I migliori ETF obbligazioni Cina di Borsa Italiana

20 Gennaio 2021

ETF obbligazioni Cina

Investire in ETF obbligazionari specializzati sui bond cinesi permette di migliorare il profilo rendimento/rischio del tuo portafoglio. Ecco i prodotti migliori tra cui scegliere, ricordando anche le controindicazioni.

Gli indici obbligazionari cinesi

Esistono diversi ETF obbligazioni Cina quotati su Borsa Italiana. Essi permettono l’accesso ai bond dell’impero del Dragone in modo semplice, economico ed immediato. Prima di esaminare i singoli prodotti, però, è utile fare una breve panoramica sugli indici obbligazionari cinesi per capire bene in che cosa si investe. Infatti parliamo di una classe di attivo rischiosa, che comporta una notevole volatilità a causa dell’effetto cambio e possibili perdite in conto capitale.

FTSE Goldman Sachs China Government Bond Index

Misura la performance delle obbligazioni cinesi a tasso fisso denominate in Yuan, aventi scadenza non superiore ai trent’anni. Si tratta, quindi, di un indice avente una duration media ma non eccessivamente lunga.

Bloomberg Barclays China Treasury + Policy Bank

È composto da bond cinesi, denominati in Yuan e con qualsiasi scadenza, emessi dallo Stato e dalle banche statali.

J.P. Morgan China Government + Policy Bank 20% Capped 1-10 Year

Misura i rendimenti dei bond emessi dallo Stato e dalle banche statali e denominati in Yuan con scadenza compresa tra 1 e 10 anni. Il “capped” si riferisce alle banche, che non possono superare il 20%. Se c’è una eventuale eccedenza questa viene redistribuita sugli altri titoli.

J.P. Morgan China Custom Liquid ESG Capped 

Monitora l’andamento di un paniere di bond governativi ed emessi dalle banche cinesi con tasso fisso e denominati in Yuan. Sono comprese tutte le scadenze, ma il peso delle banche si ferma al 19%. Infine viene applicato un filtro ESG per escludere gli emittenti non “ecologici”.

Indeciso su dove investire? Affidati alla nostra consulenza indipendente.- Scopri di più su Backstage.

Gli ETF migliori per investire in obbligazioni cinesi

Quella che segue è una selezione degli ETF obbligazionari cinesi quotati su Borsa Italiana. Esamineremo, per ognuno di essi, i parametri rilevanti offrendo anche il nostro punto di vista finale.

Goldman Access China Gov – ISIN IE00BJSBCS90

Caratteristiche

L’indice replicato è FTSE Goldman Sachs China Government Bond che clona la performance di titoli obbligazionari governativi denominati in renminbi cinesi (Yuan) emessi dal Tesoro e da enti governativi regionali della Cina. Rating: Investment Grade.

Il prodotto costa lo 0,24% l’anno, è a replica fisica e paga dividendi con frequenza semestrale. Il fondo è denominato in dollari, ma il rischio di cambio si ha tra l’Euro e lo Yuan, poiché i titoli in portafoglio sono espressi in questa valuta.

Il patrimonio dell’ETF è di 395 milioni di euro. Il domicilio fiscale è l’Irlanda, mentre il prodotto è disponibile dal 22 ottobre 2019. I titoli in portafoglio sono 25. I primi 10 rappresentano il 74% del totale.

I primi tre titoli sono:

  • CHINA PEOPLES REPUBLIC OF (GOVERNMENT) 1.990% 2025-04-09 (peso: 9,84%)
  • CHINA PEOPLES REPUBLIC OF (GOVERNMENT) 2.880% 2023-11-05 (peso: 9,76%)
  • CHINA PEOPLES REPUBLIC OF (GOVERNMENT) 2.680% 2030-05-21 (peso: 9,44%).

Rischio e rendimento

I rendimenti annui sono stati:

  • 2020: -0,36%
  • 2021: +16,61%
  • 2022: +6,15% (dati fine settembre).

La volatilità, invece, è stata del 7,85%.

UBS J.P. Morgan CNY China 1-10 Year – LU2095995895

Caratteristiche

L’indice di riferimento è il J.P. Morgan China Government + Policy Bank 20% Capped 1-10 Year. Esso replica titoli obbligazionari governativi denominati in valuta locale emessi dallo Stato Cinese o da banche controllate dallo Stato. Scadenza: 1-10 anni. Rating: Investment Grade.

Il costo annuo del prodotto è dello 0,33%. Oltre a ciò il fondo è a replica fisica e ad accumulazione dei proventi.In modo analogo al precedente esso comporta il rischio di cambio.

Il patrimonio dell’ETF è di 115 milioni di euro. Il domicilio fiscale il Lussemburgo, la valuta di riferimento il dollaro. L’ETF è disponibile dal 31 marzo 2020. Il fondo è ripartito su 112 titoli. Il peso dei primi dieci è del 15,53%.

Ecco le tre partecipazioni principali:

  • CHINA PEOPLES REPUBLIC OF (GOVERNMENT) 1.990% 2025-04-09 (peso: 1,69%)
  • CHINA PEOPLES REPUBLIC OF (GOVERNMENT) 2.680% 2030-05-21 (peso: 1,64%)
  • CND100045210 (peso: 1,64%)

Rischio e rendimento

Queste, invece, le performance passate:

  • 2021: +16,10%
  • 2022: +7,33% (dati a fine settembre).

La volatilità, invece, è stata del 7,77%.

iShares China CNY Bond – IE00BYPC1H27

Caratteristiche

L’indice clonato è il Bloomberg China Treasury + Policy Bank. Esso, in breve, replica obbligazioni denominate in valuta locale che sono state emesse dallo Stato Cinese o da banche controllate dallo Stato. Tutte le scadenze sono incluse. Rating: Investment Grade.

La commissione annua del prodotto è dello 0,35%.La replica è fisica, l’ETF comporta il rischio di cambio e paga dividendi ogni sei mesi.

Il patrimonio dell’ETF è di 2.873 milioni di euro. Il domicilio fiscale è l’Irlanda, mentre il prodotto è disponibile dal 24 luglio 2019. I titoli in portafoglio sono 78, mentre i primi dieci rappresentano il 44,50% del controvalore complessivo.

Ecco, in breve, i tre titoli più importanti:

  • CHINA PEOPLES REPUBLIC OF (GOVERNMENT) 1.990% 2025-04-09 (peso: 1,86%)
  • CHINA PEOPLES REPUBLIC OF (GOVERNMENT) 2.680% 2030-05-21 (peso: 10,51%)
  • CHINA, PEOPLES REPUBLIC OF (GOVERNMENT) 3.810% 2050-09-14 (peso: 4,12%).

Rischio e rendimento

Ecco i rendimenti storici del portafoglio:

  • 2020: +0,09%
  • 2021: +17,30%
  • 2022: +8,02%.

La volatilità, invece, è stata del 7,71%.

Xtrackers II Harvest China Government Bond UCITS ETF 1D – LU1094612022

Caratteristiche

L’indice FTSE Chinese Government and Policy Bank Bond 1-10 Years Capped replica obbligazioni denominate in valuta locale che sono state emesse dallo Stato Cinese o da banche controllate dallo Stato. Il peso massimo di ogni titolo è del 9% per garantire una adeguata diversificazione. Scadenza: 1-10 anni.

Il fondo dispone di un patrimonio di 187 milioni di euro, costa lo 0,20% l’anno ed è a replica fisica. Esso, inoltre, è a distribuzione annua dei proventi. Il domicilio fiscale dell’ETF è il Lussemburgo, la valuta di denominazione il dollaro. La data di nascita del prodotto è l’8 luglio 2015.

Rischio e rendimento

Questi, infine, i rendimenti passati:

  • 2018: +5,67%
  • 2019: +3,91%
  • 2020: 0,00%
  • 2021: +15,61%
  • 2022: +7,32% (dati a fine settembre).

La volatilità annua, invece, è dell’8,01%.

ETF obbligazioni Cina: conviene investire?

In un contesto di tassi in salita, che hanno messo KO il mercato obbligazionario dei Paesi occidentali, i rendimenti positivi offerti dagli ETF specializzati sui bond cinesi fanno un certo effetto. Tuttavia è bene essere prudenti. Infatti, dopo anni di crescita ininterrotta è probabile che arriverà anche il segno meno per questi strumenti. Niente, in fondo, sfugge alla regola della regressione verso la media.

Inoltre la Cina inizia ad incontrare difficoltà nella crescita. Per quanto l’economia tenda all’autarchia e all’autosufficienza uno Yuan forte farà da freno alle esportazioni. Dal punto di vista dell’investitore, invece, la rivalutazione dell’euro comporta possibili perdite in conto valuta. I prodotti specializzati in obbligazioni estere, a nostro avviso, vanno presi con le pinze. A fronte di un guadagno tutto sommato “modesto”, prodotto dal differenziale dei tassi, ci si espone a rischi di perdite importanti in caso di andamento avverso della valuta.

Consulenza e risorse per investire

  • hai bisogno di consulenza per i tuoi investimenti? Scopri i nostri servizi su Backstage;
  • vuoi ricevere le nostre analisi Premium e gli spunti operativi? Leggi INVESTO
  • Vuoi imparare ad investire in autonomia? Iscriviti a Welcome.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari