Dove Investire oggi: investire in commodities

Dove Investire Oggi? Hai mai pensato di Investire in Commodities? Ma ATTENZIONE! Ecco ciò che devi sapere…

Investire in commodities è una valida risposta alla domanda classica “dove investire oggi?”. Ma tieni presente che:

  • inserire delle commodities in portafoglio ha senso solo all’interno di una strategia complessiva di portafoglio
  • investire in commodities non è per ‘persone emotive’ ma solo per chi è forte di cuore.

In questo post vedremo il caso di un investimento in caffè. Scoprirai perché investire oggi in caffè può dare energia al tuo portafoglio,che percentuale investire in commodities e come affrontare i pericoli di un investimento molto volatile.

Dove Investire oggi?

Oggi più che mai è difficile dare una risposta a questa domanda. La tua banca ovviamente ha delle risposte, ma queste non sono mai ottimali per te. In fondo a lei interessa guadagnare e non ha a cuore il tuo benessere finanziario futuro. Ma io sì, ed è per questo che ho scelto di condividere con te un insolito articolo dedicato ad investire in commodities.

Clicca qui e scopri come investire oggi

Per semplicità (e poiché ne sono un consumatore abituale) ho scelto di analizzare un investimento in caffè. Ma prima di scendere nel dettaglio vediamo quattro nodi da sciogliere che riguardano l’investimento in materie prime.

Investire in commodities: i punti caldi

  • investire in commodities non significa acquistare direttamente la materia prima, ma uno strumento passivo che ne replichi l’andamento. Nel nostro caso un ETC, simile agli ETF ma con la differenza fondamentale di non avere un sottostante. E questo potrebbe comportare un rischio in caso di default dell’emittente (anche se esistono delle forme di garanzia per evitare problemi, come ad esempio la collateralizzazione);
  • investire in commodities significa accettare una grande volatilità, per questo è raccomandato l’uso di un trading system, ossia di un insieme di regole predefinite che ti dicano quando comprare e quando vendere. Il momento di ingresso e di uscita da questi investimenti è fondamentale;
  • l’ETC non replica direttamente il valore del sottostante ma un contratto future sul medesimo. In parole semplici, investire in commodities ti espone al rischio di andamento difforme del prezzo a termine rispetto al prezzo a pronti del medesimo strumento finanziario. Inoltre poiché molte materie prime sono quotate in dollari devi pure mettere in conto il rischio cambio;
  • le commodities sono particolarmente sensibili alle oscillazioni dei tassi di interesse.In caso di rialzo possono farti perdere parecchi soldi se non usi un modello statistico robusto. Inoltre questi ETC sono poco liquidi per cui vanno bene solo per controvalori modesti.

Perché investire oggi in commodities

Investire in commodities presenta diversi vantaggi:

  • diversificazione di portafoglio: l’andamento del prezzo di molte materie prime è spesso correlato negativamente con i tradizionali mercati finanziari, per cui la scelta di inserire delle commodities in portafoglio permetterà di dare stabilità al rendimento complessivo;
  • i trend sulle commodities sono abbastanza persistenti, il che ti permette – se li sai individuare e sfruttare con gli strumenti adeguati – di trarre un buon profitto.

Quanto investire in commodities

la percentuale del tuo portafoglio investita in commodities, secondo me, non dovrebbe superare il 10% del totale. Ricorda che si tratta di investimenti molto volatili, che ti faranno fare degli sbalzi notevoli. Ecco perché è bene limitare il peso investiti in questi strumenti finanziari.

Una percentuale compresa tra il 5% ed il 10% del totale andrà benissimo per la maggior parte dei portafogli. Questo qui sotto è il grafico dell’andamento dell’ETC sul caffè dal 20/4/2007 al 16/5/2014:

investire-in-commodities

Come vedi c’è un grosso periodo di stabilità (con quotazioni pressoché immobili) cui sono seguiti una fase di rialzo, una di ribasso ed un nuovo trend rialzista. Se mi chiedessi “dove investire oggi” probabilmente ti direi: “non nel caffè” perché la tendenza di prezzo non è ancora chiara.

Per mostrarti come sia volatile investire in commodities e quanto sia importante disporre di un metodo “anti-emozionale” permettimi di mostrarti i risultati ottenuti applicando un trading system a questa serie storica:

 tabella

L’articolo in pillole:

  • investire in commodities ha senso per un importo modesto del tuo portafoglio (diciamo tra il 5% minimo ed il 10% massimo);
  • scegli una commodity che ti piaccia e che sia sufficientemente “liquida”, con molte proposte in acquisto e in vendita
  • usa un trading system ad hoc.
  • il rendimento medio che puoi ottenere da una strategia diversificata di investimento sulle commodities è nell’ordine del 7-8% annuo. Non pensare di diventare ricco comprando un ETC sul caffè…

Ti è piaciuto questo post? Fammelo sapere scrivendo un commento qui sotto. Conoscere la tua opinione per me è importantissimo.

Alla prossima:)

Giacomo Saver, direttore e fondatore di Segretibancari.com

15 commenti
  1. Questo articolo capita proprio al momento, giusto, in questi giorni proprio ho testato decine e decine di volte il trading system dell’ebook con ottimi risultati su mercati poco o normo volatili, se la cavava bene (dopo averla adattata) anche con mercati più volatili, ma meno con quelli molto volatili e il tuo articolo ha confermato la mia tesi.

    Come sempre però post molto utile.

    Rispondi
    1. @ Pier
      Grazie per il commento. Sono felice di esserti stato utile 🙂
      A presto!!

      Rispondi
  2. buongiorno,capisco che e’ difficile riempire il sito tutti i giorni ma consigliare di investire in etc non e’ in sintonia con la linea del blog.naturalmente e’ una mia opinione ,ma credo che mettere soldi in cose di cui non si conosce i meccanismi e molto lontano dal nostro controllo e dalla nostra possibile informazione sia sbagliato e deleterio per chiunque.queste cose non sono fatte per chi deve gestire i risparmi della propria famiglia.non hanno alcun senso ,meglio semmai i vecchi buoni postali e basta,tanto anche se fosse una grande performance su una piccola percentuale del portafoglio non sarebbe decisiva ai fini del rendimento totale.poi gli etc non sono etf non hanno le stesse garanzie ,c’e’ un rischio controparte ,insomma ma che c’entra il caffe’ con i risparmi della propria vita…….penso proprio niente e tuttosommato credo che lo pensi anche lei ma la carne a volte e’ debole……

    Rispondi
    1. @ Massimo
      Mi perdoni ma nessuno cerca di riempire le pagine del blog né tantomeno le sto dicendo di investire in ETC. Questo lo sta dicendo lei. E, mi permetta, poiché non siamo tutti uguali ciò che lei non comprende può essere benissimo alla portata di altre persone che, invece, trovano utili gli spunti di riflessione che scrivo.

      Poi l’ETC sul caffè è un esempio, visto che mi è stato chiesto spesso di occuparmi delle commodities ho pensato fosse utile parlrne. Poi ognuno è libero di fare le scelte che vuole… La saluto caramente e le auguro buona giornata.

      Rispondi
  3. non e’ che io volessi attaccarla piu’ di tanto,e’ che scrivendo a volte non traspare la semplice ironia della considerazione fatta.ho soltanto espresso un parere cosi’ come si fa con gli amici al bar.poi eventualmente se ne puo’ discutere.questo non intacca in nessun modo la stima che ho per il lavoro che fa e quindi di riflesso anche per lei anche se personalmente non ci conosciamo.cordialita’.

    Rispondi
    1. @ Massimo
      Nessun problema caro Massimo. Come dice giustamente lei scrivendo e non potendo contare sulla comunicazione “paraverbale” è abbastanza facile fraintendersi. La ringrazio per la stima e le auguro buon fine settimana…

      Rispondi
  4. Ciao Giacomo, ottimo post ma se non il caffe’, quale commodities consiglieresti?
    Un saluto

    Rispondi
    1. @ Massimo
      Difficile dirlo. Bisonga trovare un ETC che abbia due caratteristiche:

      a) sia sufficientemente “liquido”
      b) presenti dei trend netti (al rialzo o al ribasso) sufficientemente persistenti da essere sfruttati con una bassa presenza di movimenti laterali.

      Per favore prova a cercare TU una commodity con queste caratteristiche e ne parleremo volentieri…

      Rispondi
  5. Ciao Giacomo
    inserirai nel portafoglio di Trend e Strategie di Base anche le commodities?

    Rispondi
    1. @ Walter
      Purtroppo no. Nel portafoglio di trend base sono previsti solo ETF azionari che investono in queste aree geografiche:

      – mondo
      – europa
      – emergenti

      Le commodities potranno essere oggetto di investimento nei portafogli “premium”. Un abbraccio e a presto…

      Rispondi
  6. Per investire nel mercato globale delle commodities potrebbe essere una buona idea l’ETF emesso da Lyxor codice ISIN FR0010270033?

    Rispondi
    1. @ Fabio
      Direi di sì. L’ETC è molto diversificato e questo è un bene, ma è sui massimi per cui sono d’accordo con l’uso dello strumento, ma non molto sul “timing” di ingresso 🙂
      Un abbraccio e a presto!!

      Rispondi
  7. Buongiorno giacomo , volevo chiederle : usando etf su materie prime ( etc) si va incontro al famigerato effetto contango e di tutti gli strumenti esistenti l’unico in grado di mitigare ( non azzerare) questo effetto mi risulta essere WisdomTree Enhanced Commodity ( IE00BYMLZY74). cosa ne pensa ? grazie Buona giornata

    Rispondi
    1. @ Marzio
      Per evitare il contango deve scegliere degli ETC che non abbiano futures come sottostante, ma beni fisici. L’effetto contango nasce solo e soltanto per quei prodotti che in portafoglio hanno i derivati, perché unicamente questi perdono valore con il trascorrere del tempo. Da quello che leggo sulla scheda analitica del prodotto non mi sembra che l’ETC segnalato abbia questo tipo di problema. Grazie a lei per aver scritto il suo commento…

      Rispondi
  8. Ho investito circa il 15% del mio portafoglio in questo ETP: IE00BD6FTQ80.
    Non ho capito però se posso anche utilizzarlo per eventuali recuperi di minusvalenza.

    Grazie.

    Rispondi

Rispondi o Commenta