Obbligazioni estere

Obbligazioni estere

Investire in obbligazioni estere significa comprare dei bond i cui interessi ed il cui valore nominale sono espressi in una valuta diversa dall’Euro.

Dal punto di vista dell’investitore, infatti, i bond si distinguono in domestici o esteri a seconda della valuta di denominazione del prestito stesso.

Acquistare dei bond esteri significa cercare la maggiore sicurezza offerta dalle valute forti, oppure il maggior rendimento ottenibile grazie alle valute deboli.

Ad esempio chi compra un buono del Tesoro denominato in Dollari Usa cerca anzitutto la garanzia del capitale, mentre chi compra il debito emergente in valuta locale ricerca la redditività.

Le obbligazioni estere comportano il rischio di cambio.

Sebbene gli interessi, in valuta, siano di importo fisso, il loro controvalore in Euro varia a seconda del tasso di cambio.

Può quindi accadere che l’investitore in bond esteri subisca una perdita in conto capitale in caso di forte svalutazione della divisa sottostante nei confronti dell’Euro.