Tre Consigli per Investire al Meglio100000 euro

16 Luglio 2018

consigli per investire 100000 euro

Articolo Aggiornato l’11 luglio 2018

Investire 100 mila euro in banca in modo sicuro e redditizio è semplice, ma non facile. Tra il tuo capitale ed il successo finanziario si frappongono alcuni ostacoli che è bene conoscere e superare. Fatto ciò ti darò le “ricette” per investire i tuoi soldi in modo sicuro e redditizio, a seconda dei tuoi obiettivi e della tua personale tolleranza al rischio.

La Dimensione del tuo Capitale Non Conta!!

Se sei un investitore di lungo corso è probabile che nella tua mente scatti un ragionamento di questo tipo. “Ho 100.000 euro da investire, sono un privilegiato perché il mio capitale equivale a circa 200milioni di Lire. DEVO ottenere un guadagno superiore a quello che ottiene il mio vicino di casa che di euro ne ha solo 10.000.” Giusto?

Purtroppo no!! Il ragionamento è del tutto errato. Oggi le alternative per investire sono le stesse per tutti: sia che tu sia un milionario, sia che il tuo capitale ammonti ad un pugno di migliaia di euro. Quindi la redditività che otterrai, in termini percentuali, non dipende da quanti soldi investi.

Semmai al crescere del capitale disponibile crescerà il numero di strumenti con cui costruire le allocazioni che tra poco ti darò.

Il primo consiglio per investire 100000 euro in modo redditizio e sicuro è semplice: il guadagno è la diretta conseguenza dell’asset allocation che andrai a costruire ma non è direttamente connesso con la dimensione del tuo capitale. Concentrati sulla strategia e non sulla dimensione patrimoniale.Oggi la finanza è molto più democratica del passato quando “negoziavi” il tasso di interesse a seconda del capitale disponibile.

Fai Attenzione ai Consulenti!!

Ai tempi in cui lavoravo in banca, come gestore di patrimoni, il cliente che aveva un patrimonio di 100000 € era una persona “affluent” da trattare con garbo evitando di proporgli i soliti prodotti spazzatura, come i fondi comuni di investimento o le polizze vita. Oggi purtroppo non è più così. L’aggressività dei consulenti finanziari è cresciuta e se anche sei un cliente benestante verrai sollecitato a sottoscrivere prodotti scadenti, come tutti gli altri.

Se hai 100.000 euro da investire non pensare di essere un cliente privilegiato. In banca ti accomoderai agli uffici del piano terreno, e se anche ti faranno salire al primo piano, al “Private“, la musica non cambia. Il 99% di quello che ti proporranno è da evitare, perché le soluzioni per investire sono scadenti al pari di quelle proposte a tuo cugino che di euro ne ha 30.000.

Come e Dove Investire 100000 € nel 2018?

Per investire con successo ti basta fare alcune semplici operazioni. Per prima cosa limitare i costi, scegliendo prodotti finanziari low cost, come gli ETF. In secondo luogo dovrai evitare di fare movimentazioni eccessive al tuo portafoglio. Infine dovrai scegliere una ripartizione tra le varie classi di attivo idonea a raggiungere i tuoi obiettivi.

Consigli per Investire 100.000 € in modo Sicuro

La sicurezza assoluta, in finanza, non c’è mai stata né mai ci sarà. Mettilo in conto. Se per te la sicurezza significa che il tuo capitale non dovrà mai scendere, nemmeno un giorno, allora hai due alternative soltanto:

  • il conto corrente
  • un buon conto deposito.

Sono questi gli unici strumenti finanziari che ti danno la certezza assoluta di non perdere mai. Ma attento. Non c’è solo il problema della solidità della banca. Quello lo risolvi aprendo un paio di conti. Il vero problema è l’inflazione. Investi il tuo capitale in questo modo solo se pensi di doverlo spendere entro i prossimi 3  anni.

Investire soldi nei conti deposito per periodi lunghi oggi è una delle cose peggiori che tu possa fare perché se è vero che il tuo capitale non scende, è vero che perderà comunque potere di acquisto.

Come Investire 100 mila Euro in Modo Prudente

Se il tuo obiettivo è quello di ottenere un guadagno del 2-3% medio annuo e sei disposto ad accettare una volatilità contenuta, diciamo entro il 7 o l’8% complessivo allora puoi costruire la tua allocazione in questo modo:

  • Azioni: 20%
  • Obbligazioni: 70%
  • Commodities e Liquidità: 10%

Se fatta usando gli strumenti adeguati, questa allocazione ti permetterà di investire al meglio il tuo capitale senza correre grossi rischi. Tieni presente che dovrai mantenere l’investimento per almeno 4 o 5 anni ed accettare comunque periodi negativi, il cui impatto tuttavia sarà limitato nel tempo.

 

Investire 100.000 € in Modo Redditizio

Se non ti accontenti del 2-3% medio annuo dal tuo capitale, puoi ambire ad ottenere rendimenti migliori. A patto di pagarne il relativo prezzo, in termini di volatilità. Prima di vedere le due asset allocation che ti propongo, permettimi di ricordarti una cosa fondamentale. Investendo in modo più redditizio accrescerai anche la volatilità che il tuo portafoglio potrà subire nel corso del tempo.

Per attutire questa volatilità, un buon modo di procedere consiste nel mantenere più a lungo l’investimento rispetto al caso precedente. La regola secondo cui il tempo abbatte la volatilità è una delle poche certezze che abbiamo, in quanto investitori.

Un Approccio più Conservativo

Un portafoglio che rappresenta un buon compromesso tra redditività e sicurezza è il seguente:

  • Azioni: 40%
  • Obbligazioni: 50%
  • Liquidità e Commodities: 10%

La volatilità che ti troverai presto o tardi a fronteggiare è del 12 – 15% circa. Il rendimento potenziale potrà arrivare ad un 5-6% annuo. Non fare movimentazioni “di pancia” al portafoglio, tenere bassi i costi ed essere pazienti sono elementi chiave per ottenere successo.

Una Strategia più Aggressiva

Se il tuo obiettivo è fare in modo che il capitale cresca molto negli anni e sei disposto a tollerare una volatilità del 30% o più, puoi seguire questa ripartizione:

  • Azioni: 70%
  • Obbligazioni: 25%
  • Liquidità e Commodities: 5%

In quest’ultimo caso abbassiamo la quota di liquidità (poco remunerativa) per tenere molto alta la quota di azioni, che nel tempo sono più redditizie. Un rendimento realistico, facendo una media su 8-10 anni è del 7-8% annuo.

Quando Investire i tuoi Soldi?

La scelta del momento di ingresso riveste una grande importanza agli occhi degli investitori. Tuttavia vorrei essere chiaro su due aspetti.

Se pensi che indovinare il momento giusto di ingresso/uscita ti metta al riparo la volatilità, sei fuori strada.

Nessun sistema di timing è perfetto e presenta i suoi punti deboli. Invece di cercare di schivare l’ostacolo farai bene a imparare a conviverci, come fa mio zio con il diabete. Sappi che subire delle fluttuazioni negative è il prezzo da pagare per ottenere un rendimento, come la sudata è lo scotto da pagare per arrivare sulla cima del monte. Se ti senti a disagio con un certo livello di volatilità, invece di pensare a come annullare le oscillazioni, scegli un profilo di investimento meno aggressivo.

Un ribasso presto a tardi arriverà.

Non ci sono dubbi, né è possibile annullarne completamente gli effetti. Quello che puoi fare è contenere i danni, scegliendo una allocazione ottimale per te ed accettandone le conseguenze. Ad esempio un eccesso di prudenza conduce, nel tempo, a risultati mediocri in termini di guadagno ma ti fa dormire tranquillo.

Se hai la liquidità ferma sul conto non aspettare il prossimo ribasso, che potrebbe arrivare quando tu avrai già prelevato il tuo capitale.

Elaine Garzarelli, una analista di Wall Street molto famosa negli anni ’80,  ha atteso invano 20 anni che la borsa Usa crollasse. Durante questo periodo le quotazioni sono salite moltissimo, ma i suoi clienti non ne hanno beneficiato.

Se hai deciso di seguire i miei consigli per investire, tanto vale che tu lo faccia subito. Se ti serve un aiutino per capire quando entrare e quando uscire dai mercati, ti offro il mio aiuto.

Ma ricorda che si tratta pur sempre di una questione meno importante di quanto credi.

Giacomo Saver

Segretibancari.com