Conviene investire i soldi in posta nel 2022?

17 Gennaio 2022

investire in posta conviene

Nel 2022 è ancora conveniente impiegare i propri risparmi in prodotti di investimento postali? Oppure il contesto di bassi tassi di interesse ha spiazzato i buoni e i libretti? E quali altre alternative ci sono?

Perché risparmiare ed investire con la Posta

Investire negli Uffici Postali, per anni, è stato il sinonimo di investimento sicuro. La solidità dell’istituto, insieme con l‘assenza dei costi e la diffusione capillare sul territorio fa delle Poste il luogo privilegiato per investire e risparmiare.

In modo particolare per le fasce della popolazione che non si fidano delle banche. Purtroppo, però, la creazione del Bancoposta ha fatto in modo che l’azienda diventasse un collettore di prodotti finanziari costosi ed inefficienti.

Vuoi sapere dove investire in modo sicuro ma redditizio? Esamina gratis uno dei nostri portafogli, su Backstage.

In questo articolo vedremo le varie forme di impiego del risparmio e di investimento offerte e daremo la nostra opinione in proposito.

Buoni fruttiferi postali (BFP)

Si tratta di titoli emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti, garantiti dallo Stato, che offrono la certezza del rimborso del capitale a scadenza e la corresponsione di un interesse al momento dell’incasso. Sebbene la durata sia pluriennale i titoli possono essere rimborsati in qualsiasi momento al valore nominale.

Oltre ad essere insensibili alle fluttuazioni dei tassi di interesse, i buoni sono soggetti all’imposta agevolata del 12,50%. Infine l’emissione ed il rimborso sono esenti da costi.

Buoni ordinari

Hanno una durata massima di 20 anni. Gli interessi vengono capitalizzati ogni anno, mentre maturano ogni due mesi. Il tasso di interesse è crescente sulla base del tempo di detenzione del titolo.

Buono 4×4 e 3×4

La durata massima dei 4×4 è di 16 anni. Gli interessi, più alti del caso precedente, maturano a scatti quadriennali. Sebbene il rimborso sia sempre possibile, gli interessi maturati sulla frazione del quadriennio non completata andranno persi.

La versione 3×4 è identica alla precedente. Tuttavia gli interessi, in questo caso, sono pagati a scalini di tre anni mentre la durata massima è di 12 anni.

BFP 4 anni risparmio semplice

Sono titoli che si possono sottoscrivere con formula rateale, tipo piano di accumulo. La durata massima è quattro anni.

Buoni dedicati ai minori

Pensati per lasciare ad un neonato o un minore un capitale al raggiungimento della maggiore età, i titoli pagano un interesse crescente. Essi, inoltre, possono essere rimborsati prima della scadenza.

Libretti postali

I libretti sono conti di deposito nei quali è possibile versare e prelevare denaro. I soldi sono fruttiferi per tutto il tempo del loro impiego. Ecco le tre forma più usate:

  • ordinario: prevede l’operatività in tutti gli uffici, l’incasso della pensione o dello stipendio e la sottoscrizione dei BFP
  • smart: offre un tasso più alto grazie all’opzione super smart e permette la sottoscrizione dei BFP e l’operatività via Web
  • dedicato ai minori: consente una operatività crescente da parte del ragazzo e una maggiore responsabilizzazione.

Obbligazioni

Le obbligazioni postali sono titoli di credito venduti allo sportello. Può trattarsi di titoli a tasso fisso o variabile. A seconda dei momenti è possibile optare per prodotti tradizionali (plain vanilla) o obbligazioni strutturate la cui remunerazione dipende dall’andamento dei mercati.

I migliori portafogli diversificati e sempre aggiornati sono su Backstage.

Certificates

Sono titoli di debito il cui valore a scadenza e la remunerazione dipendono dall’andamento di un indice finanziario, o di un paniere di titoli o valute. A seconda del tipo di protezione possono essere più o meno rischiosi.

Assicurazioni

Poste Vita è la compagnia di assicurazione del Gruppo. Essa, ad oggi, offre cinque prodotti specifici per investire in modo sicuro. Vediamoli brevemente.

Poste Progetto Dinamico New

Offre la possibilità di creare mix personalizzati attraverso 5 combinazioni di fondi assicurativi (rischiosi) e la gestione separata (priva di rischio). Il servizio di riallocazione graduale permette un approccio soft ai mercati.

Poste Soluzione Valore New

Prevede, a differenza del caso precedente, 3 combinazioni di fondi assicurativi più gestione separata. L’investimento minimo è di 5.000 €. In aggiunta è possibile fare versamenti ricorrenti, tipo PAC. Infine è possibile inserire investimenti ESG all’interno del mix.

Poste Domani Per Te Plus

È la classica assicurazione del ramo 1 a gestione separata. I premi possono essere unici o periodici (ricorrenti). Infine il rendimento dipende dall’andamento del fondo Posta ValorePiù cui il contratto è legato.

Postafuturo Da Grande

Garantisce al ragazzo/a un capitale al compimento del ventesimo anno di età. È inoltre previsto un bonus al momento del conseguimento del diploma.

Leggi anche: PostaFuturo da Grande conviene?

PostePremium Soluzione Assicurativa

Permette la combinazione della gestione separata più fondi esterni che investono in ETF. I servizi di stop loss, switch e liquidazione programmata completano il servizio.

Fondi comuni

I fondi di investimento offerti sono di vario tipo. In pratica è possibile sottoscrivere prodotti obbligazionari, azionari, bilanciati o flessibili. In ogni caso i fondi proposti presentano gli stessi limiti noti: costi elevati, difficoltà ad ottenere rendimenti superiori alla media del mercato, ecc.

Investire in Posta conviene? La nostra opinione

A nostro avviso gli investimenti postali non sono convenienti, ad oggi. I buoni ed i libretti, ad esempio, offrono tassi troppo bassi per essere una forma di impiego del risparmio redditizia. Infatti, se andiamo a togliere dal tasso lordo le imposte e il bollo ciò che rimane è davvero esiguo.

L’inflazione, inoltre, penalizza queste forme di investimento nel lungo termine, falciando il loro effettivo potere di acquisto. L’investitore consapevole farà bene ad attendere che un ipotetico rialzo dei tassi, negli anni a venire, renda di nuovo appetibili libretti e BFP prima di sottoscriverli.

Le obbligazioni non sono più collocate da alcuni anni. Le emissioni passate, tuttavia, presentavano il problema della scarsa liquidità e bassa redditività. Seppur pensate per un investitore inesperto si tratta di investimenti poco remunerativi che come tali vanno evitati.

I certificates, al contrario, sono prodotti complessi che espongono il cliente a possibili perdite in conto capitale. Inoltre a causa delle commissioni nascoste la loro redditività è modesta ed in ogni caso slegata dai rischi corsi.

Le polizze vita, infine, sono prodotti cari e poco remunerativi. Mentre la discesa dei tassi ha messo KO i profitti ottenibili dalle gestioni separate, i fondi assicurativi sono costosi e poco performanti.

Indeciso su dove investire?

Se vuoi investire in modo indipendente, semplice e redditizio ti suggeriamo alcune risprse preziose.

Backstage ti darà accesso ai nostri portafogli di ETF e ti dirà dove investire in base alle tue preferenze in termini di rischio/rendimento.

INVESTO, che puoi leggere gratis per 30 giorni, ti darà consigli operativi, analisi e spunti per investire in autonomia.

Welcome, infine, ti apre la porta ai nostri corsi per imparare ad investire da solo, con lo scopo di essere autonomo nella gestione del tuo capitale.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari