I tre macrotrend del futuro secondo Fidelity

3 macrotrend secondo Fidelity

Asia, tecnologia e sostenibilità sono, secondo Fidelity, tre macrotrend del futuro in cui investire. Facendo attenzione al rischio di bolle.

Cosa sono i macro trend?

I tre macro trend del futuro, secondo un recente studio di Fidelity, sono delle tendenze secolari in atto. Si tratta, in pratica, di mutamenti strutturali che avvengono nella nostra società, a livello sociale, economico e politico.

Per essere qualificati come tali i cambiamenti devono avvenire nell’arco di un periodo sufficientemente lungo. In questo modo l’investitore interessato potrà eventualmente sfruttarli a proprio vantaggio.

I migliori macrotrend secondo Segreti Bancari li trovi all’interno dei portafogli dell‘Investment Club. Scaricali gratis!

Asia

In un articolo verticale pubblicato nell’edizione 41 di INVESTO del 25 novembre 2020 abbiamo affrontato in dettaglio la questione “cinese”.

La Cina in particolare, e l’Asia in generale, sono in grado di catalizzare la crescita economica globale dei prossimi anni. Le azioni dell’area, infatti, hanno retto bene persino l’onda d’urto della pandemia da Covid 19 da loro stesse innescata.

I sistemi economici sono robusti, la connettività e lo sviluppo tecnologico notevoli, la classe politica più matura. Inoltre gli utili per azione delle società cinesi sono cresciuti del 20%. Il mercato azionario della Cina rappresenta il 5% della capitalizzazione globale, mentre il Pil dell’area assorbe 1/6 di quello mondiale.

Tecnologia

Le società che producono beni e servizi digitali hanno avuto una crescita fenomenale nel 2020. In particolare l’indice NASDAQ Composite ha raggiunto i 12.000 punti, raddoppiando di valore rispetto al massimo di 5.132 punti di marzo 2000.

Confuso su dove investire oggi? Lascia che te lo diciamo noi, gratis!

Nonostante sia piuttosto caro, secondo Fidelity il settore tecnologico potrà riservare ancora sorprese nel 2021. La crescita dei profitti, in breve, potrebbe abbattere il rapporto prezzo/utili, oggi a livelli elevati. Il valore, infatti, è di 34. Si tratta di un dato piuttosto alto. Tuttavia Fidelity stima una sua riduzione a 28 grazie alla crescita degli utili del 20% l’anno prossimo.

Sostenibilità

Gli investimenti sostenibili sono un tema caldo. Al punto che non convincono alcuni Esperti di lungo corso, come Burton Malkiel che è scettico sugli ESG.

Tuttavia è innegabile che una nuova consapevolezza stia prendendo piede. Si tratta di capire se le aziende fregiate del marchio ESG siano realmente etiche, e in che misura la sostenibilità crei valore per l’investitore.

Leggiamo tra le righe

Le analisi fatte dalle SGR o dalle SICAV sono interessanti. Esse, però, vanno prese con le pinze. Chi gestisce fondi, infatti, deve dire ciò che gli investitori vogliono ascoltare.

C’è quindi il rischio che gli studi non siano del tutto indipendenti, ma in qualche modo strumentali a prodotti/servizi che il proponente vuole vendere.

La mia storia di ex bancario mi ha insegnato che è molto più facile vendere ciò che “naturalmente” interessa gli investitori. E pazienza se tutto ciò rischia di alimentare una crescita “insana” di certi mercati ponendo le basi per perdite future.

Sei interessato a investire seguendo le nostre indicazioni indipendenti? Scarica gratuitamente i portafogli dell’Investment Club.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

Rispondi o Commenta