Investire nel cambio euro lira turca con i certificates?

lira turca

L’andamento del cambio tra Euro e Lira Turca è molto volatile. SocGen pensa di sfruttarlo offrendo dei certificates. Scopri di che si tratta.

Andamento cambio lira turca euro

Il cambio euro try è quotato sul forex ogni giorno. Intendo dire che un investitore, o meglio un trader, può prendere in considerazione un investimento sulla divisa.

In particolar modo l’obiettivo consiste nell’ottenere un guadagno speculativo in caso di apprezzamento della lira nei confronti dell’euro. Ciò avviene, infatti, ogni volta in cui il tasso di cambio scende.

Prima di analizzare gli investment certificates di Société Générale sulla divisa, guardiamo il grafico del cambio euro lira turca nel tempo:

andamento cambio euro lira turca try

Puoi notare immediatamente che si tratta di un grafico che presenta alcune caratteristiche. Anzitutto il cross eur try è molto volatile. In particolare il cambio ha toccato un minimo di 1,663 ed un massimo di 8,09 negli ultimi anni.

In secondo luogo il cambio tende a svalutarsi nel corso del tempo. Ciò potrebbe essere dovuto (o voluto) dalla necessità di rendere competitive le esportazioni della Turchia attraverso una politica di svalutazione della moneta sul forex.

L’andamento della quotazione della lira turca sembra quindi privilegiare chi la vende, piuttosto che chi la detiene. Ciò nonostante oggi sono disponibili due investment certificates sul forex che permettono di speculare sull’andamento della divisa.

Cash collect su cambio eur try

Prendiamo, a titolo di esempio, il certificato XS1957206060 con scadenza 19/8/2022. Sebbene sia disponibile anche il certificate XS1957205922 esso è assolutamente simile al precedente.

Sottostante: cambio euro lira turca

Il certificato ha come base di riferimento il tasso di cambio tra euro e lira turca. Ciò significa che il suo guadagno sarà determinato solamente dall’andamento della quotazione. Questo è sufficiente a fare comprendere la elevata rischiosità del prodotto.

Premio

Il certificato paga un premio mensile lordo di 10€. Poiché il taglio minimo è di 1.000 € il premio equivale a circa il 10% di rendimento annuo, che potrà crescere se il certificato è comprato ad un valore inferiore a mille.

Il premio sarà pagato a condizione che il cambio euro lira turca sia sotto la barriera cedolare. In caso contrario nulla sarà dovuto.

In cerca di rendimenti elevati senza incorrere in trappole pericolose? Scopri le alternative.

Barriere

Il certificato ha due barriere. La prima determina il pagamento del premio mensile, mentre la seconda la garanzia del rimborso del capitale.

Barriera cedolare

Parte dal 100% del cambio eur try e cresce mese dopo mese a scatti dello 0,50%. Affinché il premio sia pagato occorre che il cambio stia sotto la barriera. In breve, è sufficiente un semplice deprezzamento della lira turca, ossia una salita del cambio, per annullare i premi.

Dopo un anno se il cambio è sotto la barriera cedolare (detta anche barriera di liquidazione anticipata) il certificato scadrà anticipatamente rimborsando il capitale.

Ciò è penalizzante, poiché in caso di andamento favorevole del tasso di cambio il certificate scadrà, limitando di fatto la possibilità di guadagno.

Barriera a scadenza

La barriera a scadenza è fissata nel 140% della quotazione attuale della lira. In termini semplici, se la lira si svaluta oltre il 40%, attraverso una crescita della quotazione, l’investitore perderà la differenza.

Ti è venuto il mal di testa? Comprendere il mondo degli investimenti per fare le scelte giuste è davvero semplice. Scoprilo qui.

Rischi del certificate sulla lira turca

Investire in questo certificate presenta notevoli rischi, che l’emittente stesso evidenzia nel prospetto KID.

Anzitutto è possibile perdere in parte o tutto il capitale in caso di default dell’emittente. Infatti dal momento che si tratta di un certificato (ETP) e non un ETF manca del tutto un patrimonio sottostante a garanzia.

Oltre a ciò la struttura del certificato è penalizzante, poiché il rimborso anticipato e la presenza di un premio fisso impediscono al sottoscrittore di beneficiare di una rivalutazione della lira.

Infine il certificato presenta una scarsa liquidità ed un differenziale tra prezzo di acquisto e di vendita piuttosto ampio.

In conclusione se nutriamo parecchi dubbi sulla redditività di un investimento in lire turche, non abbiamo dubbi sul fatto che questo certificato, se proposto, va assolutamente evitato.

Think different, invest differently

Giacomo Saver – CEO Segreti Bancari

2 commenti
  1. Buon giorno Giacomo,
    Scusami se la domani che ti sto’ ponendo non riguarda l’argomento trattato in questo tuo articolo. Volevo sapere la tua opinione sul conto deposito di banca infinity, che offre ai suoi correntisti un interesse per somme vincolate fino al 3,25%.

    Rispondi
    1. @ massimo
      Purtroppo sei fuori tema. Scrivi sulla pagina Facebook di Segretibancari. Lì puoi porre tutte le domande che vuoi senza essere vincolato dal contenuto del post che commenti. Grazie!!

      Rispondi

Rispondi o Commenta