ETF acqua borsa italiana: il migliore

miglior etf acqua borsa italiana

È il miglior ETF acqua disponibile su Borsa Italiana, e paga anche i dividendi per chi ama le cedole. Ma va esaminato dal corretto punto di vista.

ETF acqua iShares Global Water – IE00B1TXK627

L’ETF “acqua” iShares Global Water è il miglior prodotto disponibile su borsa italiana per fare un investimento tematico.

In breve esso permette di acquistare in un solo colpo 50 azioni globali operanti nel settore idrico. Nonostante le prospettive siano interessanti le valutazioni fondamentali non sono economiche. In breve il rapporto prezzo/utili è 24, mentre l’indice prezzo/valore contabile è di 2,77.

Scopo di questo post è fare un’analisi dettagliata del prodotto lasciando ad ognuno il compito di capire se, quando e come inserire nel proprio portafoglio l’ETF acqua di iShares.

Il lettore che vuole ricevere assistenza per sapere dove investire, o imparare a farlo, può fare riferimento ai nostri servizi.

Caratteristiche tecniche

Il miglior ETF acqua disponibile su borsa italiana costa lo 0,65% l’anno, distribuisce i proventi e ha come sottostante l’indice S&P Global Water 50.

La replica, in aggiunta, è di tipo fisico. Ciò conforta quegli investitori che amano che l’ETF in cui investono abbia effettivamente in portafoglio i titoli che compongono l’indice.

Performance

I rendimenti, presi dal gestionale di Segreti Bancari che usiamo per la selezione dei titoli dell’Investment Club, offre i seguenti dati:

  • 2015: +10,40%
  • 2016: +8,70%
  • 2017: +11,70%
  • 2018: – 6,80%
  • 2019: +37,50%

I rendimenti, molto buoni in passato, potrebbero spingere gli investitori verso un incauto acquisto. Per questa ragione i dati passati, come di consueto, vanno presi con grande cautela e usati nel modo corretto ai fini decisionali.

Portafoglio

In modo analogo ai prodotti internazionali, anche l’ETF acqua di iShares vede una netta prevalenza degli Stati uniti sul totale. In particolare essi rappresentano il 48,32% del portafoglio.

Seguono Regno Unito (con il 14,73%), Svizzera (con il 7,33%) e Francia (con il 7,27%).

Oltre alla concentrazione geografica è bene ricordare anche il rischio cambio nei confronti del dollaro. Per finire è bene evidenziare che il portafoglio è piuttosto concentrato. L’ETF, infatti, investe in sole 50 azioni.

Rischi

La volatilità a dieci anni dell’ETF è stata dell’11,96%, mentre quella negativa del 7,71%. Oltre a ciò chi avesse sbagliato timing, comprando sui massimi, avrebbe patito una discesa del 35,03% in occasione dei ribassi successivi.

In aggiunta al rischio “numerico” se ne somma uno qualitativo. Intendo dire che, in assenza di una diversificazione settoriale, l’ETF subisce l’andamento di uno specifico settore merceologico.

Perché l’ETF acqua di iShares è il migliore?

I lettori più attenti avranno notato che esiste anche un altro ETF “idrico” quotato su Borsa Italiana. Parlo di Lyxor World Water che, peraltro, costa un po’ meno.

Per quale motivo, allora, il prodotto più costoso è il migliore?

La ragione è semplice. Quando si tratta di scegliere un ETF non bisogna solo guardare al costo annuo di gestione. Questo è certamente importante, tuttavia entrano in gioco costi meno visibili e liquidità.

La formula dell’All Inclusive Cost, che spieghiamo nei nostri corsi di formazione, ha permesso un confronto a 360 gradi dei due ETF mettendo in risalto iShares. Sebbene il costo annuo sia maggiore, a conti fatti iShares Global Water costa 1/3 in meno del concorrente.

Per questo motivo è il miglior ETF acqua disponibile oggi su Borsa Italiana.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

Rispondi o Commenta