Banca IMI Opportunità Dollaro?

Banca Imi ha appena collocato un bond in dollari. Eccolo…

Banca Imi Collezione opportunità Dollaro: solo un’opportunità per chi le vende?

banca-imi“Giacomo, ti seguo da tempo e trovo il tuo sito un po’ noioso”. Ho incontrato Raffaele alla fine di settembre durante uno degli incontri periodici riservati ai clienti della consulenza indipendente personalizzata. E durante il nostro incontro mi confidò che gli sarebbe piaciuto leggere di tanto in tanto un’analisi di qualche titolo interessante.

Così, oggi, ho l’opportunità di condividere con te lo studio sul titolo Banca IMI Collezione Opportunità Dollaro USA quotata sul MOT (IT0004966229).

Tutto iniziò con la crisi dell’Euro

Fu proprio il timore vedere l’euro andare in crisi che spinse molti risparmiatori verso l’investimento in valuta, nella ricerca di un posto sicuro in cui impiegare i propri risparmi. Anche se, come scoprirai tra un attimo, la sicurezza è solo apparente.

Fatto sta che forse anche tu hai accarezzato l’idea di investire in dollari, la moneta più famosa ed usata al mondo e giustamente ti chiedi come poterlo fare. Ebbene, un buon titolo su cui investire, secondo me, è l’obbligazione di Banca IMI quotata sul mercato delle obbligazioni (MOT) dal 22 ottobre 2013.

Banca IMI Opportunità Dollaro: caratteristiche tecniche

  • emittente: banca IMI
  • ISIN: IT0004966229
  • scadenza: 18/10/2020
  • interesse: fisso per i primi 2 anni (4% poi variabile Libor 3 mesi + 1%)
  • taglio minimo: 2.000 usd
  • mercato di quotazione: MOT
  • liquidità: molto buona
  • variabilità ai tassi di interesse: MODESTA

Cerchiamo di capire perché le ultime due caratteristiche sono davvero importanti e collegate tra loro, ok? Investire in dollari non è uno scherzo, ed è poco indicato per chi vuole fare il cassettista. Il dollaro oscilla e questo rende necessario ‘scappare’ da investimenti in questa valuta non appena le cose si mettono male.

Quindi è indispensabile che i bond in cui investire siano molto liquidi, ossia vendibili in qualunque momento sul mercato senza grosse penalizzazioni di prezzo causate dalla scarsità di operatori che la scambiano. L’obbligazione Banca IMI Opportunità Dollaro è molto liquida e quindi non presenta nessun problema in caso di vendita anticipata.

Inoltre il fatto che le cedole successive alle prime due siano variabili, con una buona maggiorazione sul tasso Libor, fa sì che il prezzo non dovrebbe oscillare troppo in caso di risalita dei tassi di interesse oltre oceano. Ma prima di correre ad investire i tuoi soldi, leggi il resto…

Collezione Dollaro o Dollaro da Collezione?

Investire in obbligazioni denominate in valuta fuori dall’euro ti espone al rischio di deprezzamento di quella medesima divisa nei confronti della nostra moneta. In particolare se il dollaro perdesse nei confronti dell’euro, ed il rapporto di cambio salisse, ti ritroveresti in condizione di perdere anche con un investimento intrinsecamente poco volatile.

Pensa per un attimo ad un conto deposito. Esso non presenta nessun tipo di rischio, sei d’accordo? Ma se sul conto hai dollari il rischio c’è eccome perché il controvalore in euro del tuo denaro cambierebbe giorno dopo giorno, anche se i dollari sono investiti in un posto sicuro.

Comprendi dove voglio arrivare? Investire in bond in valuta estera è un’operazione che va fatta con cura e valutata con attenzione. Personalmente preferisco evitare – in linea di massima – di investire pesantemente in obbligazioni estere. Se voglio mettere in portafoglio una certa volatilità lo faccio acquistando azioni, che hanno un potenziale di rialzo forse maggiore ed un rischio analogo.

I bond esteri ti danno la percezione di essere obbligazioni, ma tu dovrai considerarli come ‘parte a rischio’ del tuo capitale poiché, per colpa del cambio, le oscillazioni potranno essere notevoli ed abbagliarti. Ti aspetteresti mai un’oscillazione del 10% o più da un investimento in obbligazioni? Certo che no.

Ma se i bond sono in dollari o in altra valuta può succedere… E non puoi permetterti di tenere fermi i tuoi titoli di Banca Imi senza curarti dell’andamento del cambio…

Euro/Dollaro

Il grafico qui sotto mostra come la tendenza al rialzo dell’euro sul dollaro non sia affatto conclusa:

banca-imi-usd
La linea nera che ho disegnato mostra come – al di là di correzioni – il trend del dollaro è ancora sfavorevole. Intendiamoci: “del doman non c’è certezza” per cui i dollari potranno riprendere quota e darti delle ottime soddisfazioni.

Ma investire su Banca IMI Collezione Opportunità Dollaro USA gran parte del tuo capitale potrebbe essere un errore. Quanto meno se vuoi mettere metà del tuo capitale in dollari e lo fai ai prezzi correnti…

Riepiloghiamo:

  • Banca IMI Opportunità Dollaro è un titolo interessante per diversificare il tuo portafoglio
  • investire in dollari equivale – dal punto di vista della volatilità – investire in azioni
  • il dollaro sta continuando a perdere nei confronti dell’euro e la tendenza non dovrebbe invertirsi nel breve periodo
  • destinare troppi soldi ai dollari pensando di ripararti contro il default dell’euro potrebbe essere un errore

Il messaggio conclusivo? “Investi in dollari con moderazione”. Allora sì che il tuo investimento sarà “perfetto” 🙂

Giacomo Saver, il Pioniere dell’Investimento Consapevole

P.S. Il post esprime la mia opinione personale e non è una sollecitazione all’acquisto di strumenti finanziari

 

12 commenti
  1. Ciao Giacomo quando un bond può essere considerato sufficientemente liquido sul mercato in cui è scambiato?

    Rispondi
    1. @ Carlo59
      Quando l’ammontare in emissione è sufficientemente alto (ad esempio un milione di euro) e quando i volumi scambiati che trovi sul sito di borsaitalia sono alti rispetto alla media. Con un po’ di allenamento ti renderai conto, a prima vista, se un bond è molto scambiato oppure se è un titolo ‘sottile’.

      Inoltre è bene guardare il book di negoziazione per sondare le quantità presenti dal lato acquisti e vendite.

      Rispondi
  2. Ciao Giacomo grazie per la precedente risposta e te ne pongo subito un’altra;dal graficoEUR|USD che mostri mi sembra di notare come sia presente una forte resistenza\supporto a circa 1,40 quindi :
    a)nel caso che il cambio,a quel livello, dia concreti segnali di ritracciamento può valere investire nel suddetto bond in modo tale da sommare all’interesse corrisposto anche un guadagno in conto capitale
    b)nel caso di investimenti in valuta estera (in questo caso bond ma lo stesso vale anche per azioni) potrebbe essere di aiuto avere conti multicurrency in modo da lasciare la valuta e ricambiarla quando ciò ci è favorevole.
    Grazie mille e complimenti per i tuoi articoli continua così

    Rispondi
    1. @ Carlo59

      Ti rispondo con grande piacere…

      a) certamente: se il cambio euro/usd scenderà, ossia se il dollaro si apprezzerà nei confronti dell’euro, allora al guadagno dalle cedole si aggiungerà anche la rivalutazione in conto valutario

      b) sì, è preferibile avere un conto in valuta, così da decidere in un secondo momento se convertire i dollari in euro oppure se lasciarli sul conto per ricomprare altri bond nella stessa valuta.

      Senza conto valutario al momento delle varie scadenze (cedole e capitale) gli importi sarebbero subito convertiti anche se il cambio è sfavorevole.

      Rispondi
  3. ciao grazie x l’idea
    dando x acquisito il rischio di cambio, vorrei chiederti di spendere due parole sulla fiscalità sulle cedole di questa obbligazione.
    Grazie

    Rispondi
    1. @ Sergio
      Le cedole saranno tassate al 20% con aliquota standard… E ad essere tassato sarà il controvalore in euro delle cedole incassate.

      Rispondi
  4. Ciao Giacomo, il fatto che un bond si molto liquido oggi, vuol dire che lo sarà sicuro anche a distanza di tempo, ad esempio fra due anni? O magari a distanza di anni le cose potrebbero cambiare?
    Grazie

    Rispondi
    1. @ Marcus
      No, le cose potrebbero cambiare. Diciamo che se un bond ha un ammontare in emissione molto ‘spesso’ la liquidità non dovrebbe subire penalizzazioni perché i quantitativi scambiati resteranno elevati.

      Se l’obbligazione parte già con un importo ‘piccolo’ è facile che durante la sua vita diventi illiquida…

      Rispondi
  5. La mia banca (bcc) mi propone di investire in bond usa tutto il mio capitale che avevo disinvestire dai btp. la prima proposta è arrivata proprio poco prima al giorno in cui lo stato americano aveva chiuso e si temeva il default… Secondo te c’è da fidarsi ancora ?

    Tra l’altro io ho avuto paura ed ho disinvestito i miei btp ma per farlo ho dovuto combattere con la banca che mi metteva mille dubbi e diceva che sbagliavo.

    Delle bcc c’è da fidarsi ?

    Rispondi
    1. @ Mario
      I titoli che acquisti vengono immessi in un dossier e non sono di proprietà della BCC, cosicché i creditori di questa non potranno prendere i tuoi bond in caso di default.Da questo punto di vista le BCC sono ‘sicure’ al pari di tutte le altre banche.
      Credo sia sbagliato mettere tutti i tuoi soldi in obbligazioni in dollari perché è sempre bene diversificare per ridurre i rischi.
      Un abbraccio e a presto…

      Rispondi
  6. Ciao Giacomo! Ottimo post!!
    Domandone: l’inizio del tapering dovrebbe rafforzare il dollaro sull’euro??

    Rispondi
    1. @ Enrico
      Teoricamente sì, perché i capitali ‘in fuga’ dagli Usa dovrebbero cercare nuove strade per essere investiti ma – come sempre – il condizionale è d’obbligo…

      Rispondi

Rispondi o Commenta