Ecco il Miglior ETF Obbligazionario Paesi Emergenti

miglior etf obbligazionario paesi emergenti

Articolo aggiornato il 27 settembre 2017

Il miglior ETF obbligazionario Paesi Emergenti è iShares J.P. Morgan EM Local Govt Bond, che comprende 235 bond di Stati Emergenti di tutto il mondo. Ecco come funziona, quali i rischi e le performance di questo strumento.

Sempre più investitori guardano, tra l’interesse e la paura, ai bond emergenti per cercare di aumentare il rendimento cedolare del proprio portafoglio. L’Ishares è, a mio avviso, il miglior ETF obbligazionario Paesi Emergenti disponibile, ma prima di correre a comprarlo facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire se oggi conviene detenere in portafoglio bond emesse da Stati non troppo affidabili.

In che misura le obbligazioni”emerging” convengono e perché l’Ishares è il miglior ETF obbligazionario Paesi Emergenti?

Investire in ETF obbligazionari emergenti: rischi e opportunità

Investire in un paniere di obbligazioni emesse dai Paesi emergenti  è senza dubbio redditizio. A differenza dei bond emessi dai Paesi sviluppati, che quotano tutti sopra 100 ed hanno cedole modeste, i bond degli Stati in via di sviluppo hanno quotazioni contenute e rendimenti elevati.

Grazie al connubio tra risparmio domestico e politiche economiche responsabili, investire oggi in bond emerging può essere conveniente, a patto di usare lo strumento giusto e di rispettare una semplice regola.

Dal punto di vista dei rischi, invece, ci sono quattro elementi che farai bene a tenere in considerazione per evitare di trovarti sgradevoli sorprese.

  • il downgrade della Cina, che potrebbe avere conseguenze anche sugli altri Stati
  • il protezionismo degli Stati Uniti. Le regole dell‘investimento con Trump presidente sono cambiate, e una maggior chiusura degli Usa verso il resto del mondo potrebbero danneggiare le economie in via di sviluppo
  • il rischio di cambio tra l’euro e le valute locali in cui i bond sono espressi
  • i bond emergenti (e con essi anche il miglior ETF obbligazionario Paesi Emergenti di cui ti parlerò a brevissimo) sono sensibili alle variazioni dei tassi di interesse a livello globale. Per ora non dovrebbero esserci “Shock” in tale senso perché le Banche Centrali si muovono con cautela, ma non si sa mai…

iShares J.P. Morgan EM Local Govt Bond: il miglior ETF obbligazionario Paesi Emergenti

Perché l’Ishares (ISIN: IE00B5M4WH52) è il miglior ETF obbligazionario Paesi Emergenti in cui investire? Ci sono alcune ragioni che mi portano a trarre una conclusione così importante e te le riassumo brevemente qui.

GRANDE DIVERSIFICAZIONE. Grazie ai suoi 235 titoli diversi questo ETF ha una grande copertura geografica che va dalla Polonia, (il Paese che “pesa di più”) al Perù (il Paese che “pesa di meno”).

OTTIMO RENDIMENTO CEDOLARE. Il rendimento lordo da distribuzione, ossia derivante dal pagamento delle cedole semestrali, è pari al 5% circa, decisamente interessante, soprattutto nell’ottica di creare una piccola rendita periodica.

OTTIMO RENDIMENTO COMPLESSIVO. Il rendimento medio ponderato del portafoglio sottostante è pari al 5,88%. A differenza del dato precedente, che è in euro, questo valore è espresso in valuta locale, ma è pur sempre un rendimento elevato.

GRANDE LIQUIDITÀ’. Elemento, questo, decisivo per la scelte dei migliori ETF in cui investire.

I rischi dell’ETF obbligazionario Paesi Emergenti

Il fatto che l’Ishares sia il prodotto “migliore” per investire in bond emergenti non significa che esso non presenti delle criticità.

Oltre ai limiti visti sopra, e applicabili a qualsiasi investimento in obbligazioni dei paesi in via di sviluppo, è bene tenere presente che:

  • l’ETF ha presentato un’alternanza di rendimenti nel corso degli anni. Storicamente ad un anno molto buono ne è seguito uno negativo. Nel 2016 la performance dell’ETF è stata del 12,31% quindi è ragionevole attendersi un 2017 sfavorevole (guarda caso da inizio anno al 7 luglio il prodotto ha guadagnato appena lo 0,12% tra alti e bassi notevoli). Se sceglierai di comprarlo, tienilo per almeno DUE ANNI
  • la volatilità è parecchio alta, simile ad un investimento azionario. Il massimo drawdown è stato del 20,81%, negli ultimi tre anni .

ETF Obbligazionari Paesi Emergenti: istruzioni per l’uso

Se l’Ishares J.P. Morgan EM Local Govt Bond è il miglior ETF obbligazionario disponibile per investire negli Emergenti, tieni a mente che esso presenta rischi di oscillazione del controvalore investito molto alti, “anomali” per un impiego in bond.

Questo ci porta subito a due considerazioni di carattere pratico.

  • A meno che tu non sia seguito da un professionista, non commettere l’errore di aggiungere la volatilità derivante dai bond emergenti a quella derivante dalle azioni per cui non mischiare entrambe queste forme di investimento. O scegli i bond ad alto rendimento o le azioni ma non entrambe contemporaneamente
  • nel valutare quanto investire nell’IShares considera qual è la tua esposizione globale verso il settore high yield. Ad esempio potresti avere delle obbligazioni “a rischio” emesse in dollari, o in euro.

Tieni presente che per un portafoglio a medio rischio la quota di bond emergenti non dovrebbe superare il 15-20% dell’importo totale. Se il tuo capitale ammonta a 100.000 € non investire più di 20.000 euro in bond rischiosi (emergenti e no).

Prima di investire nel miglior ETF obbligazionario Paesi Emergenti di cui ti ho parlato, stila un piano di investimento a medio termine. Stabilisci dei paletti come, ad esempio:

  • entro quanto avrai bisogno della somma
  • per quanto tempo sei disposto a subire fluttuazioni del capitale investito ed in che misura
  • come intendi investire il “resto” del tuo capitale

Sono domande importanti perché, RICORDA,  il rendimento finale che otterrai da un portafoglio finanziario dipende in primo luogo dalla ripartizione iniziale che farai tra i vari tipi di investimento che andrai ad inserirvi.

LEGGI ANCHE: come costruire un portafoglio diversificato con 4 ETF

Giacomo Saver

Fondatore e Direttore di Segretibancari.com

53 commenti
  1. per abbattere un pò di rischio non sarebbe opportuno scegliere un etf con copertura di cambio?

    Rispondi
    1. @ Luca
      Non so se ci sia… però puoi scegliere un ETF che investe in obbligazioni emergenti denominate in euro e hai risolto il problema…

      Rispondi
  2. Come questo LU0321462953

    Rispondi
  3. Perché per il medesimo etf, consultando vari siti il rendimento differisce da quello da lei indicato pur confrontando i medesimi periodi presi in esame ??

    Rispondi
    1. @ Danilo
      Purtroppo alcuni siti non tengono conto del fatto che l’ETF paga un dividendo semestrale e calcolano la performance solo sulla quotazione.
      Grazie per la domanda.

      Rispondi
  4. Ciao Giacomo, visto il post precedente, i migliori 2 etf obbligazionari, non si potrebbe aggiungere anche questo e dividere la somma in 40% i primi e 20% l’emergente?
    Grazie per i tuoi preziosi consigli.

    Rispondi
    1. @ Massimo
      Scusami: ti riferivi agli ETF di cui parlo qui?

      Rispondi
  5. Ciao Giacomo cosa ne pensi di questo come alternativa all’ETF che hai indicato tu?Pimco Em Advan Loc Bond Source Ucits Etf ora ho questo in poratafoglio pagamento mensile buone cedole “punto a un portafoglio per liquidità” o consigli uno swic in questo momento sono in attivo anche sul indice.. grazie

    Rispondi
    1. @ Cristian
      L’ETF Pimco e l’IShares sono molto simili. Secondo me l’IShares è da preferirsi perché costa un po’ meno (lo 0,50% l’anno contro lo 0,60%) e scambia molto di più.
      Il problema dei fondi obbligazionari emergenti a valuta attiva sono i costi. Non ci fossero quelli sarebbe forse possibile trovare dei “buoni prodotti” che battono gli indici, ma se prendiamo in considerazione gli oneri il discorso cambia ed è meglio stare sugli ETF.
      Grazie per il tuo commento…

      Rispondi
  6. In portafoglio ho questo: Ishares J.P. Morgan $ Em Ucits Etf Dist (IE00B2NPKV68), come ti sembra?
    Che sito usi per valutare tra i vari ETF quale scegliere?
    Grazie

    Rispondi
    1. @ Stefano
      La scelta di un ETF è una questione delicata che va affrontata solo dopo aver impostato una strategia complessiva di portafoglio. Ne parliamo diffusamente ad Investitore Libero, perché non riesco a condensare tutto qui in poche righe.
      Parlo dell’ETF che ti interessa in questo articolo dedicato alle obbligazioni dei paesi emergenti. Buona lettura!!

      Rispondi
  7. Ciao ,

    Dai dati del fondo, in termini di rendimenti a 1, 3, 5 anni l’Etf che hai consigliato non mi sembra vada bene. Soprattutto se confrontato con il benchmark di riferimento e la sua categoria di appartenenza.
    E’ vero che ha delle cedole molto interessanti, ma in termini di valore quota è perdente e temo che il guadagno delle cedole si compensi con le perdite in conto capitale.
    Il PIMCO indicato da Cristian ha delle performances migliori.
    Cosa ne pensi? Ho sbagliato o saltato qualcosa nelle mie valutazioni? Grazie per una tua risposta.

    Rispondi
    1. @ Linda
      Per risponderti in modo corretto e completo ho bisogno di farti una domanda. Da dove hai “desunto” che l’ETF perde rispetto al benchmark? Sai bene che un prodotto passivo per forza di cose clona un indice.
      Non avrai mica guardato Morninstar, vero? 🙂

      Rispondi
      1. Ciao

        la tua considerazione mi ha dato lo spunto per approfondire le informazioni che ho trovato , sia su Quantalys, che Justetf, che Morning Star, oltre che su Borsa Italiana e in effetti il mio errore è stato di valutare l’ETF, paragonandolo all’indice suggerito dai siti e non da quello da esso dichiarato.
        In effetti, rispetto all’indice dichiarato, lo scostamento non è molto

        Performance annue
        2016 2015 2014 2013 2012
        ISHARES EM LOCAL GOVT BD UCITS ETF USD D 6,66 -8,68 2,33 -18,23 6,45
        Obblig. Paesi Emerg. 11,49 1,80 10,39 -9,74 13,29
        ML Glb EmMrkts Sovereign&Corp Plus
        11,62 7,59 14,25 -1,74 19,20

        Rispondi
        1. Scusate, è partito il messaggio, prima che riuscissi a completarlo.
          I dati riportati come “perfomance annue” sono tratti da Quantalys per l’etf IE00B5M4WH52, in cui viene confrontato , come dicevo prima, con un benchmark diverso da quello da esso dichiarato

          Rispondi
        2. @ Linda
          Esatto… Mornigstar, poi, confronta l’ETF con l’indice JMP EMBI in dollari, che è tutta un’altra cosa 😉

          Rispondi
  8. Ciao Giacomo, non sono mai riuscito a capire come calcolare il rendimento netto (o il valore) di un etf acquistato da una data ad oggi….tempo fa ho venduto un etf e mi sono ritrovato una somma diversa da quella calcolata….come mai?
    Grazie
    Leo

    Rispondi
    1. @ Leo
      Il calcolo è piuttosto semplice. Ti basta fare (prezzo di vendita – prezzo di acquisto)/prezzo di acquisto il tutto moltiplicato per 100.
      Se mi dai qualche dato in più cerco di capire cosa è successo nel tuo caso…

      Rispondi
  9. Ciao mi potete dare il codice del pimco em advan loc bond source ucits etf grazie

    Rispondi
    1. @ Daniela
      Attenta a non comprare “ETF a caso” sulla base di quello che scrivo. Per prima cosa imposta un piano di investimento e solo dopo semmai sceglierai i prodotti, perché magari per te investire negli emergenti non va bene.

      Piuttosto inizia da questi 4 strumenti e investi la maggior parte del tuo capitale in essi, in modo da avere un portafoglio equilibrato se non altro per tipologia di strumento 🙂

      Rispondi
    2. Ciao Giacomo, in data 12/04/2017 ho venduto 49 quote di AMUNDI MSCI WORLD UCITS ETF (FR0010756098) al prezzo di 245,21 ma il controvalore eseguito è di 11.603 contro i 12000 circa che mi aspettavo!

      Rispondi
      1. @ Leo
        Credo che la banca abbia fatto delle trattenute fiscali. Nella contabile dell’ordine c’è scritto qualche cosa?

        Rispondi
        1. è probabile….ma sulla contabile non c’è scritto nulla!…proverò a chiedere alla banca (YouWeb) un estratto con tutte le operazioni effettuate…

          Rispondi
          1. @ Leo
            Ottima idea… e poi fammi sapere, mi raccomando 🙂

  10. Scusami Giacomo, ma non mi hai risposto a questa domanda posta precentemente.
    Ciao Giacomo, visto il post precedente, i migliori 2 etf obbligazionari, non si potrebbe aggiungere anche questo e dividere la somma in 40% i primi e 20% l’emergente?
    Grazie per i tuoi preziosi consigli.

    Giacomo / 14/07/2017 Rispondi
    @ Massimo
    Scusami: ti riferivi agli ETF di cui parlo qui?

    SI
    Grazie

    Rispondi
    1. @ Massimo
      Scusami… forse il commento di risposta non è stato salvato. Mi ridai l’ISIN dell’ETF di cui parli per comodità? Grazie…

      Rispondi
  11. Si conosce la duration media di questo ETF?

    Rispondi
    1. E cosa pensi di questi nuovi Lyxor a bassa duration?

      LU1617164212
      LU1617164998
      LU1571052130

      Rispondi
      1. @ Paolo
        Sono ETF appena quotati, se ho visto bene da una prima analisi, per cui occorrerà valutarne bene la liquidità. Essendo di Lyxor non credo ci saranno problemi ma aspetterei a comprarli.

        Se vai su prodotti troppo di nicchia che poi non scambiano moltissimo rischi un possibile delisting in futuro…

        Rispondi
    2. @ Paolo
      Certamente: 5,04 anni. Puoi trovarla direttamente sul sito Ishares.

      Rispondi
  12. Salve, grazie per il consiglio, le chiedo cortesemente perche’ con lo stesso ISIN il mio portale mi segnala due ETF diversi, uno Blackrock e l’ altro JP Morgan e un consiglio su un sito di analisi ETF completa, MS ad esempio non mi dice nulla delle cedole, grazie.

    Rispondi
    1. @ Andrea
      L’ISIN identifica in modo univoco un ETF per cui è strano che le vengano fuori due prodotti differenti… se mi dà qualche dato in più, ad esempio il nome completo dei due strumenti che vengono fuori, la aiuterò in modo più preciso.
      Per quanto riguarda la seconda domanda le segnalo l’ottimo sito Justetf.com.
      Grazie a lei per il commento…

      Rispondi
  13. Grazie tante, questo ETF su emergenti mi pare un valido strumento, ottimo consiglio
    Daniele

    Rispondi
    1. @ Daniele
      Grazie a te. Visto che questo articolo ti è piaciuto particolarmente, posso chiederti la cortesia di condividerlo con i tuoi amici?

      Rispondi
  14. Ciao Giacomo, x quanto riguarda la tassazione dell’ETF che hai suggerito è pari al 26% oppure è più bassa perchè ponderata in base alla % di titoli di stato esteri presenti all’interno del fondo? Grazie dei chiarimenti

    Rispondi
    1. @ Lino
      Ottima domanda. Investendo in titoli di stato la tassazione è pari al 12,50%. Grazie a te…

      Rispondi
      1. Ho guardato il prospetto mi da tassazione 26% come mai

        Rispondi
        1. @ Emanuel
          Strano… Solo la parte investita in obbligazioni private e non titoli di stato paga il 26% di imposta. I governativi sono soggetti al 12,50%.

          Rispondi
  15. ho anche un’altra domanda: guardando direttamente dal sito di ishares emerge che l’etf in questione presenta un rendimento comprensivo delle cedole distribuite pari a 2012 = +16% 2013= -10,9% 2014 = -5% 2015= -15% 2016= +8,7% quindi pur considerando le cedole incassate l’etf risulta negli ultimi 5 anni in perdita, corretto o c’è altro? grazie della risposta

    Rispondi
    1. @ Lino
      Sì, mediamente negli ultimi anni l’ETF ha perso… quello che dici è assolutamente corretto.

      Rispondi
  16. Apprezzo che voglia condividere la sua opinione sul iShares J.P. Morgan EM Local Govt Bond e mi fa piacere la sua segnalazione perché da tempo è già nel mio portafoglio.
    Mi chiedo invece cosa ne pensa del confronto con:

    – IE00B4613386 SPDR CAP. EM.MKT. LOC. BOND EURO

    – IE00BH3X8336 Pimco Em Advan Loc Bond Source Ucits Etf

    Grato per il suo contributo. Cordiali saluti.
    Danilo

    Rispondi
    1. @ Danilo
      La ringrazio per la richiesta, ma purtroppo per ragioni di tempo non posso fare approfondimenti così dettagliati in questa sede… Mi dispiace e conto sulla sua comprensione.

      Rispondi
  17. Ciao Giacomo ,
    attualmente ho questo ETF in portafoglio IE00B2NPKV68 iShares J.P. Morgan USD Emerging Markets Bond UCITS ETF
    cedole mensili , costo annuo dello 0,45%
    senza copertura valutaria Senza copertura valutaria.
    Che ne pensi?

    Rispondi
    1. @ Andrea
      Grazie per la domanda. Ho approfondito la questione in questo articolo. Buona lettura 🙂

      Rispondi
  18. salve dott saver,
    nn riesco a capire per quale motivo consiglia un etf obbligazionario, dato che in un altro post consigliava di tenere etf azionario su paesi emergenti per 10-15 anni,da quest’ultimo post io deduco che nei prossimi anni ci saranno anni buoni per l’azionario piuttosto che per l’obbligazionario. e allora perchè investire in un etf obbligazionario? mi scusi per il gioco di parole
    grazie
    buon lavoro

    Rispondi
    1. @ Renata
      C’è un malinteso di fondo carissima. Io non consiglio nulla, ma mi limito ad analizzare in modo GENERICO degli strumenti finanziari. Chi vuole sapere dove davvero investo e dico di investire non potrà basarsi sulle idee che condivido qui, ma dovrà iscriversi all’Investment Club che è l’unico posto in cui offro dei portafogli di investimento costruiti seguendo una logica unitaria e suddivisi in base al profilo di rischio.

      Le indicazioni che do sul blog sono per forza più generiche, e dovranno essere valutate caso per caso. Poiché ciò che va bene in un contesto può non andare bene in un altro, è possibile – come giustamente osserva – trovare delle contraddizioni tra diversi articoli che vengono superati solo se si costruisce un portafoglio globale, come facciamo nel Club.

      Rispondi
  19. Ciao Giacomo per chi ha un etf azionario mondiale che però non include i paesi emergenti potrebbe avere senso inserire l etf che dici tu? Ho sono correlati fra loro se scende uno scende anche l altro

    Rispondi
    1. @ Emanuel
      Non ti saprei dire perché bisognerebbe avere una strategia complessiva di portafoglio. Nei portafogli dell’Investment Club abbiamo fatto un’analisi attenta delle correlazioni ed abbiamo “assemblato” in modo ottimale ETF obbligazionari ed azionari di varia specie per ottimizzare il rapporto rendimento/rischio.
      Per motivi di tempo non posso esaminare in dettaglio il tuo portafoglio qui, mi dispiace…

      Rispondi
  20. Ciao Giacomo,
    ma non è un pò pericoloso investire in questo ETF?

    Rispondi
    1. @ Alessandro
      Dipende dal contesto in cui lo inserisci e dal peso che gli dai. Alcuni portafogli dell’Investment Club lo hanno insieme con altri strumenti simili o complementari, ma ripeto, non è per tutti soprattutto se non hai una strategia complessiva.

      Rispondi
      1. Ho dato un’occhiata a questo argomento cio’ che mi interesserebbe sapere e’ se Giacomo sia al corrente di un prodotto della stessa categoria ma ad accumulo

        Rispondi
        1. @ Mario
          No purtroppo. Non mi risulta che esista nessun altro ETF avente queste caratteristiche e che sia ad accumulo… Quasi mai gli ETF obbligazionari lo sono.

          Rispondi

Rispondi o Commenta