3 ETF obbligazionari per il 2021

etf obbligazionari 2021

Questi 3 ETF obbligazionari possono andare bene per l’investitore fai da te che proprio non se la sente di comprare azioni nel 2021.

ETF obbligazionari 2021: perché?

Con i tassi a zero l’investitore consapevole ha ridotti margini di manovra, in particolare sul mercato obbligazionario. Sebbene la via maestra per aumentare le performance sia incrementare la quota di azioni, non tutti se la sentono di farlo.

Gli investitori obbligazionari, però, faranno bene ad evitare i singoli titoli. La forte domanda di bond, infatti, ha compresso i rendimenti al punto da sottostimare il rischio di default. In breve se si scelgono titoli di aziende che falliranno i danni possono essere notevoli. Per queste ragioni è meglio usare gli ETF obbligazionari che permettono una grande diversificazione.

Dove investire con i mercati ai massimi? Te lo diciamo noi.

Tre ETF da valutare

Quella che segue è una recensione di tre ETF obbligazionari che possono essere presi in considerazione nel 2021. Essi saranno presentati sotto forma di “carrellata” in modo da lasciare ad ogni investitore il compito di capire se, quando e in quale misura eventualmente inserirli in portafoglio.

L’investitore che vuole sapere esattamente quali siano i migliori investimenti di oggi, secondo Segreti Bancari, troverà quello che cerca nel servizio Investment Club.

Invesco Usd High Yield Fallen Angels Hedged – IE00BYVTMZ20

Dove investe?

I fallen angels sono società che hanno perso lo status di Investment Grade a causa di difficoltà finanziarie. In breve il loro rating è sceso sotto la tripla B. Per questa ragione il rischio di default è abbastanza elevato, tuttavia un recupero dell’affidabilità creditizia potrebbe portare ad una rivalutazione dei titoli “caduti in disgrazia”.

Caratteristiche

L’ETF costa lo 0,50% l’anno, reinveste i proventi ed è a replica fisica. L’anno migliore è stato il 2019, con un guadagno dell’8,43%. Il 2018, invece, è stato l’anno peggiore con una perdita del 7,59%. A marzo 2020 l’ETF ha perso il 20,18% per poi crescere del 9,43% ad aprile e del 6,20% a maggio.

Il rischio di cambio è azzerato grazie ad una apposita copertura valutaria.

L&G Esg Usd Corporate Bond – IE00BLRPRD67

Dove investe?

Questo ETF obbligazionario investe in bond Investment Grade emessi da società Usa selezionate su parametri ESG. Si tratta, quindi, di un prodotto etico nonostante abbia il limite di investire in soli dollari.

Caratteristiche

Il costo annuo di gestione è dello 0,09% appena. L’ETF paga dividendi due volte l’anno ed è a replica fisica. Esso, però, implica il rischio valutario tra euro e dollaro.

I migliori portafogli di ETF sempre ottimizzati? Li trovi nell’Investment Club.

L’ETF è appena partito, per cui non è possibile avere delle statistiche storiche.

L&G Esg Emerging Markets Corporate Bond Usd – IE00BLRPRF81

Dove investe?

Il sottostante è composto da obbligazioni di aziende operanti nei Paesi Emergenti, denominati in dollari e selezionate sulla base di criteri ESG. Il vantaggio sta nel fatto che i bond emergenti offrono rendimenti interessanti. Inoltre l’attenzione all’ambiente e all’etica sta diventando uno standard solo ora in molti Stati, il che potrebbe sostenerne le quotazioni.

Per contro l’ETF è un obbligazionario in dollari e comporta il rischio di cambio.

Caratteristiche

L’ETF è a replica fisica, distribuisce dividendi due volte l’anno e costa lo 0,35%. Ancora una volta si tratta di un prodotto troppo giovane per avere uno storico di performance.

Considerazioni finali

Investire in ETF obbligazionari nel 2021 ha senso. Tuttavia, prima di scegliere i prodotti occorre avere ben chiaro il tipo di portafoglio che si vuole costruire. In breve prima avviene la scelta dell’allocazione complessiva e solo dopo si sceglieranno gli strumenti.

Investire in uno o più degli ETF esaminati, senza avere una visione complessiva del portafoglio, della sua struttura in relazione agli obiettivi di investimento e delle correlazioni interne sarebbe un grave errore.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

2 commenti
  1. I 3 ETF hanno bassissima liquidità. Ci sono alternative?

    Rispondi
    1. @ Gianluca
      Se vuoi sapere quali sono i migliori ETF fai riferimento all’Investment Club.

      Rispondi

Rispondi o Commenta