Borsa Usa: I Retroscena di un Rally Prevedibile

corsa della borsa usa

I dati relativi al mercato del lavoro statunitense hanno messo il turbo alla borsa americana, che ha segnato nuovi massimi nella prima settimana di agosto 2016. Non era possibile conoscere in anteprima il numero di posti di lavoro creati, tuttavia qualcuno sapeva già cosa sarebbe successo e sta già guadagnando.

Cosa ha innescato l’ennesimo rialzo della borsa americana?

Venerdì 5 agosto 2016 sono stati diffusi i dati relativi al mercato del lavoro Usa, che nel mese di luglio precedente ha creato 255.000 nuovi posti di lavoro. Si tratta di un dato record, perché le previsioni erano per 80.000 posti di lavoro in meno rispetto a quelli effettivamente generati. Sebbene la forza dell’economia reale renda più probabile un rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve, i mercati hanno subito festeggiato.

Se l’economia Usa continuerà di questo passo, sarà perfettamente in grado di tollerare una politica monetaria moderatamente restrittiva e volta alla sua normalizzazione dopo anni di quantitative easing.

Era possibile prevedere questo dato? No. Ma, reggiti forte, non era nemmeno necessario farlo per ottenere un profitto grazie al positivo andamento del mercato azionario Usa. All’interno del servizio informativo per investire Investment Club noi eravamo già “sul pezzo” da tempo. Ecco quale è stato il nostro ragionamento.

Una crescita prevedibile?

Quando escono delle nuove notizie in grado di muovere in modo “forte” i mercati, l’attenzione degli operatori si rivolge al ruolo che la notizia stessa ha avuto. E’ indubbio che l’onda lunga del mercato del lavoro Usa sia arrivata in tutto il mondo: la borsa italiana ha guadagnato il 2,40% in un solo giorno, ma ciò che voglio dirti è un’altra cosa.

I mercati finanziari sono delle “discount machines” che pensano al futuro e non guardano al passato. I dati diffusi ad agosto dimostrano che in luglio l’economia Usa ha marciato a grande velocità, ma sarà importante sapere se essa continuerà a crescere in futuro, perché ormai le quotazioni azionarie hanno già “preso atto” della forza dell’economia a stelle e strisce. Solo conoscendo in anticipo il probabile andamento futuro di un’economia è possibile fare delle ipotesi circa il futuro andamento del mercato azionario “sottostante”. Ma c’è dell’altro.

Le notizie economiche, il più delle volte, non cambiano lo scenario di fondo. Potresti pensare che il mercato azionario Usa si sia svegliato proprio ora da un sonno profondo e che sia stata la creazione di nuovi posti di lavoro ad aver suonato la campana. Mi dispiace per te, ma non è così.

I dati diffusi sono stati come della benzina che ha alimentato un fuoco già acceso.

I modelli economici che usiamo nell’Investment Club segnalavano da tempo l’esistenza di un trend rialzista sulla borsa Usa, come puoi vedere dal grafico qui sotto:

usa

Non è importante conoscere in anticipo i dati economici fondamentali per investire in modo redditizio. Ti basta disporre di alcuni indicatori che tengano sotto controllo i trend di mercato e quelli delle economie reali sottostanti nel loro insieme.

Investire in un mercato ai massimi? Brrr

L’idea di entrare su un mercato ai massimi storici è una doccia gelata in una calda giornata estiva. Come ti ho detto prima,  nell’Investment Club siamo entrati sul mercato azionario Usa già da tempo, quando i prezzi erano un po’ meno “cari” di oggi. Se vuoi comprare ora delle azioni Usa per beneficiare della fase ascendente del mercato, permettimi di darti alcune indicazioni:

  • usa strumenti che ottimizzino la volatilità e che siano in grado di contenere gli effetti di una possibile caduta temporanea delle quotazioni
  • non agire “a pelle” ma usa degli indicatori adeguati. Se prendessimo le nostre decisioni sulla base di ciò che pensiamo invece di seguire i nostri indicatori i rendimenti dell’Investment Club sarebbero molto inferiori a quelle reali
  • ricorda che i trend persistono fino a che non arriva un segnale palese di inversione.

Impara a leggere correttamente le notizie, verificando i trend in essere nel momento in cui le stesse vengono diffuse. Ti accorgerai che nove volte su dieci i dati e le notizie economiche – e non solo –  non fanno altro che confermare e rafforzare  una tendenza già in atto.

Se sei in grado di intercettare in modo corretto i trend puoi aumentare i rendimenti dei tuoi investimenti senza dover fare previsioni su dati che è impossibile conoscere in anticipo.

Giacomo Saver

Fondatore di Segretibancari.com e Direttore dell’Investment Club

4 commenti
  1. ciao Giacomo, mi risulta che gli indicatori macroeconomici anticipatori sul mercato USA non fossero poi così positivi. Hai notato anche tu questa divergenza?

    Rispondi
    1. @ Luca
      dipende quali indicatori usi, perché ce ne sono moltissimi ed occorre scegliere quelli più appropriati per il tuo scopo. Inoltre nell’Investment Club non usiamo mai un solo indicatore ma più di un dato, al fine di limitare gli sbagli.

      Rispondi
  2. ho fruito del primo IC Warm up e non dei successivi. Ho anche guardato, nello spam ma non ho riscontrato niente.

    Rispondi
    1. @ Germano
      Strano…per favore invii una mail a info@segretibancari.com e le manderemo subito i prodotti finanziari mancanti. Mi scusi per il disguido.

      Rispondi

Rispondi o Commenta