Fondi Azionari: analizziamo il BlackRock Strategic Funds European Opportunities

Tra i migliori fondi azionari “spicca” il Blackrock European Opportunities

fondi azionariInvestire in fondi azionari non è quasi mai la scelta migliore da fare. Affidarsi al risparmio gestito, infatti, significa pagare centinaia di euro di commissioni alle banche senza avere nessuna certezza in merito al rendimento futuro, che potrà essere “falciato” dalla presenza di costi sempre più pesanti.

Ma qualche eccezione c’è. In questo post, dedicato a Te che vuoi sapere dove investire i tuoi soldi, esamineremo il Blackrock European Opportunities che è un ottimo strumento per investire in Europa. Sei pronto/a a conoscerlo?

Fondi azionari: croce o delizia

Non amo i fondi azionari, né il risparmio gestito in genere, per un semplice motivo: i costi. Di solito, come avrai modo di scoprire, più un investimento è costoso e meno è redditizio per te.

Questo paradosso del risparmio gestito è contro intuitivo, perché di solito se nella vita reale compri un prodotto costoso, normalmente il suo prezzo è sinonimo di qualità superiore. In finanza, invece, i prodotti più cari sono quelli destinati a rendere poco, a meno che il gestore non sia particolarmente bravo.

Come nel caso del fondo Blackrock che stiamo per analizzare insieme.

Investire in Europa con i fondi azionari Blackrock

ATTENTO/A. Non sto suggerendo, in questo momento, di investire in Europa. Tra pochissimo scoprirai uno dei migliori fondi di investimento per farlo, ma PRIMA è bene che tu faccia un’analisi del portafoglio per scoprire se è opportuno o meno entrare sul mercato azionario europeo in questo momento.

Se non vuoi perdere tempo nel farlo, lascia che sia io ad occuparmi dei tuoi investimenti. Ed ora passiamo all’analisi del fondo.

  • Anagrafica: BlackRock Strategic Funds European Opportunities Extension Strategies E
  • ISIN: LU0418790928
  • rendimenti: 18,33% medio annuo dall’11 febbraio 2011 all’11 febbraio 2014
  • benchmark: indice MSCI Europe replicabile con l‘ETF Lyxor .

I punti di forza del fondo sono l’ottima gestione e la capacità del gestore di selezionare i titoli più sottovalutati del listino europeo contenendo il rischio di mercato. Traduco 🙂

I fondi azionari hanno due strade per generare performance:

  • assumersi rischi – amplificando le variazioni del mercato, con il risultato di ottenere grandi guadagni con il mercato che sale e grandi perdite con le borse che scendono;
  • individuare i titoli migliori in cui investire, garantendoti una più efficace protezione.

Il blackrock European ha scelto questa seconda strada, generando un valore per i sottoscrittori anche in condizioni di mercato non particolarmente brillanti.

Punti deboli

Il fondo attualmente sta guadagnando grazie ad una sovraesposizione sul mercato europeo, pari al 110% del patrimonio del fondo. (Come può un prodotto del risparmio gestito investire di più del suo patrimonio? Parliamone nei commenti…)

Il Blackrock è abbastanza diversificato, con 116 titoli in portafoglio che pesano per il 32,73% del totale. Inoltre si tratta di aziende che beneficeranno della crescita economica (titoli growth).

Ciò significa che in caso di peggioramento della congiuntura economica nell’Europa o di improvvisa correzione delle borse questo tipo di fondi azionari perderanno più dell’indice. Il team di gestione di Blackrock, infatti, ha battuto il benchmark in modo vistoso nelle fasi di rialzo del mercato, mentre ha fatto peggio dell’ETF in caso di ribasso (come nel 2011).

Giacomo, Sì o No?

Per prima cosa permettimi di ricordarti che investire in fondi azionari è una scelta individuale che va contestualizzata all’interno di una strategia di portafoglio più ampia e che quello che sto per esprimere è solo un mio parere.

Non prenderlo in nessun modo come un invito a sottoscrivere il Blackrock così come qualunque altro prodotto del risparmio gestito.

Se io volessi investire in europa ora, mi comporterei così:

  • con un capitale modesto (e quindi ridotte possibilità di diversificazione) NON COMPREREI il fondo ma starei sull’ETF che replica l’indice MSCI Europe
  • con un capitale più grande dividerei la quota destinata alle azioni europee in due parti uguali. Per  metà comprerei l’ETF Lyxor di cui abbiamo parlato sopra e per metà il fondo blackrock

Ovviamente, la condizione sine-qua-non per investire in fondi azionari è di non pagare la commissione di ingresso sul prodotto.

Dove investono i tuoi amici? Aiutali a migliorare il rendimento dei loro portafogli condividendo questo post. Puoi farlo cliccando su uno dei ‘bottoni’ che trovi qui sotto ed in alto per postare questo articolo sul tuo social network preferito o per inviarlo via email a chi pensi possa trovarlo utile.

Sempre in contatto…

Giacomo Saver, investire in modo Consapevole, Semplice ed Indipendente

32 commenti
  1. Grande post Giacomo, analizzando il fondo ho notato che per una piccola percentuale rimane liquido, questo è sicuramente positivo, il rendimento è notevole risulta decisamente meglio del MSCI Europe, ha un alfa del 10,65 contro il -3,28 del MSCI Europe ha una dev.std del 12,36 contro il 12,76, il rendimento medio del 18,65, contro il 4,97, un abisso.
    Non pagando alcuna commissione di ingresso e di uscita, personalmente investirei solo su questo fondo.
    Questa è la dimostrazione che ci sono fondi che sono meglio degli etf.
    Rimane solo una cosa , ma quello spetta a te, come e quando entrare?
    Saluti e grazie dei tuoi post

    Rispondi
    1. @ Roberto
      Investire in fondi ‘ultra specialistici’ come questo lascia a Te il compito di individuare il momento di ingresso e di uscita. Un modo semplice per farlo è quello di guardare la media mobile ed entrare quando l’indice sottostante (MSCI Europe in questo caso) ‘taglia’ la sua media mobile dal basso verso l’alto.

      Oppure, oggi come oggi, entrare comunque anche se il trend è partito da tempo mettendo uno stop loss per evitare improvvisi cambiamenti di rotta dovuti ad un ribasso dei mercati.

      Un abbraccio e alla prossima!!

      Rispondi
      1. Grazie Giacomo per gli ottimi consigli ! Come riconoscere il momento di entrare o uscire da un investimento ? Proprio in questi giorni mi sono posta anche io questa domanda, visto che ho un Etf acquistato grazie ad alcuni tuoi consigli in questo splendido sito, che mi sta dando parecchie soddisfazioni (oltre un 10% in pochi mesi). Ma ora ho il dubbio che forse valga la pena realizzare il quadagno e vendere.

        Perciò volevo chiedere: esistono programmi in excel o siti che aiutino a valutare il trand del mercato, come impostare lo stop loss, o quando entrare in un investimento ?
        Sto leggendomi un sacco di cose in rete, ho trovato alcune piattaforme ma sono piuttosto complicate per le mie poche conoscenze e ancora non riesco a darmi una risposta.

        Grazie ancora per lo splendido servizio che stai rendendo !

        Rispondi
        1. @ Giorgia
          Assolutamente sì. Un modello “semplice” ma efficace è quello basato sulle medie mobili. In pratica esso ti permette di assecondare i “grandi” movimenti di mercato stando fuori nelle fasi di crollo. Inoltre puoi usarlo insieme con uno stop loss dinamico.
          Scarica subito l’ebook omaggio I Tre Segreti per scoprire come funziona:

          https://www.segretibancari.com/segreti

          Un abbraccio e grazie per i complimenti…

          Rispondi
  2. la mia banca applica una commissione di gestione annua del 2%……..conviene???

    Rispondi
    1. @ Davide
      Come fa la tua banca ad applicare una commissione di gestione annua? La commissione, dell’1,50% l’anno, è prelevata direttamente dal valore del fondo.
      Forse ti confondi con la commissione di ingresso, che però viene fatta pagare una sola volta…

      Rispondi
  3. Parliamo dello stesso fondo?:

    Class E2 EUR
    ISIN: LU0418790928
    Società di Gestione: BlackRock (Luxembourg) S.A

    Spese una tantum prelevate prima o dopo l’investimento
    Spesa di sottoscrizione 3,00%
    Spesa di rimborso Nessuna*

    Spese prelevate dal Fondo ogni anno
    Spese correnti 2,42%**
    Spese prelevate dal Fondo a determinate condizioni specifiche
    Commissione legata al rendimento 20,00% #

    ** Quando il Fondo effettua operazioni di prestito titoli per ridurre i costi,
    questi riceverà il 60% dei rispettivi proventi realizzati mentre il restante
    40% andrà a favore di BlackRock in qualità di agente

    #20,00% di ogni rendimento, soggetto a high watermark, conseguito dal Fondo
    superiore al S&P Europe BMI. L’importo effettivo addebitato nell’ultimo esercizio
    finanziario del Fondo è stato pari a 1,45%.

    Rispondi
    1. @ Lorenzo
      Se il codice ISIN è lo stesso direi proprio di sì 🙂

      Rispondi
  4. Ero curioso nel provare ad acquistare 1000 euro di fondi Black rock, per verificarne l’effettiva capacità del gestore.
    Tuttavia con la piattaforma della Banca mediolanum non mi è possibile..
    Peccato..

    Rispondi
    1. @ Giovanni
      Certo, perché in Mediolanum ti proporranno i loro fondi di fondi che all’interno hanno i Blackrock ma con una duplicazione – inutile – delle commissioni di gestione.
      Un abbraccio!!

      Rispondi
      1. Ciao Giacomo,
        quindi se volessi acquistarli, dovrei cambiare banca? In tal caso con quale piattaforma?
        E se facessi una richiesta alla stessa mediolanum?
        Inoltre, ti chiedo se conosci qualche fondo della mediolanum che possa essere interessante da tener sotto occhio?
        Ti saluto
        Giovanni

        Rispondi
        1. @ Giovanni
          Per questo tipo di richiesta ti chiedo la cortesia di scrivere al Servizio Clienti all’indirizzo info at segretibancari.com. Un abbraccio…

          Rispondi
  5. Le analisi di questi fondi uniscono la teoria alla pratica e per i novellini come me, aiuta molto. Grazie mille Giacomo!
    P.S. gli utenti sopra parlano di banche e di piattaforme per fare trading…suggerisco, se posso permettermi, una discussione che magari potrebbe essere approfondita in futuro, con un apposito post. Prendere in considerazione 5-6 piattaforme per fare trading e confrontare i vari costi (commissioni di acquisto e vendita titoli, deposito titoli, imposta di bollo). Ovviamente in base al proprio modo di fare trading, ognuno di noi potrà farsi un’idea sulla piattaforma ritenuta migliore che, ripeto, risulterà essere semplicemente una scelta soggettiva. Potrebbe essere un’idea da poter sviluppare in un futuro prossimo?
    Saluti, Andrea

    Rispondi
    1. @ Andrea
      Ti ringrazio per il suggerimento e non escludo di scrivere un post sull’argomento. Continua a seguirmi e vedrai che la tua richiesta sarà soddisfatta anche se non nell’immediato.
      Un abbraccio e buon lavoro.

      Rispondi
  6. Ho una domanda che non c’entra nulla, ma credo potresti aiutarmi:
    Negli ultimi 5 anni ho avuto delle perdite per acquisto e vendita di azioni che si sono deprezzate.
    Recentemente, invece, ho avuto dei guadagni sia su azioni che su titoli di stato.
    Ho notato, in estratto conto, un addeito per “capital gain”.
    Ho anche notato delle “imposte su dietimi” per la vendita di titoli di stato.
    Ma avendo avuto delle perdite in passato ed avendo a disposizione un credito di imposta, non avrebbero dovuto risparmiarmi queste imposte? Ti ringrazio

    Rispondi
    1. @ Michela
      Purtroppo no, perché i “dietimi” sono redditi di capitale non compensabili con minusvalenze pregresse. Un abbraccio e a presto!!

      Rispondi
  7. La mia banca (Intesasanpaolo) mi ha proposto il seguente fondo:
    Eurizon EasyFund- Azioni Strategia Flessibile cod LU0497415702
    la valutazione Morningstar è a 5 stelle, ma tu che ne pensi?
    Grazie per la cortese risposta
    Adriano

    Rispondi
    1. @ Adriano
      Purtroppo non posso fare analisi a richiesta in questa sede. Per questo tipo di richiesta ti prego di scrivere al servizio clienti all’indirizzo info chiocciola segretibancari.com. Grazie.

      Rispondi
  8. Grazie a te Giacomo, possiamo tranquillamente investire a colpo sicuro nella marea di opportunità finanziarie senza sbagliare e per questo ti ringrazio infinitamente. A proposito di investimenti “europei”: secondo vari rumors del settore sembra che i grandi investitori stiano abbandonando i Paesi Emergenti per orientarsi verso i PIGS (Portogallo, Italia, Grecia e Spagna). Tu che ci consigli di non seguire troppo le masse od i consigli dei “guru” del settore, cosa ne pensi? Esistono fondi o ETF che investono in tali Paesi dove poter indirizzare parte del proprio capitale oppure è meglio il fondo in questione?
    Saluti.
    Alessandro.Algi

    Rispondi
    1. @ Alessandro
      Secondo me è meglio usare dei fondi laddove ci siano dei buoni strumenti come ad esempio quelli di cui parliamo qui:

      https://www.segretibancari.com/doveinvestire/dove-investire-oggi-in-spagna/

      https://www.segretibancari.com/doveinvestire/investire-in-italia/

      Il Portogallo è “compreso” nel primo fondo mentre per la Grecia c’è un ottimo ETF quotato. Un abbraccio e a presto!!

      Rispondi
  9. Ciao,
    Stavo appunto osservando l’affidabilità di questo fondo e mi sono imbattuto nel tuo articolo.

    ti posso chiedere una comparazione tra questo fondo LU0418790928 (il Blackrock) e questo LU0247695934 (Henderson)

    mi sembrano molto simili in termini di affidabilità e rendimento, ma operanti in settori leggermente diversi anche se entambi europei.

    Ti potrei chiedere un tuo commento a comparazione e un suggerimento su quale sottoscrivere eventualmente ora?

    Grazie

    Rispondi
    1. @ Marco
      Molto rapidamente (perché non posso fare analisi approfondite in questa sede): il Black Rock è concentrato sull’europa mentre l’Henderson solo sull’area euro (nota i differenti benchmark). Sono entrambi ottimi fondi ma io preferisco il BR che è più ‘grintoso’. Un abbraccio.

      Rispondi
  10. Egr.Dott.SAVER,
    durante il weekend tra una partita dei mondiali e l’altra ho riletto l’ebook “I TRE SEGRETI per investire in modo intelligente” che ha messo gratuitamente a disposizione di noi lettori e che avevo già da tempo scaricato.

    Mi ero posto di capire come riconoscere il momento di entrare o uscire da un’investimento, ricordandomi del modello semplice ma efficace basato sulle medie mobili.

    L’obiettivo era l’acquisto del Fondo BlackRock Strategic Funds European Opportunities (ISIN: LU0418790928) e l’ETF Lyxor MSCI Europe (ISIN:FR0010261198) ampiamente da Lei trattati nel post del 17-2-2014.

    Come ci spiega nell’ebook, è possibile confrontare i grafici già pronti sul sito di “yahoo finanza” semplicemente esaminando “l’analisi tecnica di base”.

    Senonchè per il Fondo queste informazioni non sono disponibili.

    Non avendo dimestichezza con questi nuovi (per me) concetti, la domanda è quindi scontata: secondo Lei può essere utile entrare adesso negli strumenti che Le ho appena citato?
    Grazie e buon inizio settimana.

    Rispondi
    1. @ Geo
      Ha perfettamente ragione. Purtroppo per i fondi Yahoo finanza non fornisce le serie storiche. Può applicare le sue analisi all’ETF (per il quale i dati di prezzo sono disponibili) e cercare sul sito di Black Rock i dati storici del fondo così da ovviare alla ‘carenza’ di Yahoo…

      Rispondi
  11. Egr.Dott.SAVER,
    con la dovuta prudenza che deve sempre accompagnare chi non ha familiarità con gli investimenti finanziari, ho provato ad analizzare l’ETF sul sito di “yahoo finanza”.
    Si può chiaramente notare che la linea di prezzo (in blu) sta da tempo sopra la linea che rappresenta la media mobile a 200 giorni (in verde).
    Il trend rialzista continuerà ancora oppure ci potrebbero essere dei rischi ad entrare adesso sul mercato?
    Per quanto riguarda il Fondo non sono stato in grado di trovare le necessarie informazioni sul sito di BlackRock, come mi ha suggerito.
    La sua disponibilità è ormai conclamata, sono quindi certo che anche questa volta mi saprà insegnare e consigliare, nello specifico se è ancora opportuno investire nei due strumenti appena citati.
    Grazie.

    Rispondi
  12. Possibile che tra quanti sono intervenuti nel blog, nessuno mi sappia consigliare?
    Grazie.

    Rispondi
  13. Gentile Giacomo,

    buon giorno. Volevo chiederti, in relazione a questo fondo, la seguente cosa. Ti riporto il link che ho come riferimento preso sul sito morningtar. Allora il link è questo:

    http://www.morningstar.it/it/funds/snapshot/snapshot.aspx?id=F0000045M4&tab=5

    In pratica qui, trascurando le commissioni di ingresso ed uscita, le spese che trovo sono COMMISSIONI ANNUALI DI GESTIONE e SPESE CORRENTI. Quello che non mi è chiaro sono le seguenti cose:

    1) Qual è il parametro più indicativo e vicino al TER che è, come noto, il parametro più completo per i costi?
    2) Perchè questa differenza tra COMMISSIONI ANNUALI DI GESTIONE e SPESE CORRENTI?

    Un saluto.

    Rispondi
    1. @ Margherita
      Il dato più vicino al TER è la commissione di gestione che, tuttavia, non tiene conto delle spese correnti. Sono proprio queste ultime a fare ‘lievitare’ il TER rispetto alle sole commissioni di gestione. Un caro saluto e a presto!!

      Rispondi
  14. Giacomo,

    buon giorno. Volevo farti una semplice domanda. Nella scelta di un ETF mi sapresti dire la differenza che c’è tra “replica sintetica” e “replica fisica”? A parità di caratteristiche di un prodotto, pensi che sia meglio quello a replica fisica o sintetica?

    Saluti

    Rispondi
    1. @ Margherita
      La replica fisica significa che l’ETF compra fisicamente i titoli che compongono il paniere sottostante, mentre con la replica sintetica l’ETF usa un derivato per clonare l’indice. Se possibile è meglio scegliere gli ETF a replica fisica perché, avendo i titoli direttamente in portafoglio, sono più sicuri.

      Rispondi
  15. Un consulente Mediolanum mi ha proposto di entrare in un fondo Blackrock (non so se questo o un altro) derogando le commissioni d’ingresso, che quindi risultano a zero. Come ogni finanziaria, però, applica delle commissioni di gestione che, da quanto ho capito, sono di poco superiori al 3%. Ci sta come costo? O potrei trovare di meglio?

    Rispondi
    1. @ Michele
      L’azzeramento del costo di ingresso è senza dubbio meritevole, tuttavia l’onere di gestione – non scontabile – finirà per distruggere i rendimenti. Un cordiale saluto.

      Rispondi

Rispondi o Commenta