ETF Turchia: i migliori ETF Turkey su Borsaitaliana

7 Ottobre 2019

ETF turkey turchia

Ecco due ETF Turchia per investire in un Paese dalle grandi potenzialità. Adatto a persone con stomaco forte.

Borsa Turchia

La borsa della Turchia riflette l’andamento di un Paese dalle grandi potenzialità, ma dalla forte instabilità. A titolo di esempio basti ricordare la posizione geografica dello Stato. Essa, infatti, è incastonata tra l’Europa orientale e l’Asia occidentale e funge da “ponte” tra due mondi così distanti.

L’indice più rappresentativo della borsa Turchia è l‘MSCI Turkey. Il grafico che segue te ne mostra l’andamento dal 1998 al 2019, sia nella versione in TRY sia in Euro.

MSCI Turkey

Come puoi vedere esiste una differenza abissale tra l’andamento dell’indice in valuta locale e quello in Euro. In particolare quest’ultimo è stato penalizzato dalla persistente svalutazione della Lira Turca negli anni.

Il rendimento medio annuo composto di un investimento nella borsa turca è stato del 21,69%. Al contrario, il guadagno in Euro è stato del 6,33%. A fronte di ciò la volatilità è del tutto simile e piuttosto alta: il 40%.

Ma quali sono i migliori ETF Turchia per investire in questo mercato azionario, così volatile?

Alla ricerca di ETF interessanti in cui investire? Scopri i nostri portafogli aggiornati!

ETF Lyxor Turkey – LU1900067601

Si tratta di un ETF Turchia ad accumulazione e a replica sintetica che clona l’indice MSCI Turkey, in Euro.

Il costo annuo di gestione è dello 0,45%, mentre il patrimonio dell’ETF ammonta a 89 milioni di Euro.

Per quanto riguarda la composizione settoriale, l’ETF investe per il 37% nella finanza, mentre il 20% va all’industria.

ETF Turchia iShares MSCI Turkey – IE00B1FZS574

A differenza del Lyxor, l’ETF iShares è a replica fisica e distribuisce trimestralmente i dividendi. Il costo annuo di gestione ammonta allo 0,74%. Il patrimonio del fondo ammonta a 256 milioni di Dollari.

Dal momento che il sottostante resta l’indice MSCI Turkey, restano valide le indicazioni circa la ripartizione settoriale che abbiamo visto poco sopra.

Oltre a ciò è utile ricordare che l’ETF investe solo nei 16 titoli azionari che compongono l’indice.

Per quanto riguarda il livello delle quotazioni, esse appaiono quanto mai convenienti. Il rapporto Prezzo/Utile, infatti, è di 8 contro valori doppi relativi agli altri Paesi emergenti e sviluppati.

Investire in Turchia fa al caso tuo? Scoprilo con il corso A scuola di investimenti. Le prime lezioni sono gratuite.

Considerazioni finali

Investire in Turchia con gli ETF è particolarmente rischioso. Per rendersene conto è sufficiente esaminare la volatilità dell’indice MSCI Turkey che si attesta ad oltre il 40%.

Ciò significa che se vorrai inserire gli ETF Turkey in portafoglio dovrai mettere in conto di perdere, in condizioni “normali, fino al 40% del tuo capitale in un certo anno. In media un anno su sei le perdite potranno essere maggiori di tale soglia.

Al contrario il guadagno che potrai ottenere potrà arrivare ad oltre il 50%, e in casi eccezionali superarlo.

Inoltre a causa della persistente svalutazione della Lira turca i guadagni in Euro saranno fortemente penalizzati. Intendo dire che se potessimo coprire il rischio di cambio la perdita massima ottenibile con una probabilità del 66% scenderebbe dal 40 al 20%.

Deluso dalla Turchia? Puoi ottenere guadagni comunque elevati con rischi contenuti grazie ai portafogli dell’Investment Club.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

In una newsletter settimanale di 13 pagine tutte le notizie, le analisi indipendenti e i commenti che servono per investire.