Risparmio e investimenti, Scopri i due diversi modi di investire

risparmio-investimento

Sebbene sembrino sinonimi, risparmio e investimenti sono cose del tutto diverse. E vanno impiegati in modo differente.

Risparmio e investimenti: una panoramica globale

Risparmiare ed investire sono due concetti tra loro collegati, ma del tutto diversi e come tali vanno trattati.

Mentre gli investimenti vengono fatti per il lungo periodo, i risparmi riguardano il breve termine. Investire per il breve periodo è rischioso, mentre risparmiare per il lungo termine espone i tuoi soldi all’erosione del carovita.

Infine il risparmio assume una importanza crescente nelle fasi di maggior volatilità dei mercati. In particolare quando la turbolenza arriva tutti vogliono fare investimenti sicuri, mentre gli investimenti a rischio perdono fascino.

Risparmio netto

Il risparmio riguarda sia la parte di reddito che accantoni ogni mese, sia la quota di denaro disponibile per ogni evenienza.

Ad ogni modo, la caratteristica del risparmio è che essa serve per fronteggiare le emergenze. Intendo dire che l’obiettivo del risparmiatore è quello di conservare il valore nominale del proprio denaro, perché lo stesso dovrà essere disponibile a corto raggio.

Oltre a ciò i risparmi saranno spesi a breve termine, per l’acquisto di un’auto o il pagamento di una spesa imminente. Al contrario, la quota di risparmio tenuta ferma sul conto priva di una destinazione, servirà come cuscinetto di garanzia contro gli imprevisti.

In breve: assenza di rischio e disponibilità immediata sono le caratteristiche salienti del risparmio.

Investimenti

A differenza del risparmi, gli investimenti sono un impiego di denaro a lungo termine. Investire comporta un rischio, ma implica anche un guadagno superiore

Se la quota di risparmio è eccessiva, infatti, nel corso degli anni perderai il potere di acquisto dei tuoi soldi. Tuttavia se gli investimenti sono “troppi” rispetto ai risparmi potresti abbandonare il piano e vendere tutto nel momento peggiore. Ad esempio perché hai una necessità di spesa improvvisa.

Investire il proprio denaro da solo non basta. Occorre farlo nella maniera corretta, seguendo i migliori consigli per investire, se non te la senti di fare da solo.

Per concludere è importante ricordare una cosa. Investire comporta dei rischi, e tali rischi non si possono eliminare ma solo gestire. Ecco perché la relazione tra risparmio e investimenti e così importante.

Risparmiare ed investire: semplici regole per un successo garantito

Sebbene le persone cerchino di identificarsi come risparmiatori o investitori, in realtà tutti siamo sia l’uno sia l’altro.

In particolare tutti abbiamo bisogno di serenità e sicurezza e non vogliamo perdere. Tuttavia tutti vogliamo ed abbiamo bisogno di guadagnare nel tempo, per fare crescere il nostro capitale.

Per questo motivo è importante mettere a frutto le semplici regole che seguono, che ti permetteranno di pensare in modo diverso, agire in modo diverso e ottenere risultati differenti dalla massa.

La duplice funzione del risparmio

Il risparmio svolge due funzioni: anzitutto ti evita di smobilizzare gli investimenti nel momento inopportuno. Oltre e ciò esso ti aiuta a sopportare il rischio connesso con l’andamento dei mercati finanziari.

Per questi motivi è bene che tu abbia un cuscinetto di denaro, da tenere fermo sul conto corrente o investito in modo sicuro, che ti permetta di attingervi contro gli imprevisti.

Sebbene molti dicano che la quota di risparmio deve essere pari a 6 o 12 volte il reddito mensile, io ti suggerisco di seguire una strada diversa. In altre parole, determina la quota di risparmio netto che ti serve sulla base delle prospettive future di spesa e della cifra che ti fa stare tranquillo.

Ricorda, tuttavia, di non eccedere con il risparmio. Infatti una quota eccessiva di liquidità ti impedirà di ottenere un guadagno dalla stessa. Il che ti penalizzerà nel lungo periodo.

Investire: l’importanza della disciplina

Mentre l’investitore inconsapevole crede che vi siano strumenti magici per ottenere guadagni senza rischi, affidandosi a soggetti in grado di prevedere i mercati, l’investitore consapevole fa scelte diverse.

Intendo dire che quest’ultimo sa bene che i mercati sono imprevedibili per tutti. In aggiunta conosce anche l’importanza della disciplina. Fare la cosa più razionale ma emotivamente più difficile, infatti, è la via maestra per ottenere un duraturo successo finanziario.

Ma tutti noi conosciamo le pressioni psicologiche che la volatilità del mercato ci fa subire. Per farla breve, se hai suddiviso il tuo capitale tra risparmio ed investimento in modo corretto, per te sarà più facile seguire il piano di investimenti con costanza nel tempo.

Grazie a ciò otterrai risultati che altri faticheranno a raggiungere.

Risparmio e investimenti: cugini per sempre

Il risparmio, inteso come accantonamento periodico di quota del reddito è molto importante. Intendo dire che grazie al flusso di nuovo denaro, accantonato mese dopo mese, puoi migliorare il rendimento dei tuoi investimenti.

Come insegno nei miei corsi di formazione, infatti, chi segue l’approccio “salmon” troverà utile disporre di liquidità da investire seguendo una logica contraria rispetto al mercato.

L’ottimizzazione del portafoglio attraverso il market timing intelligente è molto proficua. E se l’operazione è eseguita usando soldi nuovi lo è ancora di più, grazie al risparmio di costi e delle tasse.

Sapere cosa fare dei risparmi e degli investimenti

Scopri dove investire seguendo i miei consigli indipendenti. Grazie a un semplice portafoglio “permanente” saprai subito dove mettere i tuoi soldi per fare un investimento semplificato ma redditizio.

Impara ad investire mettendo a frutto la mia personale esperienza di ex bancario ed investitore di lungo corso. Grazie al mio corso di formazione gratuita wellcome avrai tutti gli strumenti che ti servono.

Think different, invest differently

Giacomo Saver – CEO Segreti Bancari

4 commenti
  1. Buon giorno,ho letto da poco IL PICCOLO LIBRO DELL ‘INVESTIMENTO di BOGLE,e non ho ancora capito se in ITALIA sia possibile o meno comprare FONDI INDICIZZATI TRADIZIONALI,e la differenza tra gli ETF e i succitati FONDI.Si può investire gran parte del propio capitale in ETF o in che percentuale?Spero di non essere tornato troppo indietro .Umberto

    Rispondi
    1. @ Umberto
      I fondi indicizzati in Italia non sono disponibili, perché sono stati sostituiti dagli ETF che hanno le stesse caratteristiche ma sono “migliori” in quanto quotati. Anche Vanguard è arrivata in Italia con i suoi ETF. Se vuoi sapere quali comprare, ed hai almeno 100.000 € puoi iniziare da qui.

      Rispondi
  2. Buongiorno; mi sembra di aver capito dai suoi post che, più che i prodotti da mettere in portafoglio, è la costruzione della strategia complessiva, la vera fondamentale. E sono perfettamente d’accordo. Gli investimenti non possono “scommettere sul futuro”, ma semplicemente seguire uno schema “perpetuo” costruito secondo le ns. rispettive e differenti personalità ed in base a quanto, psicologicamente, siamo in grado di sopportare in termini di potenziali perdite. Ciò premesso, personalmente, avendo un “portafoglio difensivo” basato quasi esclusivamente sui buoni postali fruttiferi, ritengo sia molto difficile separare la parte risparmio da investimento. Avrei intenzione pertanto ad iniziare a costruirmi un p.a.c. con un iShares Core MSCI World UCITS ISIN IE00B4L5Y983 , accompagnato daLYXOR UCITS ETF MSCI WORLD HEALTH CARE ISIN LU0533033238 e ISHARES CORE MSCI EM IMI UCITS ETF – USD ACC
    IE00BKM4GZ66
    , (con l’obbiettivo della pensione tra 10-15 anni circa) che potrebbero rappresentare la parte investimento. Cosa ne pensa? Grazie anticipate.

    Rispondi
    1. @ Marco
      Onestamente farei una diversificazione più semplice, usando solo il MSCI World. Inutile usare prodotti settoriali…

      Rispondi

Rispondi o Commenta