Investire in Asia: un ETF interessante

ETF asia

Investire in Asia in generale, e in Australia in particolare, è un’idea che ha prodotto una performance del 15% nel semestre maggio – novembre 2020.

Investire in Asia con l’indice MSCI

MSCI Pacific ex Japan è un indice azionario che permette di investire in quattro stati dell’Asia, Giappone escluso. In particolare:

  • Australia (58,85% del totale)
  • Hong Kong (29,34%)
  • Singapore (9,04%)
  • Nuova Zelanda (2,77%)

In breve le azioni “coinvolte” sono 132. Sebbene l’indice sia parecchio concentrato e ad esso vada dedicata eventualmente una piccola parte del capitale, l’area geografica è interessante.

Il grafico che segue mostra l’andamento comparato di due ETF. Il primo di essi clona l’andamento dell’indice MSCI World in euro. Il secondo, invece, replica l’indice MSCI Pacific ex Japan. Esso è rappresentato dalla linea arancione sul grafico.

Prima di proseguire è utile ricordare che se desideri imparare ad investire in modo autonomo hai a tua disposizione i nostri corsi di formazione. Iscriviti gratis!

etf asia vs world

Appare evidente come i due indici siano molto correlati tra loro. Tuttavia l’MSCI Pacific ha subito un calo molto forte che potrebbe compensare con dei rialzi futuri.

È tempo di passare all’esame di un ETF molto interessante per chi desidera investire in Asia. Come sempre il lettore dovrà fare le sue analisi e le sue valutazioni. Questo articolo, infatti, è una mera recensione di un prodotto e non implica che Segreti Bancari consigli di investire in Asia oggi.

Fatte queste premesse, vediamo cosa è venuto fuori applicando i criteri di scelta degli ETF che insegniamo nei corsi di A Scuola di Investimenti.

iShares Core MSCI Pacific ex Japan – IE00B52MJY50

Caratteristiche

L’ETF è a replica fisica. In breve in portafoglio ci sono tutti le 132 azioni che compongono l’indice.

Il costo annuo di gestione è dello 0,20%. Infine l’ETF è ad accumulazione. Questa sua caratteristica lo rende interessante sia perché permette il reinvestimento dei proventi, sia perché ottimizza la fiscalità rinviando il pagamento delle imposte al momento della vendita.

Dati fondamentali del portafoglio

Il rapporto Prezzo/Utili è di 17,22. Si tratta di un dato inferiore a quello dei paesi occidentali, il che rende l’area conveniente dal punto di vista dei fondamentali.

Il rapporto Prezzo/Valore Contabile, inoltre, è di 1,58. Si tratta, ancora una volta, di un dato contenuto se confrontato con gli altri indici.

Performance storica

Dal 2006 al 2019 il rendimento medio annuo dell’indice MSCI Pacific ex Japan è stato, in dollari, del 7,36%. Il guadagno dell’ETF negli ultimi 10 anni passati è stato, invece, del 3,13% annuo composto.

La scarsa performance storica e la tendenza a generare rendimenti esplosivi in alcune annate rendono questo ETF interessante. A titolo di esempio il guadagno del 2009 è stato del 73,04%.

Dopo un periodo sfavorevole una “fiammata” di performance potrebbe essere all’orizzonte. Se vuoi capire se nel tuo portafoglio c’è posto per questo ETF e per capire come tararne il peso, prova gratis i nostri corsi di formazione.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

2 commenti
  1. Buonasera Giacomo, mi capita frequentemente di trovare consigli sugli ETF, ma vorrei capire quale sito guardare per vedere i volumi e i contratti di scambio. Su Borsa Italiana diversi sembrano poco liquidi o con uno scostamento notevole tra denaro e lettera.

    Rispondi
    1. @ Roberto
      Grazie per la domanda. Affrontiamo il tema della scelta degli ETF nei corsi di A Scuola di Investimenti. Un cordiale saluto.

      Rispondi

Rispondi o Commenta