se fallisce il suo agente di assicurazione ma non la compagnia.
      L’agente (MPS) è solo un intermediario.
      La invito alla serenità da questo punto di vista…

  • Luca

    Salve dott.Giacomo vorrei solo un po’ di tranquillita’ da lei:ho investito 100 mila euro in obbligazioni mps extramot(estere)
    01/09/2020 con tasso d’interesse pagato ogni anno al 5,60% lordo..
    La domanda e’:cambia qualcosa se e’ mot o extra mot??
    Rischio molto??
    Che mi consiglia di fare??
    Grazie!!

    • Giacomo

      @ Luca
      Ribadisco il consiglio di non vendere e di aspettare gli eventi. Nel suo caso specifico non fanessuna differenza il fatto che i bond siano quotati sull’ExtraMOT.
      Non è il ‘luogo’ in cui essi sono quotati a fare da discriminante della loro solidità. Semmai la differenza è tra obbligazioni senior e subordinate.
      Per qualunque cosa sono qui per lei: mi ricontatti!!

  • luca

    Grazie Dott.Giacomo…mi ha dato una boccata d’aria….
    La cosa strana e’ che monitorando il mio titolo vedo che cmq tiene intorno al 90%…..
    Spero che la banca si salvi cosi anche i migliaia di dipendenti della stessa stanno piu’ tranquilli…
    Grazie ancora e se dovessi avere bisogno di lei sicuramente la ricontatterò….
    Buon lavoro…

  • Marco

    Buongiorno Dott. Giacomo vorrei farle una domanda : sono andato in banca (MPS) a chiedere che rischi corro possedendo tutti i miei risparmi in obbligazioni MPS con scadenza 2014- 2015 e mi è stato risposto di stare tranquillo perchè in caso di fallimento della banca interverrebbe la tutela giudiziaria che garantirebbe le obbligazioni dei risparmiatori. Ho capito bene ? può darmi qualche spiegazione in merito? Grazie tanto.

    • Giacomo

      @ Marco
      Se MPS fallisse vorrebbe dire, semplicemente, che i debiti superano gli attivi e quindi non ci sarebbero soldi per tutti. La ‘scommessa’ è che MPS NON fallisca.

      Le consiglio di leggere questo post che fa da vademecum per tutti gli investimenti fatti con Monte dei Paschi.

      Le auguro buona giornata e ricordo che sono a sua completa disposizione per ogni cosa.

  • andrea

    buongiorno,

    sono un cliente della MPS con un conto corrente e un mutuo (surrogato nel 2010), quando era possibile il tasso euribor a 1 mese (ed infatti presi quello a 1 mese con tasso a 0,85 più lo spread).
    ora, alla luce di questa storia scandalosa delle spericolate manovre finanziarie (e politiche) della MPS, come valuta questo prodotto del mutuo? cioè vorrei capire cosa ho in mano e cosa posso farci. leggendo gli altri commenti, so che non rischio nulla, neppure in caso di fallimento o commissariamento della banca….però devo sempre vigilare, anzi, magari ci fosse una opportunità per cancellare il mutuo seduta stante :-)

    • Giacomo

      @ Andrea
      Stai tranquillo!! A correre (eventuali) riaschi sono i creditori di MPS e non certo chi ha un mutuo. Se dovesse anche ‘sparire’ MPS pagheresti comunque le tue rate al liquidatore della banca, o all’istituto che subentrerà a MPS.
      Purtroppo il tuo mutuo non sarebbe in nessun caso cancellato.
      Buona settimana!!

  • andrea

    caro giacomo,

    io ero tranquillo ancor prima che lei mi tranquillizzava, il punto però è un altro, e forse non mi sono spiegato bene :-)

    intendo dire: questo prodotto (il mutuo) cosa può rappresentare in rapporto alla situazione della banca MPS?
    so benissimo che questa situazione non mi cambierà assolutamente nulla, non ci saranno conseguenze sulla mia tenuta economica, però … ecco, vorrei capire come un prodotto cosi possa rendere un problema alla MPS? ho infatti notato che questo genere di prodotto non viene più proposto già dal dicembre 2010 e che la banca ne ha venduti cosi tanti che non riesco a capire quale conseguenze potranno esserci su questo prodotto….
    io sto solo chiedendo una valutazione su questo prodotto in prospettiva futura, non sto chiedendo di rassicurarmi sul futuro, spero di aver chiarito il mio concetto… :-) la ringrazio per la pazienza

    Andrea

    • Giacomo

      @ Andrea
      Credo che la ‘messa fuori mercato’ del suo mutuo non abbia nulla a che fare con le vicende attuali di MPS. Infatti la concessione di credito fa parte dell’attività istituzionale della banca. Certo, la crisi ha ‘stretto i cordoni della borsa’ per cui oggi (e anche nel 2010) gli istituti sono avari di finanziamenti.

      Ma questo è un problema che ha a che vedere più con l’obiettivo di contenere i rischi, che non un’”impasse” legata al suo contratto specifico.Per il futuro non cambierà assolutamente nulla perché il suo mutuo proseguirà per la sua strada senza alcuna conseguenza per lei. Se non mi sono spiegato bene o ha altre domande non esiti a ricontattarmi.

      Sono qui per lei e per tutti gli altri Amici che mi seguono. A presto!

  • lele

    Salve signor Giacomo….la situazione ad oggi 18 febbraio 2013 qual è??
    E’ vero che si pensa che neanche coi monti-bond la banca riuscirà a recuperare le perdite avute??
    A questo si aggiunge pure la sfiducia dei correntisti che spostano i propri risparmi verso altri istituti per paura di perdere tutto….
    Sara’ la fine di una grande banca??
    Che ne pensa lei sig.Giacomo??
    Grazie per la sua disponibilità!!

    • Giacomo

      @ Lele
      Carissimo, in realtà la mia opinione non è affatto cambiata. Non sto a ripetere quello che ho scritto nel post e nei commenti, ma aggiungo solo una considerazione. E’ la percezione del rischio che è mutata, nel senso che le persone iniziano a farsi prendere dal panico generando un fenomeno che si auto-alimenta.

      In pratica è la paura a generare altra paura secondo un meccanismo psicologico ben noto. La cosa importante è non cadere in questo tranello e restare sempre lucidi e vigili. Un caro saluto a tutti!!

  • lele

    Buongiorno dott.Giacomo, innanzitutto grazie per le sue sempre tempestive risposte ma una cosa non mi è chiara:
    questi benedetti monti-bond arriveranno??
    O c’è il rischio che si blocchera’ tutto col nuovo governo…..?
    Grazie sempre e buon lavoro….

    • Giacomo

      @ Lele
      Purtroppo non le so dire che cosa accadrà dopo le elezioni. Non ho la capacità di prevedere il futuro, purtroppo, per cui l’unica cosa certa è che ora più che mai conviene stare vigili ma alla finestra. :)
      Grazie per i suoi complimenti e un caro saluto…

  • michele

    ciao Giacomo, io ho il conto corrente in MPS con due conti deposito uno scadenza 1 anno , l’altro 2 anni….inizialmente ero convinto a investirli in contodeposito IFIS poi mi hanno sconsigliato dicendomi di nopn fidarmi …e guarda un pò ora!?!?! (ex cliente BNL)

    • Giacomo

      @ Michele
      Purtroppo è prassi diffusa quella di parlare male della concorrenza. I ‘marcioni’ sono sempre gli altri, guarda caso. Le banche sono in pericolo, ma non la nostra. Noi siamo assolutamente sani. Questo è il tenore dei ‘consigli’ che circolano negli ambienti operativi…

  • cesare

    salve giacomo anch’io condivido con lei l’opinione che mps non fallirà non fosse altro per il peso della storia che in questo momento penso sia la dote piu corposa della banca. ma essendo un obbligazionista mps per buona parte dei propri sudati risparmi qualche bel sogno di mezzo inverno me lo sono rovinato…non venderò perchè i bonds scadono nel 2014 e la razionalità mi dice che è questa la giusta via,ma i bei sogni rovinati saranno comunque un poetico default…

    • Giacomo

      @ Cesare
      Più della storia inciderà l’effetto domino che – a catena – farebbe saltare tutte le altre banche in caso di default di MPS. Perciò ti rinnovo il mio invito a dormire sonni tranquilli e a tenere i tuoi bond. Sono certo che il tuo sogno di messo inverno non sarà per nulla rovinato :)
      Un abbraccio fraterno.

  • Paola

    Buongiorno..approfitto ancora della tua disponibilità: stamattina controllando le quotazioni della mie obbligazioni ( it0004798937) vedo che sono aggiornate al 22/2…vado in panico o è normale?
    Grazie e buon lavoro!

    • Giacomo

      @ Paola
      e’ normalissimo. Il prezzo che viene usato per fare gli aggiornamenti è quello dell’ultimoscambio. Ma recentemente i bond MPS hanno scambiato poco con il risultato che hai messo in luce. Ma ripeto: al momento non sono emersi elementi di preoccupazione.
      Un caro saluto.

  • Gianni

    Dott. Giacomo buongiorno. Son rimasto affascinato dalla chiarezza e dalla tempestività delle sue risposte e quindi approfitto per un mio quesito. Ho 50.000 € da investire .Il MPS, di cui non sono correntista, mi ha fatto una proposta di aprire un conto deposito ad un tasso del 4%, che non ha vincoli di tempo. Posso aggiungere o togliere capitali in qualunque momento. Alla luce dei fatti aggiornati, è un investimento consigliabile, con buoni margini, anzi direi assoluti, di sicurezza di non vederli volatilizzati da un default, peraltro credo improbabile? Grazie anticipate per la sua risposta

    • Giacomo

      @ Gianni
      La ringrazio infinitamente per i complimenti che cerco di meritare giorno per giorno. In linea di massima io non aprirei un conto deposito con MPS prefrendo per motivi prudenziali un’altro istituto. Ad esempio contosuibl che offre poco meno (sul vincolato) ma che è più sicura a mio modo di vedere. Concordo con lei sul fatto che difficilmente MPS fallirà, ma essere prudenti non guasta mai. Un caro saluto e tanti auguri.

  • lele

    Salve signor Giacomo, secondo la sua esperienza c’è da preoccuparsi per questa situazione(titoli MPS in calo vertiginoso giorno per giorno)…..
    questi maledetti monti-bonds arriveranno o chissa’??

    • Giacomo

      @ Lele
      Purtroppo la mia esperienza non conta nulla, perché siamo di fronte ad una situazione completamente nuova. Ad ogni modo non credo che MPS falirà se i nostri mancati governanti non vogliono fare scoppiare una guerra civile. Per questo starei tranquillo e in attesa degli eventi. Un caro saluto.

  • lele

    Egregio signor Giacomo secondo lei se in Italia tra 200 anni ci sara’ questa drastica misura anti crisi come in Cipro e cioe’ del prelievo forzoso su depositi e contocorrenti pensa che chi ha obbligazioni o titoli di stato possa in qualche modo essere toccato??
    E in che modo??
    Grazie….
    Buona Pasqua….

    • Giacomo

      @ Lele
      Ho scritto un post su questo argomento. Sarà on line dopo domani (mercoledì) per cui ti chiedo la cortesia di attendere un giorno per ricevere le risposte alle tue domande. In questo modo eviterò di riscrivere qui quello che dettaglio nell’articolo. Grazie per la pazienza e buona lettura :)

  • lele

    Grazie a lei….ma il post dove lo trovo su questa pagina?
    Buona giornata

    • Giacomo

      @ Lele
      Sì nella home page di oggi :)

  • angy

    Salve Dott. Giacomo nel ringraziarla per la sua disponibilità volevo chiederle dei consigli. Ho delle obbligazioni mps e precisamente BMPS11/16 EM28STP E BMPS 11/13 EM71 TV sono obbl ordinarie fuori mercato . essendo molta preoccupata le vorrei spostare il tutto un altra banca ci sarebbero meno rischi per il capitale investito ?e il flusso cedolare continuerebbe lo stesso anche spostando i titoli? grazie

    • Giacomo

      @ Angy
      Spostare i titoli presso un’altra banca non servirebbe a nulla. Se MPS fallisse i suoi bond diventerebbero carta straccia anche se fossero custoditi in un altro istituto. Ma non credo che siamo in una situazione di rischio reale. Per quanto non sappia prevedere il futuro la invito alla calma.

  • Elisa

    Buongiorno Dott.Giacomo, sono correntista mps e avendo liquidità in conto mi hanno proposto l’acquisto della seguente obbligazione:mps 11/17 mc eur banco posta 3 cap&floor.io sono molto dubbiosa anche se nn credo che la banca possa fallire.tuttavia mi chiedo quanto possa essere prudente?fra l’altro avevo chiesto di investire in un conto deposito a 5 anni (il massimo, in quanto quei soldi non mi serviranno) e mi è’ stato risposto che sarei stata la prima a farlo in quanto non conveniente e durata troppo lunga (presumono che i tassi di interesse possano aumentare e a quel punto il tasso del conto deposito non risulterebbe molto conveniente. Il tasso applicato al conto deposito e’ il 3,9 lordo).
    La ringrazio sin d’ora per la sua attenzione e per i preziosi consigli.
    Elisa

    • Giacomo

      @ Elisa
      Il bond che le hanno proposto, di per sé non è male. Il punto è che non è assolutamente prudente investire i propri soldi in un unico titolo per di più emesso dalla banca in cui si è correntisti. E’ bene non limitarsi solo a scegliere i titoli migliori, ma anche impostare una strategia di portafoglio diversificata, completa e coerente con i suoi obiettivi di investimento. Fossi in lei non comprerei solo quel titolo ma diversificherei ulteriormente.

      Proprio per aiutare le persone come lei ad investire in modo corretto con una diversificazione efficace ho scritto l’ebook l’investimento perfetto che la aiuterà ad investire dalla A alla Zeta minimizando i rischi. Sono d’accordo con lei nel fatto che difficilmente MPS fallirà, ma la prudenza è d’obbligo.

  • MARCO

    Sono possessore di un obbligazione monte paschi scadenza 2029 che rimborserà, spero, 220. Ma nel frattempo non paga cedole (zc). L’ho in carico al prezzo attuale di mercato circa 89. La ringrazio anticipatamente per una sua valutazione.

    • Giacomo

      @ Marco
      Il bond che ha in portafoglio è uno ‘zero coupon’ ossia uno strumento finanziario che capitalizza gli interessi pagandoli insieme con il capitale alla scadenza. Considerata la scadenza lunga del titolo, è forse opportuno venderne una parte per fare investimenti di altro tipo. Mantenere la sua esposizione su quel titolo, infatti, la espone a due tipi di rischio:

      a) rischio emittente (dal momento che si tratta di un bond emesso da un solo soggetto)
      b) rischio di tasso perché gli zero coupon sono gli strumenti finanziari più ‘sensibili’ alle variazioni dei tassi. Un rialzo dei rendimenti.

      Se il ‘peso del bond’ nel suo portafoglio è inferiore al 10% non faccia nulla. In caso contrario ne venda una parte per diversificare i suoi investimenti. Un caro saluto e a presto.

  • marco

    Buongiorno mi ha chiamato la banca MPS dicendomi che devo disinvestire dei titoli dei paesi emergenti, global ed europa per metterli in fondi obbligazionari, pensate che sia un buon consiglio da parte del direttore MPS?
    Grazie
    Saluti
    Marco

    • Giacomo

      @ Marco
      Un ottimo consiglio, ma per il direttore che grazie alla vendita dei fondi prenderà un premio a fine anno :)
      I fondi comuni sono in gran parte da evitare perché sono prodotti cari e inefficienti. Fai meglio a comprare tu stesso delle singole obbligazioni o dei semplici – ma convenienti – titoli di stato. Eviterei di sottoscrivere fondi…

  • Marco

    Buongiorno Sig. Giacomo
    La ringrazio per i consigli, la banca mi ha proposto di vendere fondi anima global, europa, emergenti e comprare Anima traguardo 2019 plus port.
    Cosa ne pensate?
    La ringrazio in anticipo
    Saluti
    Marco

    • Giacomo

      @ Marco
      Buon giorno, seguirei solo la prima parte del consiglio, ossia venderei i fondi anima ma senza sottoscriverne altri. Si tratta, infatti, di prodotti cari ed inefficienti che è meglio evitare. Un caro saluto.

  • Domenico

    Ho anch’io le sub mps UT II 08/18. Oggi che, secondo l’Agenzia Fitch, è alta la possibilità di nazionalizzazione di mps, non si potrà comunque non rimborsare il bond a scadenza, se la Banca o il soggetto che la acquisterà (perciò anche i debiti che dovrà onorare se esso stesso non sarà in default) esisterà ancora. E’ così, posso stare comunque tranquillo ? Non è legale cambiare le regole stabilite per il bond, anche se le autorità UE la pensano diversamente, vero? Grazie se mi potrà rispondere .

    • Giacomo

      @ Domenico
      E’ difficile dire che cosa accadrà. Se subentrerà un socio estero che comprerà la banca e questa continuerà ad esistere non ci saranno problemi. Ma se la banca sarà nazionalizzata è ragionevole immaginare che i creditori saranno in parte coinvolti nelle perdite. Per questo oggi liquiderei i titoli MPS in cerca di differenti alternative, a meno che il peso dei suoi bond sia modesto, rispetto al totale dei suoi investimenti.

      Se le obbligazioni ‘incriminate’ rappresentano al massimo il 5% del suo capitale allora può continuare a tenerle e a correre il rischio, in caso contrario io le venderei subito, come ho suggerito da alcuni giorni ai clienti del servizio di consulenza.

  • Lele

    gent.mo Dott.Giacomo
    Vorrei farle una semplice domanda:
    Ho dato una guardata ai numerosi titoli di stato btp dando una maggiore attenzione a titoli con scadenza tra i 5 e i 10 anni residui dei titoli stessi…
    Posso in qualunque momento acquistare alcuni di questi o sono ormai fuori tempo?
    a chi posso rivolgermi?

    • Giacomo

      @ Lele
      I BTP sono quotati sul mercato delle obbligazioni (MOT) di borsaitalia cui lei ha accesso attraverso la sua banca. Può quindi comprare quei titoli in qualunque momento rivolgendosi al suo istituto. Un caro saluto e buona giornata…

  • Domenico

    Grazie per il consiglio dr. Giacomo. Ma penso che una banca che è anche partecipante al capitale di Banca d’Italia con 7.500 quote(2,5%) e possiede l’1,20% di tutto il debito dello Stato italiano Possa non pagare a scadenza i bond, anche se subordinati, venduti ai clienti privati con il consenso della stessa Banca d’Italia e della Consob per l’acquisizione di un’altra banca, superpagata per non lasciarla in mani straniere. E’ stata tutta una manovra concordata e se faranno male a noi piccoli risparmiatori, a cui hanno chiesto aiuto attraverso i loro venditori in banca che ci hanno rifilato il bond UT II 08 / 18 , di tutta fretta, spacciandolo per ottimo investimento, senza rischi e non facendoci leggere prima il prospetto (a loro dire neanche erano in possesso), succederà veramente qualcosa di epocale. Sono tutti coinvolti. In primis Banca d’Italia e consob e i loro vertici del tempo.
    La saluto cordialmente.

    • Giacomo

      @ Domenico
      Infatti la raccolta di capitali freschi è avvenuta previa l’emissione di bond subordinati con scadenza non breve. Certo, una svolta epocale ci sarebbe in caso di default, ma credo che il sistema finanziario vada riformato perché a cinque anni dallo scoppio della crisi nulla è cambiato. Ed anche le colonne marmoree dei palazzi in cui hanno sede le più nobili banche italiane potranno vacillare.
      La prudenza è d’obbligo…

  • Alex

    Gent.ssimo dott.Giacomo,
    mio cugino Direttore filiale MPS mi ha detto che per legge una banca non puo’ fallire, in quanto diventerebbe nazionalizzata dallo stato…e per quanto riguarda i piccoli risparmiatori che hanno delle obbligazioni di stare tranquilli in quanto in caso di defaut diventerebbero titoli di stato…
    Mi conferma cio’??

    • Giacomo

      @ Alex
      Purtroppo no. La stessa legge bancaria (D lgs 385/1993) prevede che le banche possano fallire, andando in liquidazione coatta amministrativa. Se una banca va in default gli obbligazionisti perderanno parte dei propri soldi,anche in caso di intervento dello Stato. Si salveranno solo i titolari di conti deposito il cui saldo sia inferiore a 100.000 euro. Suo cugino è male informato, purtroppo.

  • Gianni

    Salve sig.Giacomo avrei una delucidazione da chiederle.
    Ho appreso proprio in giornata di oggi che nella manovra che i parassiti del governo intendono fare ci sarebbe un aumento della percentuale dal 20 al 22% sulle rendite finanziarie.
    Ora la mia domanda e’:io che detengo purtroppo obbligazioni mps a lungo termine sarei penalizzato ancora?
    o metteranno dei paletti ad esempio da 500.000 euro in su??
    Grazie…

    • Giacomo

      @ Gianni
      Stando a quanto scrive il Corriere della Sera, si tratterebbe di voci infondate. Se, ad ogni modo, l’aliquota sarà elevata dubito che ci saranno delle esenzioni , purtroppo.

  • Lele

    Egregio sig.Giacomo dopo la brutta vicenda che vedeva la MPS …la situazione e’ cambiata??
    Vorrei acquistare un obbligazione con scadenza 04/2020 al 5% d’interesse ….
    Incorrerei a dei rischi elevati??
    Grazie…

    • Giacomo

      @ Lele
      Io sinceramente non la comprerei. La situazione di MPS non è affatto migliorata e già si ventila l’ipotesi di un aumento di capitale per ripagare i Monti bond…Un caro saluto e buona settimana…

  • Lele

    Egregio sig.Giacomo grazie della sua tempestiva risposta…
    Ma non capisco cosa significa aumento di capitale per far fronte a monti bond….
    Cioè quale potrebbe essere il mio rischio??

    • Giacomo

      @ Lele
      Il rischio potrebbe essere quello di un dissesto della banca, con conseguente perdita sui suoi bond. Il fatto che MPS chieda soldi nuovi ai soci significa che è in cattive acque e che è bene fare attenzione…

  • ulderico

    Salve sig.Giacomo avrei un quesito da porle:
    Ma riguardo l’aumento della tassazione dal 20 al 22% delle rendite finanziarie che si dice??
    Grazie….

    • Giacomo

      @ ulderico
      Non mi risulta che sia già operativa. Nella legge di stabilità si parla solo dell’incremento dallo 0,15% allo 0,20% dell’imposta di bollo e stop, o mi sono perso qualche cosa?

  • Walter

    Salve sig. Giacomo…cosa succederebbe alle mie obbligazioni MPS se la Banca Mps verra’ nazionalizzata??
    Voglio dire a scadenza riavrei comunque i miei soldi?
    Quale sarebbe il male peggiore: se avvenisse l’aumento di capitale o se lo stato nazionalirebbe la banca?
    Sono molto preokkupato….
    Grazie

    • Giacomo

      @ Walter
      Se MPS sarà nazionalizzata è possibile che una parte dei costi sia addossato agli obbligazionisti. C’è anche una legge europea che dovrebbe venire approvata anche in Italia che prevede la possibilità che gli obbligazionisti subiscano delle perdite in caso di nazionalizzazione.

      Non è ancora entrata in vigore, ma è bene che lei sappia che c’è questa possibilità. Il caso più favorevole è quello dell’aumento di capitale che rafforzerebbe la banca ad un livello di patrimonialità. Purtroppo preoccuparsi ora non serve a molto: è sempre bene essere accorti prima valutando attentamente i rischi e diversificando molto i propri investimenti.

      Se ha investito in modo eccessivo in obbligazioni MPS valuti di venderne una parte per ridurre l’esposizione complessiva del suo portafoglio nei confronti della banca. Per ogni sua esigenza sono a completa disposizione. Un caro saluto…

  • Walter

    Grazie dott.Giacomo della risposta…..Ma ipotizziamo che arrivi alla scadenza senza vendere niente indipentendemente se fosse nazionalizzata o meno, avrei cmq i miei soldi?
    O potrei cmq avere delle perdite?

    • Giacomo

      @ Walter
      Onestamente non lo so. Dipende da che cosa accadrà alla banca, ma riprendere tutti i suoi soldi purtroppo non è una certezza. Per questo motivo le dicevo di alleggerire la posizione.

  • Alberto

    Gentilissimo Dott.Giacomo, ho investito molto poco prima Che succedesse lo scandalo mps e poi poche settimane fa prima di apprendere la notizia dell’aumento di capitale, data che ha sancito un altro crollo. Valore nominale 0,265. (Non insultatemi, sono già amareggiato di mio…) quali sono i rischi di quanto ho investito nel caso (peggiore??) di nazionalizzazione? Cosa consiglia di fare ora? Aderire all’eventuale aumento, investendo molti soldi (che non ho!!!)?

    • Giacomo

      @ Alberto
      Io non aderirei all’aumento, che ha depresso le quotazioni anche per motivi tecnici. Per prima cosa venderei i diritti di opzione al più presto e poi non farei più nulla. E’ impossibile dire cosa accadrà a MPS, ma nel dubbio tanto vale stare fermi.
      L’ipotesi di nazionalizzazione e di perdita integrale dei suoi soldi è, appunto, solo un’ipotesi. Se vende oggi perde parecchi soldi, e se media rischia di perderne degli altri.
      Stai fermo e aspettiamo per vedere cosa accadrà.

  • Rita

    Salve sig Giacomo….sono ore di terrore per me e la mia famiglia in quanto abbiamo investito quasi tutto su obbligazioni extramot MPS scadenza 2020….
    Potrebbe tranquilizzarmi dicendoci che con l’accordo avvenuto con la banca Deutsche Bank potremmo tirare un sospiro di sollievo?
    Se avvenisse comunque un aumento di capitale es: dall’oriente come si sospetta cosa accadrebbe ai nostri titoli?
    Perderemmo tutto?
    in che modo?
    La prego ci dia una consulenza….
    Grazie

    • Giacomo

      @ Rita
      Sicuramente l’accordo significa una boccata di ossigeno per la banca, ma non posso garantirle che tutto sia risolto in modo semplice. Escludo la possibilità che MPS fallisca e che lei perda i suoi soldi per intero, ma le obbligazioni qualche vicissitudine potranno averla.

      L’aumento di capitale di per sé non avrà nessun effetto sui suoi titoli. Le uniche preoccupazioni potrebbero arrivare dalla nazionalizzazione o dall’eventuale default cosa oggi poco probabile. Stia tranquilla e appena possibile venda una parte di quelle obbligazioni per evitare eccessive concentrazioni del rischio. E buone feste!!

  • Lele

    Grazie ai suoi suggerimenti ho venduto tutto(obbligazioni mps subordinate), rimettendoci qualcosina nell’acquistare btp italia…scadenza 2024
    ora la mia domanda e’: ho acquistato sempre tramite la banca mps; mica ci sono dei rischi nell’eventuale aumento di capitale ,nazionalizzazione o defaut dell’Istituto per i miei titoli dello stato?
    Grazie….

    • Giacomo

      @ Lele
      Assolutamente no. I titoli in deposito sono ‘beni di terzi’ con riferimento alla banca e quindi non possono essere aggredite dai creditori di quest’ultima in caso di default. Stia tranquillo e trascorra sereno le vacanze di Natale :)

  • lele

    Sig.Giacomo un ultima domanda vorrei pole:
    Le risulta che quando si acquista un titolo nell’esempio del mio caso(btp marzo-2024)acquistati il 23 dicembre 2013 oltre al prezzo di acquisto debba anticipare gli interessi maturati fino ad ora( per poi risquoterli insieme a quelli maturati dal 23 dicembre a marzo 2014)?
    Grazie e Buone feste

    • Giacomo

      @ Lele
      Assolutamente sì. Al momento dell’acquisto di un’obbligazione si anticipa sempre il rateo di interesse maturato per poi incassare la cedola per intero alla successiva ricorrenza.

  • vincenzo rizzo

    Possiedo un obbligazione mps scad.2017 quotata intorno a 70. tenuto conto che l’importo ammonta a circa il 10% del mio portafoglio cosa mi conviene fare. vendere o tenere duro?

    • Giacomo

      @ Vincenzo
      Il 10% del portafoglio complessivo investito in una sola obbligazione non è molto e le faccio i complimenti per la grande diversificazione adottata. Le consiglio di tenere quel titolo e non porsi eccessivi problemi. Un caro saluto.

  • Luca

    Ho questo patrimonio presso il monte paschi. C/C circa 6000 euro. Fondi comuni azionari anima Europa e america per circa 50000 euro. Acquisto di azioni di altre società quotate e cct presso lo stesso dossier titoli dei fondi. Lei cosa farebbe? Trasferirebbe il tutto da un’altra parte? O starebbe tranquillo?

  • carmelo

    Egr.dott. ho una obbligazione, alquanto sostenuta, che sta per scadere a fine di questo mese, con l’ultima cedola di 2 anni,presso la MPS. Il direttore della filiale di Siracusa mi ha proposto una nuova obbligazione al 2,50 lordo,a parte il fatto se conviene o no,sono allarmato per le notizie piuttosto incerte sulle sorti di questa banca,cosa mi può consigliare? So che non ha la sfera magica,ma,sentire altre campane fa bene.Qui stanno togliendo tutto per la paura.grazie per la risposta. Carmelo

    • Giacomo

      @ Carmelo
      E’ difficile dare consigli senza aver prima fatto un’analisi completa della sua situazione. Certo, però, che il 2,50% di interesse è molto poco. Io porterei via i soldi da MPS e aprire un conto deposito, che tra l’altro è garantito fino a 100.000 euro dal Fondo Interbancario mentre le obbligazioni non lo sono.

      Può stare su rendimax o contosuibl che a mio avviso sono i due conti deposito attualmente migliori. Un caro saluto e non si preoccupi!!

  • Marco

    Egregio Dott.Giacomo potrebbe consigliarmi su un’ obbligazione a tasso fisso 5,20% lordo annuo che ho visto pubblicizzata messa da banca IMI in dollari Australiani (Isin IT0004990161) durata di 5 anni cosa ne pensa lei?
    Innanzitutto vorrei sapere quali possano essere i rischi(tengo a precisare che vorrei acquistare circa il 20% del mio capitale e che prima dei 5 anni non mi serve appunto questa somma investita)…
    Grazie e buon lavoro…

    • Giacomo

      @ Marco
      Le sconsiglio di acquistare quel titolo. Il motivo per cui rende ‘così tanto’ sta nel fatto che è denominato in una valuta diversa dall’euro e questo la espone a possibili perdite anche consistenti se il dollaro australiano dovesse svalutarsi nei confronti della nostra moneta.

      Questi titoli sono speso “specchi per le allodole” che cercano di attirare i risparmi degli investitori senza spiegare in modo adeguato i rischi. Un caro saluto e a presto!!

  • marco

    Grazie infinitamente per il con siglio che accetto al 100%..
    Le chiedo un ultima opinione:ho visto su un confronto di depositi vincolati che Banca delle Marche applica un buon tasso d’interesse su somme depositate e vincolate a 12 mesi addirittura arriva al 3,40% lordo..
    Mi consiglia di andare in sede o di aprire eventualmente un conto online?
    E’ attendibile come banca?
    GRAZIE…

    • Giacomo

      @ Marco
      La banca è commissariata per colpa delle gravi difficoltà in cui si trova. E’ vero che una banca commissariata è una banca “controllata” che dovrebbe presto tornare ad essere sana, ma la malattia potrebbe anche terminare con il default per cui io onestamente eviterei.

      Piuttosto apra il conto rendimax.it o contosuibl.it che sono conti redditizi ma offerti da banche più sicure.

  • marco

    Grazie infinitamente……
    vivo a Foggia e vedendo un po’ le filiali di Banca IBL ho scoperto che la filiale piu’ vicina a me e’ a BARI…
    Che mi consiglia di andare di persona in filiale o di aprire il conto ONLINE??
    Grazie ancora buon Lavoro..

  • Nicola

    Egregio Dott.Giacomo, ho letto tutte le sue risposte date ai suoi forum e devo dire che e’ una persona gentilissima e molto competente..
    Avrei anche io un quesito da porle:
    secondo lei se quel …….di Renzi alzasse la tassazione sulle rendite finanziarie, crede che le alzerebbe pure sui BTP?
    Grazie….

    • Giacomo

      @ Nicola
      Grazie infinite per i complimenti. Fino ad oggi i titoli di stato hanno goduto di un regime fiscale favorevole (tassazione al 12,50% invece che al 20%) e credo che questo favore sarà mantenuto anche in futuro.

      Il condizionale, però, è d’obbligo poichè nessuno sa esattamente che cosa accadrà. Buon fine settimana e a presto!!

  • Rocco

    Caro Dott. Giacomo coda succedera’ ai nostri piccoli risparmi(precisamente BTP)….
    Le rendite gia’ sono una miseria….poi vogliono tassarle addirittura del doppio??
    Che consiglio ci da’?
    Buon Lavoro…

    • Giacomo

      @ Rocco
      Invece di preoccuparci per ciò che non possiamo controllare (l’eventuale aumento della tassazione sulle rendite finanziarie) mi concentrerei su cosa dipende da me: imparare ad investire in modo tale da compensare l’eventuale maggior onere con abbondanti guadagni.
      E questo è possibile solo con la formazione finanziaria o seguendo i consigli degli esperti. Un abbraccio.

  • geo

    Egr.Dott.SAVER,
    oggi estinguere un conto corrente è un’operazione semplice che comporta meno costi (o nessuno) e tempo che in passato e si è liberi di farlo in qualsiasi momento senza dover dare spiegazioni alla Banca.
    Un’opportunità offerta da quasi tutti gli Istituti di credito è quella di richiedere alla nuova Banca l’estinzione del conto corrente presso la vecchia.
    Il tutto viene effettuato attraverso la compilazione di modelli prestampati e l’invio telematico della richiesta di trasferimento dei servizi di pagamento (gli addebiti RID e i bonifici).
    Entro brevissimo tempo e con costi molto contenuti è pertanto possibile cambiare Banca senza recarsi negli sportelli presso i quali si è acceso il conto corrente originario.
    Mia moglie ha interrotto recentemente un rapporto con MPS e così è stato, ma con stupore la Banca si è trattenuta 150 Euro, che rimborserà nel momento in cui avrà ricevuto la richiesta di apertura di un nuovo conto corrente da un successivo cliente.
    Una richiesta davvero assurda e sconcertante che lascia esterrefatti e che non credo abbia nessuna giustificazione derivante da regolamenti o prescrizioni di MPS.
    Come considera questo atteggiamento alla luce delle disposizioni in materia di trasparenza bancaria e se necessario da segnalare alle autorità di vigilanza?
    Grazie come sempre,
    GEO.

    • Giacomo

      @ Geo
      E’ pazzesco. Con il “decreto Bersani” le banche non possono più applicare commissioni o spese per la chiusura dei conti. Le consiglio senza dubbio di sporgere un reclamo scritto alla banca rivolgendosi direttamente all’Ufficio Reclami e scrivendo poi all’Arbitro Bancario se non ottiene soddisfazione della sua richiesta.

      Sono sconcertato per causa di ciò che le è accaduto. Ci faccia sapere, grazie…

  • mirco

    Egregio e stimatissimo Dott.Giacomo volevo porle una domanda..
    Sto’ per acquistare casa e sto’ per vendere dei btp il cui valore attuale è oltre il 10% di guadagno dal prezzo che l’ho acquistato..
    La mia domanda è che tassazione pagherò sulla differenza in eccesso o meglio(capital gain)?

    • Giacomo

      @ Mirco
      Pagherà il 12,50% di imposta sul guadagno. Complimenti per la scelta di acquistare casa e in bocca al lupo per la sua nuova vita.

Add your comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCAPPA DALLE ASSICURAZIONI!!

Come scoprire i COSTI nascosti e RISPARMIARE 300 euro l'anno di commissioni...
Scarica SUBITO l'ebook OMAGGIO "Investimenti Assicurativi? No Grazie" e impara...

  • a difenderti dagli investimenti spazzatura
  • a conoscere REALMENTE le polizze vita
  • perché le polizze sono MENO SICURE di quanto credi