Amundi seconda pensione: cos’è e quando serve

amundi-seconda-pensione

Amundi seconda pensione è un prodotto di previdenza integrativa economico e disponibile on line. Adatto a chi vuole legarsi ad un fondo pensione aperto.

Cos’è Amundi seconda pensione

Seconda pensione di Amundi è un fondo pensione aperto pensato per la creazione di una rendita complementare. In breve esso fa parte del “secondo pilastro” e può essere sottoscritto con grande facilità. Oltre alla modalità on line, infatti, è disponibile una lista di collocatori cui rivolgersi in presenza per l’adesione.

Seconda pensione è soggetto alle norme che regolano i fondi previdenziali. Per questa ragione non approfondiremo le regole comuni a tutti i prodotti del secondo pilastro. Ci concentreremo, invece, sulle specificità del fondo Amundi.

Le linee di gestione

In modo analogo ai concorrenti, Seconda pensione prevede più linee di investimento. La responsabilità della scelta ricade sul sottoscrittore che potrà seguire, ad esempio, il criterio life cycle.

Le linee di gestione vanno dal comparto più aggressivo a quello più prudente, secondo un rischio decrescente.

Secondapensione espansione ESG

Caratteristiche

Si tratta del comparto più aggressivo. In particolare esso ha come riferimento un portafoglio composto per il 40% da azioni europee e per il 40% da azioni extra EMU. Solo il 20% del totale sarà investito in obbligazioni.

Profilo di rischio

Il comparto presenta una rischiosità elevata. Esso, infatti, mostra un indice di rischio di 5 su una scala che arriva a 7.

Performance

Quelle che seguono sono i rendimenti ottenuti dal comparto negli ultimi anni:

  • 2015: +8,72%
  • 2016: +3,25%
  • 2017: +7,91%
  • 2018: – 8%
  • 2019: + 15,76%

Costi

La linea espansione costa lo 0,80% l’anno. Si tratta, in definitiva, del comparto più caro.

Secondapensione sviluppo ESG

Caratteristiche

Il profilo ha una composizione bilanciata. Intendo dire che l’indice di riferimento è composto per metà da azioni e per metà da obbligazioni. In particolare le azioni europee pesano per il 20% del totale, mentre le azioni globali per il 30%.

Le obbligazioni sono rappresentate da bond globali con copertura del rischio cambio per il 40%. Ai titoli euro, per contro, spetta il 10% del totale.

Profilo di rischio

Il livello di rischio riporta un indice di 4 su 7. In definitiva si tratta di un prodotto bilanciato, il cui obiettivo è la crescita del capitale senza troppi strappi.

Performance

Le performance storiche del comparto sono state le seguenti:

  • 2015: +7,42%
  • 2016: +2,54%
  • 2017: +5,13%
  • 2018: – 5,33%
  • 2019: + 12,38%

Costi

La commissione annua di gestione è dello 0,70%.

Secondapensione bilanciata ESG

Caratteristiche

Il comparto è moderatamente prudente. A titolo di esempio basti sapere che le azioni rappresentano solo il 30% del portafoglio modello. Esse, in breve, sono internazionali per il 20% e europee per il 10%.

In modo simile al comparto precedente, anche la linea bilanciata ha una notevole esposizione verso bond globali con copertura del rischio cambio. In sintesi, le obbligazioni mondiali pesano per il 60% del totale.

Profilo di rischio

Per quanto riguarda il profilo di rischio, Amundi seconda pensione bilanciata ha un indice di 4 su 7.

Performance

In breve, le performance storiche:

  • 2015: +5,63%
  • 2016: +1,76%
  • 2017: +3,11%
  • 2018: -3,90%
  • 2019: +10,11%

Costi

Il costo annuo è dello 0,65%. Con riferimento alla linee precedenti, la bilanciata presenta costi più contenuti.

Secondapensione prudente ESG

Caratteristiche

Il comparto è il più prudente. Al contrario delle linee precedenti, tuttavia, non è possibile avere la composizione del portafoglio sottostante. Pertanto non sappiamo quanta parte del totale sia destinata alle azioni.

Possiamo, però, ipotizzare una quota pari a circa il 10%. In modo simile agli altri, anche il comparto prudente avrà una grande esposizione verso le obbligazioni globali, con copertura del rischio cambio.

Profilo di rischio

L’indice di rischio è di 3 su 7. Si tratta, in definitiva, del comparto più prudente tra quelli disponibili.

Performance

Le performance storiche:

  • 2015: +2,69%
  • 2016: +0,28%
  • 2017: +0,82%
  • 2018: -2,79%
  • 2019: +4,99%

Costi

Sebbene la linea prudente richieda meno risorse delle precedenti, il costo di gestione non scende sensibilmente. La commissione, infatti, è dello 0,60% l’anno.

Secondapensione garantita ESG

Caratteristiche

Si tratta, in sintesi, di una linea monetaria il cui obiettivo è la conservazione del capitale investito. Non adatta all’investimento a lungo termine a causa dell’erosione inflativa.

Profilo di rischio

L’indice di rischio è di 3 su 7. Sebbene il coefficiente sia simile alla linea prudente, l’esame dei rendimenti mostra una minore rischiosità del comparto.

Performance storiche

Ecco i rendimenti passati:

  • 2015: +1,98%
  • 2016: +0,39%
  • 2017: +1,14%
  • 2018: -2,10%
  • 2019: +2,61%

Costi

Al contrario della linea prudente, la garantita costa lo 0,70%. Si tratta, in definitiva, di un costo elevato che rende il comparto non conveniente, al di fuori di casi molto particolari.

Quando serve Amundi seconda pensione?

Il fondo pensione Amundi è tra i più economici presenti sul mercato. Esso va bene per quei lavoratori con redditi elevati che riescono ad ottenere vantaggi fiscali interessanti grazie alla deducibilità dei versamenti .

Occorre ricordare, in aggiunta, che si tratta di un contratto rigido. Esso, infatti, non prevede la possibilità di rimborsi anticipati se non nei casi previsti dalla legge. La prestazione, infine, potrà essere erogata sotto forma di capitale solo in certe condizioni. Al di fuori di esse sarà necessario optare per la rendita.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

3 commenti
  1. È quindi un prodotto di previdenza complementare che consiglieresti per rapporto qualità (di gestione)/prezzo o a tuo giudizio c’è ne sono di migliori sul mercato? Grazie

    Rispondi
    1. @ Federico
      Non posso consigliare nulla, qui, per motivi di tempo e me ne scuso. Ti ricordo che se vuoi imparare ad investire hai a disposizione i corsi di A Scuola di Investimenti. Se, invece, vuoi ricevere indicazioni di investimento, puoi iscriverti all’Investment Club. Trovi tutti i servizi nella home di Segreti Bancari. Un cordiale saluto.

      Rispondi
  2. Se lo si tiene per 35 anni e si versano in tutto (6.000€ annui x 35) 210.000€ sarà l’importo versato. La commissione di gestione allo 0,8% annuo, se i miei conti sono esatti, incide per 30.800 €. Questo costo è al lordo del risparmio fiscale che dipende dalla propria aliquota marginale e potremmo grossomodo quantificarlo in 1/3: 10.000€ circa .

    Rispondi

Rispondi o Commenta