Eurostoxx Select Dividend 30: Come Investire nelle Azioni ad Alto Dividendo

eurostoxx select dividend - segretibancari.com

L’Eurostoxx Select Dividend 30 è progettato per misurare la performance delle 30 azioni a più alto dividendo della zona euro. I titoli sono scelti sulla base della crescita del dividendo per azione. Esistono due modi per investire nelle società più generose in termini di dividendi. Vediamole insieme.

Caratteristiche dell’indice Eurostoxx Select Dividend 30

Composizione

L’indice è composto da 30 titoli in totale, tutti facenti parte della zona euro. La caratteristica che accomuna le azioni considerate è l’elevato tasso di dividendo rispetto al prezzo (dividend yield).

Le società che presentano un dividend yield più alto sono quelle più rappresentate all’interno dell’indice. La quasi totalità delle azioni sono per lo più società a larga capitalizzazione, operanti nei settori così detti “difensivi“:

  • assicurazioni (28.40%)
  • utilities (11,10%)
  • banche (10,40%)

Rischio

Pensare che le società ad alto dividendo siano meno volatili delle altre è sbagliato.

Ad uno e tre anni la volatilità dell’Eurostoxx Select Dividend 30 è inferiore a quella dell’Eurostoxx, mentre su 5 anni i valori tendono ad allinearsi.

E’ bene sottolineare come il rapporto Prezzo/Utili sia inferiore per l’Eurostoxx Select Dividend rispetto all’indice globale: 11,2 contro 13,2. In prospettiva, quindi, è meno pericoloso scegliere un indice “generoso” in termini di dividendi rispetto ad un prodotto classico.

Rendimento

Le performance degli indici Eurostoxx sono state le seguenti:

eurostoxx select dividend 30 performance - segretibancari.com

Come puoi vedere a fronte di una volatilità simile, in passato, le società ad alto dividendo hanno prodotto risultati superiori a quelli dell’indice generale. In futuro le cose potrebbero cambiare se ci sarà una rimonta delle small cap.

Due Modi per Investire nelle Azioni Europee ad Alto Dividendo

Puoi investire nell’indice Eurostoxx Select Dividend 30 attraverso due modalità diverse. Prima che ti dica quali sono ricorda di fare un investimento consapevole, ossia di pianificare con attenzione il tuo portafoglio complessivo, per tenere conto sia delle tue esigenze, sia della tolleranza al rischio.

L’ETF Ishares Euro Dividend – IE00B0M62S72

Il prodotto iShares ti permette di avere in portafoglio i 30 titoli che compongono l’indice, grazie alla replica fisica. L’ETF costa lo 0,40% l’anno, è ribilanciato annualmente per essere allineato all’indice e paga dividendi trimestrali.

Investire in ETF non richiede alcuna manutenzione all’investimento. Quando le società che compongono l’indice cambieranno sarà il gestore stesso ad effettuare l’aggiustamento. In questo modo i rendimenti dell’indice e quello dell’ETF saranno allineati, al netto dei costi.

L’Acquisto delle Azioni

Un altro modo per investire nelle azioni di società ad alto dividendo che formano l’indice Eurostoxx consiste nel comprare i titoli singoli. Non è necessario averli tutti 30: poiché l’indice è abbastanza concentrato, comprando i primi 10 titoli avrai una buona replica dell’indice stesso grazie ad una clonazione al 42%.

Ecco i titoli da comprare con i relativi pesi:

eurostoxx select dividend 30 componenti - segretibancari.com

Ovviamente l’acquisto diretto di azioni presenta due svantaggi. Innanzi tutto dovrai operare su più mercati, e non tutte le banche sono abilitate. Inoltre dovrai vendere le azioni escluse dall’indice e comprare le new entry mano a mano che la composizione cambia. A fronte di ciò risparmierai i costi applicati dall’ETF, che sono comunque molto bassi.

Prima di Finire…

Sei interessato a sapere DOVE INVESTIRE senza perdere tempo in fronzoli? iscriviti al corso GRATUITO via email IC Warm Up

Vuoi imparare COME INVESTIRE in modo semplice e consapevole? Iscriviti al video corso GRATUITO A Scuola di Investimenti.

Giacomo Saver – Ceo di Segretibancari

7 commenti
  1. Buongiorno,
    gli etf cosidetti Dividend aristocratcs fanno parte dei “select dividend”? Nel caso, cosa li contraddistingue rispetto ai tradizionali select dividend? Ho notato infatti che in un Suo vecchio elenco di etf ( etf sdpr sia in euro che us), ne citava l’alto rendimento.
    Ringraziando anticipatamente, distintamente saluto

    Rispondi
    1. @ Marco
      I Dividend Aristocrats sono titoli emessi da società i cui dividendi sono in crescita costante negli ultimi anni. Sono una sotto-categoria rispetto agli indici composti da società ad alto rendimento, a causa delle caratteristiche più restrittive.

      Rispondi
  2. Buona giornata Giacomo,ho già acquistato il Webinar di lunedi 11 febbraio,ringraziandoti anticipatamente perchè ritengo che sarà molto utile,ti pongo una domanda che magari nel corso del Webinar potresti approfondire visto che io riceverò solo la registrazione :siccome parlerai di portafoglio che ti permette di vivere di rendita con cedole come mai molti esperti analisti ritengono più opportuno avere degli etf ad accumolo e sempre sconveniente avere etf a distribuzione non ci potrebbe essere una strategia di rendere le cedole incassate liquidità da investire nello stesso etf cosa ne pensi.Grazie.

    Rispondi
    1. @ Antonio
      Se l’obiettivo è incassare delle cedole allora è opportuno usare ETF che distribuiscano i proventi. Se si vuole una crescita del capitale è meglio optare per ETF ad accumulazione. Scegliere i prodotti a distribuzione per “liberare” liquidità da reinvestire comporta costi inutili e una tassazione che può essere evitata. In altre parole, prima occorre capire bene quali siano i propri obiettivi e poi passare alla scelta delle strategie e dei prodotti più opportuni.

      Rispondi
  3. Grazie Giacomo, aspetto la registrazione del Webinar per avere delle informazioni importanti.
    Un saluto.

    Rispondi
  4. Ciao. ho postato lo stessa domanda nella area “contatti” (non so se era giusta). Ho seguito ora il webinar che è sato veramente esemplare per chiarezza con la quale hai illustrato la “costruzione” del portafoglio , che rappresenta il vero valore aggiunto del corso che rilascia un surplus di formazione piuttosto che di sola informazione (gli ISIN). Ti volevo però manifestare la mia perplessità (forse non ho capito) sulla quantità di obbligazioni miste area euro che hai inserito nel portafoglio, che immagino rappresentino il “calmiere” del tutto, ma che con la loro reddività reale (per carità, non disprezzabile di questi tempi) abbassano pero’ il rendimento medio del pacchetto portandolo un po’ lontano dal target (pur se approssimativo) che avevi ipotizzato del 5%. Mi puoi chiarire questo punto? grazie

    Rispondi
    1. @ Franco
      Sei OFF Topic. Come ho spiegato nel Webinar le domande non inerenti al contenuto dell’articolo vanno postate sulla pagina Facebook di Segretibancari. Grazie!!

      Rispondi

Rispondi o Commenta


window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'UA-34833611-1', { 'optimize_id': 'GTM-MWDR9P4'});