ETF Vanguard Lifestrategy: analisi e opinioni

ETF_Vanguard_lifestyle

I nuovi Lifestrategy di Vanguard estendono il concetto di ETF all’asset allocation fornendo un prodotto “tutto in uno” per investitori pigri.

Lifestrategy: gli ETF multi-asset di Vanguard

Vanguard, con gli ETF Lifestrategy, fa un balzo in avanti. In pratica il leader mondiale della gestione passiva offre dei cloni di asset allocation. Per comprendere meglio il concetto occorre ricordare che gli ETF, di norma, replicano un indice finanziario di cui clonano la performance.

Tuttavia l’evoluzione del mercato ha spinto i suoi attori a lanciare nuovi strumenti. Uno di questi sono i prodotti di asset allocation di cui fanno parte gli ETF che esamineremo in questo articolo.

Gli ETF Vanguard lifestrategy, infatti, sono strumenti finanziari multi-asset che permettono di investire in un portafoglio diversificato attraverso un solo prodotto.

I migliori ETF in cui investire oggi sulla base delle tue esigenze? Li trovi nell’Investment Club. Iscriviti gratis al livello Backstage.

Caratteristiche degli ETF Lifestrategy di Vanguard

Elementi comuni

Gli ETF di Vanguard della famiglia Lifestrategy sono prodotti di secondo livello di asset allocation. Essi, in definitiva, investono in altri ETF della stessa casa in un rapporto noto a priori.

Si tratta di prodotti a replica fisica con costi minimi, pari allo 0,25% l’anno, e disponibili sia ad accumulazione sia a distribuzione.

Ognuno di essi, inoltre, sintetizza un’allocazione completa che va da un minimo del 20% di azioni ad un massimo dell’80%. Tra un prodotto e l’altro c’è uno scostamento del 20% della quota azionaria.

Gli ETF in dettaglio

LifeStrategy 20% Equity – ISIN ACC IE00BMVB5K07 DIST IE00BMVB5L14

L’allocazione del portafoglio sottostante prevede il 20% di azioni e l’80% di obbligazioni. Il prodotto è adatto per investitori prudenti che vogliono un portafoglio molto difensivo.

L’ETF ha una notevole esposizione verso i bond in dollari, che rappresentano circa la metà del portafoglio.

Cerchi un portafoglio più dinamico ed equilibrato? Scopri il profilo Prudente dell’Investment Club. Lo trovi all’interno del servizio gratuito Backstage.

LifeStrategy 40% Equity – ISIN ACC IE00BMVB5M21 DIST IE00BMVB5N38

L’investimento è azionario per il 40%, mentre il restante 60% del portafoglio è impiegato in bond. L’ETF è adatto per investitori che si accontentano di una crescita moderata nel tempo a fronte di un rischio medio basso.

A differenza del caso precedente il prodotto Vanguard ha esposizione focalizzata anche sui mercati emergenti.

Cerchi un portafoglio più dinamico ed equilibrato? Scopri il profilo Conservativo dell’Investment Club. Lo trovi all’interno del servizio gratuito Backstage.

LifeStrategy 60% Equity – ISIN ACC IE00BMVB5P51 DIST IE00BMVB5Q68

L’ETF propone, in modo statico, l’allocazione cara a Jack Bogle, fondatore di Vanguard. Intendo dire che il prodotto ha una quota azionaria del 60% ed una porzione di obbligazioni pari al 40%.

In definitiva si tratta di un ETF adatto per persone con una tolleranza al rischio medio-alta, orizzonte temporale lungo e propensi ad un’allocazione bilanciata.

Scopri il profilo Dinamico dell’Investment Club. Lo trovi all’interno del servizio gratuito Backstage.

LifeStrategy 80% Equity – ISIN ACC IE00BMVB5R75 DIST IE00BMVB5S82

Si tratta di un ETF adatto ad investitori aggressivi aventi un lungo orizzonte temporale. Il portafoglio, infatti, è in larga parte azionario. Solo il 20%, in definitiva, è impiegato in bond mentre l’80% è dedicato alle azioni.

La parte azionaria è concentrata negli Usa. Si tratta di un dato da tenere presente al momento della scelta.

Cerchi un portafoglio più dinamico ed equilibrato? Scopri il profilo Determinato dell’Investment Club. Lo trovi all’interno del servizio gratuito Backstage.

Opinione sul prodotto

Gli ETF Vanguard Lifestrategy presentano alcuni vantaggi ed altri punti deboli che è bene conoscere per fare, se del caso, una scelta adeguata.

Vantaggi

SEMPLICITÀ

Con una sola operazione di acquisto è possibile investire tra i nove e i dodici ETF Vanguard risparmiando tempo. Per questo motivo i Lifestrategy sono adatti ad investitori pigri, oppure dotati di limitate disponibilità economiche, alla ricerca di un prodotto “tutto in uno”.

TRASPARENZA

I prodotti Vanguard permettono di conoscere, inoltre, dove saranno impiegati i fondi investiti. Ciò evita il rischio di discrezionalità del gestore, poiché in definitiva non è possibile avere allocazioni diverse da quelle prefissate.

Svantaggi

CONCENTRAZIONE GEOGRAFICA

Scegliere i Lifestrategy di Vanguard significa privilegiare gli Usa e il dollaro. Una grande parte dei portafogli, infatti, è investita in America. Ciò implica una certa esposizione al rischio cambio.

ALLOCAZIONE STATICA

Sebbene i mercati cambino l’allocazione degli ETF resta costante. Intendo dire che i Lifestrategy sono privi dell’ottimizzazione periodica dei portafogli. Ciò li rende meno performanti a causa della rotazione settoriale dei mercati.

COSTI SQUILIBRATI

Mentre non è chiaro se lo 0,25% di costo comprenda anche gli ETF in pancia al prodotto, una cosa è certa. La commissione annua di gestione, seppur bassa, penalizza i prodotti prudenti.

Avrei apprezzato, in altri termini, un costo che incidesse in maniera diversa a seconda della quota di azioni in portafoglio, crescendo con la quota azionaria.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

Un commento
  1. Buongiorno Giacomo, la mia opinione su questo ETF è quella che rispecchia anche altri opinionisti investitori. Presenta come tutte le cose dei vantaggi e svantaggi, tuttavia con un unico ETF si acquista un pacchetto completo di ETF in base alle proprie propensioni di rischio. Quindi, è un fatto decisamente positivo, poichè molti investitori che non erano propensi ad acquistare ETF, per impreparazione, sono ora invogliati ad acquistarlo. Ha un prezzo basso, non necessita di un promotore finanziario, effettua, se non sbaglio dei ribilanciamenti al suo interno. Ma ci sono anche degli svantaggi: tutti gli ETF provengono da uno stesso emittente, il pacchetto non è personabilizzabile: gli ETF sono quelli. Essendo un prodotto tipicamente “americano”, come hai detto giustamente tu, è sbilanciato sull’America e sul dollaro. Però, presumo, non ci sono minusvalenze poichè gli scambi avvengono all’interno dell’intero pacchetto. E’ sicuramente un vantaggio per chi non sa più su cosa investire ed è un’opportunità in più perchè fornisce un vero approccio alla conoscenza degli ETF. E diventare così, un giorno, un investitore che si creerà da sè, con l’esperienza, un proprio pacchetto ETF.

    Rispondi

Rispondi o Commenta