ETF Vietnam Xtrackers, lu0322252924

ETF vietnam borsa italiana

Tutte le informazioni utili per investire nel Vietnam con l’ETF Xtrackers quotato su Borsa Italiana.

ETF for Vietnam

In sintesi, l’ETF xtrackers ftse vietnam swap permette di investire in azioni vietnamite in modo semplice, diretto e conveniente. La replica dell’indice è fatta in modo sintetico grazie ad un contratto swap. Ad un costo dello 0,85% l’anno di potrà beneficiare delle opportunità di un mercato di nicchia dal grande potenziale.

È però importante ricordare che la lettura di questo articolo non significa che per Segreti Bancari sia opportuno comprare il prodotto in oggetto. Se vuoi sapere dove è meglio investire oggi, ti consiglio di continuare qui.

ETF xtrackers ftse vietnam swap

Caratteristiche

Il fondo è quotato su Borsa Italiana. Ciò permette un facile accesso al prodotto, indipendentemente dalla piattaforma utilizzata. In particolare l’ETF Vietnam costa lo 0,85% l’anno, il che lo colloca nella fascia alta di prezzo. Tuttavia se consideriamo che si tratta di un fondo specifico, il suo costo è accettabile.

Il patrimonio complessivo ammonta, invece, a 363 milioni. Ciò rende il prodotto un investimento di nicchia che va valutato con attenzione nell’ambito di una strategia definita.

La scelta della replica sintetica è corretta. Essa, in breve, permette una replica più efficace di un indice rappresentativo di un mercato “lontano” e poco liquido. Peraltro il derivato sottostante, oltre ad essere garantito dalla presenza di titoli, è stipulato con due banche: HSBC e Deusche Bank. Ciò garantisce una adeguata diversificazione.

Il prodotto è ad accumulazione, pertanto reinveste i dividendi in modo automatico.

Le performance dell’ETF Vietnam

L’economia vietnamita è molto dinamica. Ciò è visibile dai rendimenti dell’ETF che sono stati molto elevati, superando sia gli Emergenti, sia l‘ETF sui mercati di frontiera. Tuttavia l’accelerazione delle performance è un fenomeno recente, del 2021. Ciò implica che la scelta del timing di ingresso/uscita è di grande importanza ai fini della performance.

Ecco, in breve, i rendimenti passati dell’ETF Vietnam quotato su Borsa Italiana:

  • 2017: +29,58%
  • 2018: -8,11%
  • 2019: +7,63%
  • 2020: +6,91%
  • 2021 (dati al 13 settembre): +27,50%.

La performance triennale è stata del 32,06%. Si tratta di un dato importante ma volatile.

I rischi

Prima di inserire l’ETF Vientam in un portafoglio ottimizzato oggi, è bene ricordare che la caduta massima da un picco precedente è stata del 37,64%. Inoltre usando un semplice intervallo di confidenza possiamo stimare che esiste una probabilità del 33% che il rendimento effettivo sia superiore al 31,74% ed inferiore al 9,28% (su base annua).

Ciò è dovuto ad una volatilità del 20,51% che si abbina ad un guadagno medio annuo dell’11,23%.

Occorre pertanto essere molto cauti con questo investimento.

Il portafoglio sottostante l’ETF Vietnam

L’ETF clona l’indice FTSE VIETNAM. In breve esso copre il 90% del mercato delle azioni quotate all’Ho Chi Minh Stock Exchange. L’investimento comporta il rischio di cambio tra l’euro ed il dong vietnamita. Il fatto che il fondo sia denominato in dollari è irrilevante.

I settori più rappresentati sono (tra parentesi il peso percentuale):

  • immobiliare (42,57%)
  • beni di prima necessità (18,47%)
  • prodotti industriali (18,07%)
  • finanza (10,80%)
  • beni voluttuari (7,83%).

Andamento quotazione dell’ETF Vietnam

Il grafico che segue sintetizza l’andamento dei prezzi dell’ETF che stiamo esaminando:

andamento quotazione ETF Vietnam

È possibile constatare che siamo in corrispondenza di una zona di resistenza. La presenza di un doppio massimo, inoltre, rende il quadro tecnico abbastanza fragile. Il tutto è rafforzato dalla perdita di spinta dell’oscillatore che dimostra come le azioni vietnamite stiano perdendo interesse.

Un eventuale acquisto potrà essere valutato se i prezzi scenderanno intorno ai 33 €.

Non diventare matto a cercare opportunità per investire. Lo facciamo noi per te. Ecco come.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

2 commenti
  1. Ciao Giacomo,
    Interessante sia questo articolo che quello dei mercati di frontiera.
    Desidererei un tuo commento in merito alla caduta che ha avuto questo ETF dal momento della sua immissione ad oggi. Andando a vedere lo storico ho visto che dal 19/01/2009 al 31/12/2009 ha lasciato sul terreno -59%.
    Riesci a farci un pò di storia su cosa è accaduto e cosa ha generato un crollo simile?
    Da notare che a tutt oggi non ha ancora ripreso al quotazione “di lancio” ovvero 57 € del 2009.
    Sarebbe anche interessante forse approfondire (magari in INVESTO) le dinamiche nei primi mesi della creazione di nuovi fondi etf ed i loro comportamenti (anche se tu giustamente sconsigli di andare a cercare etf poco capitalizzati causa inefficienza dei prezzi denaro lettera e quindi meno volumi scambiati..)
    Grazie!

    Rispondi
    1. @ Nicola
      Ti ringrazio. Confermo che INVESTO è il luogo adatto per questo tipo di approfondimento.

      Rispondi

Rispondi o Commenta