BTP Italia

BTP Italia: riepiloghiamo…

Abbiamo parlato spesso del BTP Italia, ora facciamo un riassunto

Oggi è partito il collocamento del BTP Italia. In questo post saprai come partecipare all’asta e se per te questi titoli vanno bene o sono meglio i BTPi

BTP Italia: ecco come avviene l’asta sul MOT

Il collocamento dei Buoni del Tesoro avviene con una modalità innovativa, ossia direttamente sulla piattaforma del MOT. Come scoprirai in seguito il MOT è uno dei due mercati in cui le obbligazioni sono negoziate. In esso domanda e offerta si incrociano e danno origine a prezzi durante tutta la fase della seduta di negoziazione.

Come è possibile che un’asta di BTP si svolga direttamente sul MOT, mi sono chiesto. Ecco che cosa accade.Per sottoscrivere il nuovo BTP Italia tutto ciò che devi fare è inserire un ordine di negoziazione nel tuo home banking – sezione trading. Nè più né meno di come faresti per qualunque ordine relativo all’acquisto di un’obbligazione. Le differenze, rispetto ad una normale compravendita sono due:

  • non saranno applicate commissioni di negoziazione;
  • in contropartita del tuo ordine in acquisto ci sarà il Ministero dell’Economia che offrirà i BTP Italia al prezzo di 100.

Lo schema qui riportato sintetizza tutto ciò che c’è da sapere sul BTP ITalia. E dopo che lo avrai esaminato, scoprirai ancora un dettaglio che ti aiuterà a scegliere tra  questo titolo ed un BTPi.

Clicca sull’immagine per ingrandirla.

BTP Italia o BTPi

Un cliente attento mi ha posto questa domanda: se voglio fare un investimento con scadenza quattro anni e proteggere il mio capitale dall’inflazione, quale titolo è più opportuno per me?  Un BTPi o il nuovo BTP Italia? Ecco, in sintesi, la mia risposta che sarà utile anche a te:

  • se sei una persona parsimoniosa che intende reinvestire le cedole incassate sono meglio i BTP Italia. Questi pagano interessi e rivalutazione basati entrambi sull’inflazione italiana. Se tuttavia spenderai le cedole, dato che una parte delle stesse è la rivalutazione del capitale, alla scadenza ti troverai con un importo ridotto in termini di potere di acquisto.
  • Se hai intenzione di spendere le cedole è meglio acquistare un BTPi. In questo caso otterrai l’intera rivalutazione del capitale alla scadenza, mentre gli interessi incassati saranno tranquillamente spendibili. Lo svantaggio, però, sta nel fatto che l’inflazione di riferimento non è quella italiana ma europea.

Ora tocca a te

Indipendentemente che tu acquisti i titoli ad indicizzazione reale, è importante che tu ricordi le regole fondamentali per investire con successo.  E che dedichi un po’ del tuo tempo a restare aggiornato su quello che accade nel mondo della finanza.

Stiamo in contatto!!

Share this

Comments

  • Ed

    Bellissimo post, chiaro e conciso come sempre.

    Ma qualche domanda la vorrei fare. Come mai c’è tutta questa pressione mediatica sul BTP-Italia, con pubblicità in TV, sul sito della Borsa Italiana, sul Sole 24 Ore, ecc.? Negli altri casi le emissioni sono passate un po’ in sordina tanto che quella di oggi ha superato al debutto le sottoscrizioni del primo BTP-Italia emesso a marzo. Siamo per caso entrati nella logica che noi italiani dobbiamo comprarci da soli il nostro debito pubblico perché gli “istituzionali” non lo fanno più o lo fanno poco?

    Può avere senso ricomprare quelli già emessi e in contrattazione sul MOT se scenderanno sotto la pari?
    Grazie mille
    Ed

    • Matteo

      A mio parere questo è un prodotto nuovo e quindi lo Stato lo pubblicizza, né più né meno come fosso un dentifricio o una scatoletta di tonno. Non penso stiamo diventando giapponesi: semplicemente lo Stato ha bisogno di questi soldi

    • Giacomo

      @ Ed
      Indubbiamente lo Stato ha bisogno di raccogliere, ma secondo me non è questo il punto. Il punto è che il collocamento è riservato ai “comuni” risparmiatori e non agli istituzionali. I professionisti sanno benissimo quando ci sono le aste e come fare a parteciparvi mentre la famigliola di Voghera no.

      Secondo me ha poco senso attendere la quotazione dei BTP Italia sul mercato, perché difficilmente essi quoteranno sotto la pari. Considera che quelli in circolazione sono saliti parecchio di prezzo…

      Questo spiega la campagna di Marketing “martellante” ma senza trucchi segreti che non ce ne sono!!
      Grazie per i complimenti caro Ed. Alla prossima!!

  • Francesco

    Carissimo Giacomo.
    Ho un dubbio da porti se è possibile.
    Ho investito 10000 euro nominali nel Btp 15 apr 2013 al 4,5% nel mese di nov 2011, proprio all’inizio della crisi.
    Il prezzi di carico e di 98,70.
    Considerando i rendimenti attuali dei Btp classici, quasi tutti ormai sopra la pari, pensavo di vendere e comprare il Btp Italia in emissione, considerando inoltre che le commissioni di vendita verrebbero azzerate dall’assenza di commissioni su quest’ultimo titolo.
    Tale investimenti lo prendo in considerazione poiché l’orizzonte temporale mio non è lungo.
    L’altra alternativa sarebbero i Btp indicizzati con parecchi vantaggi ed unico svantaggio dell’assenza di remunerazione prima dei 18 mesi.
    Premetto infine che posseggo già quest’ultimo titolo per analogo valore nominale del Btp.
    Tu consiglieresti un investimento del genere?
    Scusa se mi sono dilungato troppo.
    Un saluto.

    • Giacomo

      @ Francesco
      Assolutamente sì. Io stesso ho venduto dei BTP 2014 per comprare il nuovo BTP Italia.
      In questo caso consolidi la plusvalenza grazie al fatto che il titolo che vendi quota sopra la pari e compri un nuovo BTP che proteggerà per i prossimi 4 anni i tuoi soldi dall’inflazione.

      Oltre, ovviamente, a pagarti un rendimento reale. Complimenti!! La buona formazione dà buoni frutti :)

  • Enrico

    Ciao Giacomo!
    Un parere: può convenire vendere il BTP 1 giugno 2017 per acquistare il Btp italia 3 ? Il BTP 1 giugno lo presi in asta a 95,73… Oggi è intorno a 104,5 (il gain sarebbe quasi completamente pulito causa minusvalenze pregresse)… lo so che è una domanda impegnativa .. ma tu sei … Giacomo!!!

    • Giacomo

      @ Enrico
      Scusa il ritardo ma ho avuto problemi con una marea di spam sul sito… Sì ha assolutamente senso. Vendi un BTP per comprarne un altro con caratteristiche migliori (l’indicizzazione al tasso di inflazione) e scadenza più corta. Inoltre porti a casa un guadagno del 4,50% che è un bel gain esentasse per lo più.
      Complimenti!!

      • Enrico

        Caro Giacomo,
        Grazie… anche del ritardo con cui mi hai risposto: ho venduto a 105,11 invece di 104,5 !!!!
        Mi fai i complimenti!!?? Ma prima di conoscerti non sapevo neanche cos’era il disaggio di emissione!! Da quando seguo i tuoi consigli è tutto in gain… +3, +7, +13, +14…. e appena c’è qualche opportunità di cambio, come nel caso del BTP italia 3, non so… cosa vendere!!!
        Ci fossero 100 Giacomo in ogni settore, per ogni competenza… questo sarebbe un paese migliore… dove le persone avrebbero molte più possibilità di difendere i propri diritti e tutelare i propri legittimi interessi. Altro che lacchè, portaborse e corrotti… la democrazia vive se la gente è informata.
        Grazie di tutto… messa così suona come un addio… eheh non ci sperare!!! Continuerò ad infelicitarti con i miei, a volte ingenui, quesiti… Ciao!
        10-100-1000 Giacomo!!!

  • Matteo

    Ciao Giacomo…
    sono un ragazzo di 26 anni e ho messo da parte la bellezza di 40.000 euro ke vorrei investire traendone il massimo profitto, senza scendere nel campo azionario…
    Ho intenzione di reinvestire le cedole…
    Sono indeciso tra BTP 2040 al 5% e BTPI 15ST26 3,10%…cosa mi consigli?
    Oppure esiste un altro prodotto più vantaggioso???
    Grazie mille in anticipo e….continua così…!

    • Giacomo

      @ Matteo
      Io starei sul BTPI per due ragioni:
      1) la durata è ragionevole (il 2040 mi sembra troppo a meno che tu non investa in ottica pensionistica e con la ragionevole certezza di non smobilizzare il tuo capitale prima della scadenza);
      2) i BTPI proteggono il potere di acquisto dei tuoi risparmi grazie all’indicizzazione reale, cosa che il BTP invece non fa…
      Grazie a te e a presto!!

  • Enrico

    Giacomo!
    Scusami se insisto, ma potresti darmi un tuo parere sul messaggio di cui sopra?

  • Raffaele

    Ciao Giacomo, ho seguito molto tutti tuoi post a riguardo dei Btpi e so quello che ne pensi.ho comprato a marzo dei Btp a scadenze lunghe (2022 e 2034) prima di leggere i tuoi consigli. Ora sono preoccupato che (da qui a 10 e soprattutto a 22 anni) saranno erosi dall inflazione. Consigli di venderli subito(guadagnando anche qualcosa sul valore nominale) e comprare alcloro posto Btpi ? O lasciarli ancora là per prendere delle buone cedole per qualche anno e magari comprare comunque Btpi con altri risparmi di cui dispongo? L obiettivo è comunque una forma di risparmio di tipo pensionistico. Grazie e complimenti

    • Giacomo

      @ Raffaele
      Se l’obiettivo è una pensione integrativa (e a maggior ragione se sei in utile) liquida i BTP e compra i BTPi.
      Su periodi così lunghi la perdita di potere di acquisto della moneta provocata dal rialzo dei prezzi ha conseguenze drammatiche!!

      Grazie per i complimenti e a presto!!

  • Raffaele

    Ciao Giacomo,
    volevo capire da te il motivo per cui sul sito del Sole24ore sulla classifica dei migliori/peggiori BTp del momento non viene mai inserito, pur essendo ai primi posti come rendimento effettivo, il 15st26 3,1%.. Forse mi sfugge qualcosa? A me sembra un buon investimento, per un BTpquindicienale e una discreta cedola. Che ne dici? C’èdi meglio su quelle scadenze? Poi volevo chiederti, per capire quanto realmente lo pagherò all’acquisto (in questo momento è intorno a 94), so che devo tenere conto dell’inflazione già trascorsa dal momento dell emissione, dunque quanto lo pagherei oggi? Qual è la formula?
    Grazie per le delucidazioni

    • Giacomo

      @ Raffaele
      Sinceramente non conosco i criteri sulla cui base il Sole stila le classifiche dei BTP. Forse semplicemente non prende in considerazione quelli indicizzati che sono strumenti diversi. Quando acquisti un BTPi paghi anche il rateo di inflazione maturato attraverso la moltiplicazione del prezzo di acquisto per un coefficiente che trovi qui:

      http://www.borsaitaliana.it/obbligazioni/notiziedettaglio/btpi.htm

      Purtroppo l’argomento è affascinante ma complesso e non posso sintetizzare qui il contenuto di quello che troverai nell’ebook “Come difendere i tuoi risparmi dall’inflazione” che ti svelerà ogni segreto. Lo trovi nell’area formazione accedendo tramite il link in alto della pagina :)

      Ciao!!

  • David

    Ciao Giacomo sono un tuo affezionato cliente,e seguo assiduamente il tuo blog.
    Ho un dubbio, detengo in portafoglio btp italia ottobre 2016 con cedola 2.55%
    Una cosa che ancora non mi è chiara: le cedole sono composte dal tasso minimo garantito del 2.55%,più la rivalutazione del capitale stimata nei 6 mesi precedenti( quindi il 50% del tasso 2.55% più 1.50% di rivalutazione tenendo conto un esempio di inflazione annua del 3.00%?)
    Oppure semestealmente vengono erogati solo gli interessi base minimi,ed a scadenza la rivalutazione?

    Perdonami se mi sono dilungato in una domanda a cui magari hai già dato una risposta,ma vorrei capire bene questo aspetto!!
    Grazie davvero.
    Un abbraccio.

    • Giacomo

      @ David
      Esattamente… Il BTP Italia paga ogni sei mesi la cedola semestrale rivalutata (nel tuo caso 2,55%/2 * (1,015)) dove 1,015 è uno più l’inflazione semestrale espressa in modo decimale, più la rivalutazione del capitale (dell’1,50% anch’essa).
      Alla scadenza sarà rimborsato il capitale più l’ultima edola calcolata come abbiamo appena visto.

      Un abbraccio anche a te e per qualunque cosa sono qui!!

  • Enrico

    Ciao Giacomo!
    Una tua impressione al volo sul nuovo BTP Italia…. vale la pena? Si – No?

  • geo

    Egr.Dott.SAVER,
    nei giorni scorsi ho incassato la prima cedola dai BTP Italia acquistati in collocamento ad Aprile.
    Facciamo una riflessione: l’accredito della parte d’inflazione maturata ogni sei mesi fa sì che, all’atto del rimborso (quattro anni dopo il collocamento) venga riconosciuto il valore nominale iniziale, maggiorato della sola inflazione rilevata negli ultimi sei mesi.
    Alla fine mi ritroverò con un capitale svalutato.
    E’ quindi indispensabile provvedere a reinvestire semestralmente l’importo ricevuto “girando” la cedola nei BFPindicizzati all’inflazione il cui taglio minimo di sottoscrizione è di 250 euro e tenendo il saldo sotto i 5.000 Euro così da evitare l’imposta di bollo.
    Le sembra giusto?
    Grazie,
    GEO.

    • Giacomo

      @ Geo
      E’ giustissimo. Il fatto che il BTP Italia paghi la rivalutazione del capitale insieme con gli interessi è un punto debole di questo strumento. Da un lato innalza le cedole, dando l’impressione che esse siano più ricche, ma dall’altro restituisce un capitale svalutato.

      A differenza dei BTPi, per i quali gli interessi pagati sono “reali”, poiché la rivalutazione del capitale investito sarà percepita alla scadenza, i BTP Italia hanno questo comportamento anomalo. Per ovviare all’inconveniente è indispensabile – come osserva lei – reinvestire almeno la parte della cedola che corrisponde all’inflazione in BFP indicizati per compensare.

      Mi permetto di farle i complimenti per la sua capacità ed arguzia nell’analisi. A presto!!

      • fausto

        A differenza dei BTPi, per i quali gli interessi pagati sono “reali”, poiché la rivalutazione del capitale investito sarà percepita alla scadenza, i BTP Italia hanno questo comportamento anomalo. Per ovviare all’inconveniente è indispensabile – come osserva lei – reinvestire almeno la parte della cedola che corrisponde all’inflazione in BFP indicizati per compensare.

        volevo esprimere le mie conoscenze riguardo a delle comparazioni tra titoli come sopra
        se si usa uno strumento per calcolare il rendimento di un titolo
        per fare comparazione si deve usare lo stesso strumento per l’altro titolo
        parlo di capitalizzazione semplice usato per valutare i BTPi
        e capitalizzazione composta usato per valutare i BTP Italia
        Giacomo dimmi se sbaglio
        ciao

        • Giacomo

          @ Fausto
          Normalmente è più corretto usare la capitalizzazione composta per fare i calcoli del rendimento degli strumenti finanziari la cui durata sia superiore a dodici mesi. Dal punto di vista del rendimento è praticamente identico il fatto che la rivalutazione sia pagata alla fine o durante la vita del titolo.

          Diciamo che questo si traduce in un modesto vantaggio per il BTP Italia rispetto ai BTPi, poiché la liquidità viene ‘liberata’ prima ma non è questo il punto. Il problema è che il BTP Italia fa ‘scivolare’ l’investitore che è ‘tentato’ di spendere tutti i flussi di cassa che riceve pensando che siano interessi mentre una parte equivale alla rivalutazione del capitale.

  • fausto

    volevo dare delle informazioni a coloro che vogliono vendere dei titoli btp acquistati prima del 01/01/2013
    per investire in nuovi titoli

    Prima di sottoscrivere qualunque titolo di stato italiano emesso dopo il1 gennaio 2013
    è meglio conoscere un decreto
    il decreto legislativo n. 96717 del 7 dicembre 2012 .

    Si tratta, di clausole inserite nei prospetti o nei regolamenti dei titoli di Stato di nuova emissione, che consentono ad uno Stato in difficoltà di ristrutturare il proprio debito, ad esempio allungando le scadenze, riducendo i tassi o proponendo lo scambio con altre obbligazioni, attraverso una procedura prestabilita che permette di arrivare in modo più semplice e veloce ad un accordo con la maggioranza dei creditori. Un esempio al riguardo è quello della Grecia, che, si ricorda, è ricorsa alle clausole di azione collettiva, obbligando di fatto i creditori privati a partecipare alle perdite sul debito ellenico.

    conclusioni
    io mi tengo i miei btp acquistati prima del 01/01/2013
    per nuovi investimenti potrebbe essere interessante con i maggiori rischi sopra citati
    ciao da fausto

    • sandren

      @fausto
      Grazie per l’info….non sapevo nulla di questa “variante”…. sarà mica per questo che li stanno sponsorizzando ovunque?

      • Giacomo

        @ Sandren
        Li stanno sponsorizzando perché il BTP Italia è un titolo pensato particolarmente per i ìpiccoli investitori che devono essere ‘sollecitati’ con la pubblicità affinché ne siano a conosenza. Mentre è l’istituzionale che cerca l’informazione, nel caso del privato deve essere l’informazione a raggiungere l’investitore :)

    • Giacomo

      @ Fausto
      Secondo te se lo Stato fosse in difficoltà, farebbe distinzione tra i titoli ‘vecchi’ e quelli nuovi o, invece, se ne infischierebbe del decreto 96717 e penalizzerebbe TUTTI?

      • fausto

        volevo solo dire che non venderei dei titoli precedenti 1/1/2013per acquistare titoli post data
        è ovvio che il mercato non si ferma dopo tale data
        secondo me li stanno sponsorizzando in appoggio anche con le banche (la mia banca me li ha già proposti)
        perché prevedono un ribasso inflazionistico nei prossimi 4 anni
        la mia regola è che quando un prodotto ti viene sponsorizzato in primis dalle banche
        stanne lontano

        • Giacomo

          @ Fausto
          Su questo non sono d’accordo. Se anche nei prossimi anni dovesse esserci deflazione, i BTP Italia offrirebbero comunque un buon rendimento. Il fatto che li stiano spingendo è relativo al momento storico ed alla necessità dello Stato di fare cassa, ma non ci sono trappole nascoste in questa operazione.

  • ENRICO

    Ciao Giacomo!
    Volevo chiederti cosa pensi riguardo al nuovo BtpItalia che sarà in collocamento dal 5 novembre… hai idea di quello che potrebbe essere il tasso reale minimo garantito?
    E poi: faccio bene a reinvestire le cedole del BtpItalia nel BTPei sett 2021? Grazie… Ciao!

    • Giacomo

      @ Enrico
      Ho appena scritto un nuovo post sul BTP Italia in collocamento a novembre 2013, lo trovi qui:

      http://www.segretibancari.com/investimenti/btp-italia-conviene-sottoscriverli/

      Fai bene a reinvestire le cedole in un altro BTP indicizzato, ma valuta anche altre emissioni con scadenza diversa. Magari, allungando di un paio di anni la durata (o riducendola a seconda dei momenti storici) il rendimento cambierà. Un caro saluto…

  • geo

    Egr.Dott.SAVER,
    ringrazio per i complimenti che ovviamente ricambio.
    Se ho migliorato La mia formazione finanziaria lo devo esclusivamente alla Sua preziosa opera di informazione a favore di noi risparmiatori che ci facilita nel fare le scelte migliori per i nostri piccoli o grandi investimenti.
    Tornando alla mi analisi, conviene sempre il reinvestimento delle cedole nei BFP indicizzati, anche se la serie attualmente in corso (J40) paga un tasso fisso annuo lordo minimo dell’1% che pur si somma al tasso corrente d’inflazione?
    Rinnovo i ringraziamenti per la disponibilità che mi dimostra continuamente.
    GEO.

    • Giacomo

      @ Geo
      Certamente. La serie J40 è ‘meno buona’ rispetto alle precedenti, ma resta comunque interessante ai livelli attuali dei tassi di interesse. Un caro saluto.

  • geo

    Egr.Dott.SAVER,
    è il momento dei BTP Italia; pubblicità in tv e sui giornali, marketing, in vista del prossimo collocamento di Novembre.
    Lei stesso ha appena scritto un nuovo post.
    Vedremo cosa fare. Per intanto, assodato che è indispensabile reinvestire la cedola che viene pagata semestralmente, è preferibile farlo nei BFP indicizzati come mi ha appena indicato, oppure in un altro BTP indicizzato come ha suggerito a Enrico pocanzi?
    Grazie,
    GEO.

    • Giacomo

      @ Geo
      dipende dall’ammontare della cedola. Se supera i 1.000 euro che è il lotto minimo di negoziazione di un BTPi allora forse vale la pena scegliere questi, ammesso che il rendimento giustifichi la scelta. viceversa è meglio restare in posta dove i tagli minimi sono decisamente inferiori…

  • renato

    vendendo l’ultimo btp italia a 100 dopo un giorno dal collocamento e quindi con 6 giorni di rateo per effetto della svalutazione del capitale si incassassa meno del prezzo do sottoscrizione.

    • Giacomo

      @ Renato
      Ma tu hai comprato il BTP Italia per fare un investimento o per speculare sul suo rialzo di prezzo in una settimana? Se il tuo obiettivo era il secondo allora ho sbagliato, ma se il tuo obiettivo è di investire tienilo fino a scadenza e dimentica il prezzo :)

Add your comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SCAPPA DALLE ASSICURAZIONI!!

Come scoprire i COSTI nascosti e RISPARMIARE 300 euro l'anno di commissioni...
Scarica SUBITO l'ebook OMAGGIO "Investimenti Assicurativi? No Grazie" e impara...

  • a difenderti dagli investimenti spazzatura
  • a conoscere REALMENTE le polizze vita
  • perché le polizze sono MENO SICURE di quanto credi