Dal 25% al 46% di Rendimento in Tre Passi (Parte I)

Dietro le Quinte dei “Miei” Portafogli

I quattro portafogli in cui investo i miei soldi hanno avuto, negli ultimi 5 anni, rendimenti complessivi compresi tra il 25% ed il 46%.

Nei video che ho preparato per te voglio svelarti i dettagli della strategia che ho usato, ricordando che non posso garantirti di ottenere gli stessi risultati nei prossimi anni.

Buona visione!!

SECONDA PARTE

TERZA PARTE

17 commenti
  1. Egregio Dott i suoi videi sono sempre utili,grazie

    Rispondi
    1. Ho appena finito di guardare il video è la ringrazio per i precisi consigli che ho ascoltato.

      Rispondi
      1. @ Mario
        Grazie a lei. Se ha delle domande sono felice di risponderle…

        Rispondi
    2. grazie dei suoi consigli che cercherò di farne tesoro..

      cordiali saluti
      B.C.

      Rispondi
    3. @ Francesco
      Grazie a Lei. Oggi è disponibile il secondo video.

      Rispondi
  2. Grazie per tuoi preziosi consigli, per la tua competenza.,ho impostato un portafoglio che in tre anni mi ha reso il 28%,usando pochi etf e fondi.

    Rispondi
    1. @ Roberto
      Ottimo, sono contento per te 🙂

      Rispondi
  3. Nulla da eccepire sul video . Il problema è comportamentale c’è sempre una certa resistenza a rivedere l’assett allocation

    Rispondi
    1. @ Carlo
      Sì, è vero, indubbiamente. Tieni però presente che un’asset allocation ben fatta e costantemente ottimizzata è fondamentale per investire in modo corretto e vedere risultati.

      Rispondi
  4. Bel video. Grazie!

    Rispondi
  5. Grazie per i Suoi video sempre utili e che aprono gli occhi. Dall’anno scorso ho deciso di suddividere così il mio patrimonio, già da anni suddiviso per 2/3 in conto in Euro ed 1/3 in conto in dollari, molto esposto in precedenza sull’obbligazionario. Entrami i portafogli vengono ribilanciati annualmente per mantenere invariate le percentuali di esposizione, nonché alimentati in parte dalle obbligazioni che scadono di anno in anno che ho in pancia. Dove possibile ho scelto ETF a capitalizzazione.

    Portafoglio in EURO:
    Asset class Percentuale ETF
    Domestic Equities 12,00% Db X-Trackers Eustoxx 50 Ucits Etf Dr 1c
    Domestic Equities 15,00% Lyxor Stoxx Europe 600 (Dr) Ucits Etf
    Domestic Equities 3,00% iShares FTSE Italia Mid-Small Cap UCITS ETF
    Foreign developped markets 15,00% Amundi ETF MSCI World ex EMU UCITS ETF
    Real Estate Europa 20,00% FTSE EPRA/NAREIT Developed Europe Real Estate UCITS ETF (DR) 1C
    Foreign emerging market 2,00% AMUNDI INDEX MSCI EMERGING MARKETS UCITS ETF DR
    Foreign emerging market 3,00% S&P Select Frontier UCITS ETF 1C
    TIPS 15,00% AMUNDI ETF EURO INFLATION UCITS ETF (C)
    Bond Governativi EURO 15,00% per ora lasciati in liquidità visto il rendimento ridicolo ed il probabile futuro aumento dei tassi

    Portafoglio in USD
    Asset class Percentuale ETF
    Domestic Equities 22,50% iShares Dow Jones Industrial Average UCITS ETF
    Domestic Equities 7,50% iShares NASDAQ 100 UCITS ETF USD (Acc) 

    Foreign developped market 15,00% così suddivisi:
    EMU 5,25% UBS ETF MSCI EMU UCITS ETF (EUR) A-acc 
    Japan 3,75% iShares Core MSCI Japan IMI UCITS ETF USD (Acc) 
    UK 3,00% iShares FTSE 100 UCITS ETF GBP (Acc) 
    Australia 1,50% iShares MSCI Australia UCITS ETF USD (Acc) 
    Svizzera 1,50% UBS ETF MSCI Switzerland 20/35 A-acc

    Real Estate USA 20,00% iShares US Property Yield UCITS ETF USD (Dist) 
    Foreign emerging market 5,00% iShares Core MSCI EM IMI UCITS ETF USD (Acc) 
    TIPS 15,00% iShares $ TIPS UCITS ETF USD (Acc)
    Bond 15,00% UBS ETF BBG Barc USD Emerg Mkt Sovereign UCITS ETF USD A-dis

    Rispondi
  6. guardo i tui videi sempre con più interesse e grazie a te i miei investimenti migliorano grazie.

    Rispondi
    1. @ Nicola
      Grazie. Il mio obiettivo è proprio questo: aiutare gli amici che mi seguono ad aumentare i rendimenti dei propri investimenti grazie a un procedimento corretto e alla giusta attitudine mentale.

      Rispondi
  7. Ciao Giacomo, sarebbe interessante sapere quale è stato il massimo drawdown di ciascuno dei portafogli da te proposti .
    E se il rendimento dell’intero periodo tiene conto anche dell’effetto dell’interesse composto , oppure è escluso dal calcolo .

    Rispondi
    1. @ Federico
      Il draw down è sempre stato nei limiti previsti per ciascun profilo, mentre il rendimento è cumulativo. Per conoscere il tasso annuo medio composto ti basta applicare la formula inversa del montante in regime di capitalizzazione composta.

      Rispondi
  8. Buonasera dr. Cottino,
    mi chiedo che significato ha oggi , che i tassi di interesse in Europa sono a zero e l’euro molto forte rispetto al dollaro, mantenere la quota obbligazionaria nel portafoglio che da tempo nella media produce rendimenti zero o sottozero(parlo di media anche se ci sono stati fondi obbligazionari che hanno reso il 7% annuo negli ultimi tre anni). Non sarebbe più logico dividere i portafogli tra etf o fondi azionari e liquidità aspettando tempi migliori per la quota obbligazionaria(quando le banche centrali decideranno di alzare i tassi) ?
    Grazie
    Mauro

    Rispondi
    1. @ Mauro
      Lei sta investendo sulla base delle previsioni. Il mio approccio è diverso: io non so come andranno i mercati per cui costruisco portafogli che sfruttino al massimo le correlazioni esistenti tra i loro componenti, poi li ottimizzo nel corso del tempo sulla base di un livello di rischio scelto a priori.

      Rispondi

Rispondi o Commenta