Russell 2000: il potenziale delle small cap

russell 2000 il potere delle small cap

Il Russell 2000 ha battuto l’S&P 500 dell’80% durante un periodo turbolento, con inflazione a due cifre e una forte recessione economica.

Russell 2000: questo sconosciuto

Il Russell è un indice azionario americano composto dalle 2000 società a piccola capitalizzazione. Esso, in breve, sintetizza l’andamento di un paniere di aziende statunitensi poco note al grande pubblico ma dalle grandi potenzialità.

Oltre a ciò il Russell 2000 è anche uno strumento di investimento grazie alla presenza di ETF e fondi che lo replicano. Scopo di questo articolo è illustrarne le caratteristiche per permettere all’investitore consapevole di trarre le proprie conclusioni.

Conviene investire oggi nelle small cap usa? Scoprilo subito.

I fondamentali del Russell 2000

La tabella che segue mostra i più importanti indicatori fondamentali dell’indice:

Russell 2000 fondamentali

Dal punto di vista settoriale il Russell presenta una interessante diversificazione. Infatti salute, industria e consumi discrezionali rappresentano circa la metà dell’indice. Ciò permette di prendere posizione su temi che alcuni esperti ritengono interessanti nel 2021 come, ad esempio, l’healthcare.

I principali titoli che compongono l’indice sono:

  • Penn National Gaming Inc (consumi discrezionali)
  • Caesars Entertainment In (consumi discrezionali)
  • Plug Power Inc (energia)
  • Sunrun Inc (utilità)
  • Mirati Therapeutics Inc (salute)

Andamento storico del Russell 2000

Il grafico che segue mostra, in sintesi, l’andamento dell’indice:

Russell 2000 chart andamento storico

Nonostante il crollo del primo trimestre 2020, il Russell è stato un buon investimento. Esso, infatti, ha reso l‘11,20% annuo composto dal 2011 al 2020.

L’anno migliore è stato il 2003. In definitiva, in un solo anno, il Russell 2000 è salito del 47,25%. Si tratta di un dato relativo alla valorizzazione in dollari, con reinvestimento dei dividendi.

Al contrario l’anno peggiore è stato il 2008 che si è chiuso con una perdita del 33,79%.

Capire dove investire ti procura l’emicrania? Segui le nostre indicazioni. Scopri gratis il servizio Investment Club.

Russell 2000 vs S&P 500

In apparenza l’S&P 500 ha battuto il Russell, come mostra la tabella che segue:

russel 2000 performance storiche

Sebbene la correlazione tra i due indici abbia oscillato tra il 60% ed il 96%, con una media dell’80%, i due indici divergono per alcuni periodi.

Ad esempio dal 1979 al 1983, in un contesto economico molto turbolento, il Russell 2000 guadagnò l’80% in più dell’S&P 500. Dal 1984 al 1990, invece, le aziende a larga capitalizzazione dominarono il mercato.

Durante la recessione del 1990 – 1991, nel pieno della guerra del Golfo, le small cap superarono le large di circa il 50%.

Tra il 1994 ed il 1999 l’S&P 500 fu il miglior indice. Tuttavia tra il 2000 ed il 2014 il Russell ottenne il 114% di performance in più rispetto all’S&P 500.

Segreti Bancari dirà se, quando, quanto e come investire nel Russell. Vuoi saperlo anche tu? Scopri gratis l’Investment Club.

Il piano di aiuti varato nel 2021 da Joe Biden potrebbe dare nuova linfa alle small cap. Inoltre una possibile recessione in arrivo avvantaggerebbe il Russell 2000. A patto che la storia si ripeta. Ma, come sempre, occorre saper scegliere bene e individuare i temi migliori in cui investire tra le tante opzioni disponibili.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

Rispondi o Commenta