Investire 200.000 euro ai tempi del Coronavirus

investire 200000 euro con coronavirus

Investire 200.000 euro mentre sui mercati imperversano panico e coronavirus non è facile. Ma per chi sa cosa fare le occasioni non mancano .

I Coronaerrori

L’aggravarsi dei contagi del Coronavirus ha colto tutti di sorpresa. Gli stessi mercati che fino a qualche settimana fa snobbavano il virus, si sono scoperti fragili fino a passare dalla noncuranza al panico.

In particolare gli investitori sono corsi a vendere, preoccupati che ulteriori ribassi dei mercati siano alle porte e siano in grado di mandare in fumo i risparmi di una vita.

Altri, invece, sono corsi a comprare per rendersi conto di come i ribassi successivi hanno spazzato via i loro soldi.

In questo clima di grande confusione ed incertezza, tuttavia, è possibile fare buoni affari a patto di non farsi prendere dalla emotività di breve periodo, di avere un piano solido e coerente con i propri obiettivi.

Vuoi essere sempre aggiornato sull’andamento dei mercati in modo lucido e indipendente? Scopri INVESTO.

La strategia per investire 200.000 euro

Prima di esaminare le opportunità che oggi il mercato ci offre, ragioniamo un attimo sulla strategia a monte. Intendo dire che è inutile correre a comprare, se prima non abbiamo deciso quali saranno le nostre mosse.

Il primo step per investire 200.000 euro ai tempi del coronavirus consiste nell’avere chiari i propri obiettivi e alcuni punti fermi, che ora riassumeremo.

L’importanza della diversificazione

La diversificazione tra diverse classi di attivo e all’interno delle stesse è di fondamentale importanza. Essa è l’arma che ci difende da crolli e crisi. Infatti i mercati si muovono in modo “sfasato” gli uni dagli altri.

A titolo di esempio, nei giorni in cui il coronavirus infettava i mercati l’oro toccava nuovi massimi. I bond indicizzati all’inflazione si apprezzavano, così come i governativi “sicuri”. Questo rappresentava un’ancora di salvezza, un salvagente contro le perdite che si accumulavano sull’azionario.

In breve, il primo step per costruire un portafoglio di 200.000 euro consiste nel metterlo in sicurezza attraverso una grande diversificazione. Realizzata attraverso strumenti finanziari poco correlati tra loro.

Minimizzare i costi

I costi pagati per tenere in vita l’investimento sono una variabile fondamentale da ottimizzare. Sebbene il coronavirus sia il terreno fertile per vendere fondi a gestione attiva, usare strumenti finanziari a basso costo è di vitale importanza.

Gli ETF, che noi usiamo sia all’interno del servizio operativo “Investment Club” sia nei nostri corsi di formazione, sono un prodotto efficace per gestire anche questa fase di mercato.

Nervi saldi e tempi lunghi

Avere nervi saldi significa non farsi influenzare da ciò che accade fuori. Ma se restare immuni ai crolli è difficile, resistere alla tentazione di liquidare tutto (o di comprare a caso) è possibile.

Per investire 200000 euro in modo efficace ai tempi del coronavirus è necessario decidere PRIMA quanto si è disposti a rischiare per vedere crescere il capitale. Questa analisi, in breve, non va fatta sulla base di previsioni, ma della conoscenza del carattere, attitudini e comportamento dell’investitore.

Gli strumenti per investire 200.000 euro

Ecco, allora, quali strumenti usare per investire una cifra importante ai tempi del coronavirus. Grazie agli strumenti che vedremo sarà possibile investire 200 mila euro in modo personalizzato e redditizio.

Temi di perdere delle notizie importanti? Resta sempre aggiornato con INVESTO.

Conti deposito e conti correnti

Sono un ottimo parcheggio della liquidità. Il loro vantaggio sta nel fatto che i soldi versati non perderanno mai valore, in termini nominali. Ma non cresceranno neppure nel tempo. Oltre a ciò il denaro immobilizzato sarà soggetto alla svalutazione inflativa.

Le somme parcheggiate sui conti correnti e/o sui conti deposito devono essere la riserva di liquidità che risponde a due necessità. In primo luogo si tratta di soldi pronti per essere spesi senza intaccare il resto del patrimonio, evitando così di vendere nel momento sbagliato.

Infine si tratta di somme che permettono di vivere con maggiore serenità fasi prolungate di ribasso.

ETF obbligazionari

Le obbligazioni saranno messe sotto pressione dal coronavirus. In particolare i timori di possibili default affosseranno, probabilmente, le quotazioni dei bond più rischiosi.

Intendo dire che occorre prestare attenzione sia ai titoli societari, o corporate, sia alle emissioni con scadenza lunga. Per contro le obbligazioni esibiscono una volatilità inferiore a quella delle azioni, promettono la restituzione del capitale alla scadenza e pagano delle cedole.

ETF azionari

Gli ETF azionari ti permettono di fare un investimento diversificato a basso costo, evitando di restare impigliati in azioni singole scelte male che non recupereranno più.

Tuttavia gli ETF che replicano gli indici azionari sono volatili. E se nel lungo periodo offriranno rendimenti superiori ai bond con ottime probabilità, nel breve periodo le loro quotazioni saranno instabili.

INVESTO, l’informazione finanziaria indipendente

Inserire in portafoglio ETF azionari aumenta le chance di guadagnare nel lungo termine.

ETF REITS

Investire in immobili significa fare un impiego del denaro a metà strada tra la sicurezza delle obbligazioni e la redditività delle azioni.

A tal proposito è sufficiente ricordare che gli ETF che investono in immobili esibiscono una volatilità maggiore degli obbligazionari, ma inferiore a quella degli azionari. Inoltre la loro correlazione con le azioni è spesso bassa.

ETF Oro

L’oro è il bene rifugio per eccellenza. Esso cresce durante i periodi di incertezza e difficoltà. La correlazione negativa con azioni e obbligazioni lo rende appetibile nelle fasi turbolente.

Esso, tuttavia, non produce alcun frutto. Il suo peso all’interno di un portafoglio diversificato deve tenere conto della paura dell’investitore e del grado di sicurezza che vuole ottenere.

Un mix degli strumenti esaminati permetterà a tutti gli investitori con capitali importanti di investire al meglio. È responsabilità del singolo mixare adeguatamente le varie asset class per costruire un portafoglio redditizio e sostenibile.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

Rispondi o Commenta