Come ottenere un rendimento netto del 2% dai BTP

Due BTP offrono un rendimento netto intorno al 2% annuo. Con rischi notevoli.

Rendimento BTP ottobre 2019

A causa del ribasso dei tassi di interesse, il rendimento netto dei BTP è diminuito su tutte le scadenze. A titolo di esempio, il rendimento del BTP a 10 anni si è attestato allo 0,80% netto.

Si tratta, senza dubbio, di un dato sconfortante per chi vuole investire in modo redditizio. Tuttavia esistono due alternative.

La prima di esse consiste nel seguire le indicazioni di un esperto che ti guidi alla ricerca di alternative vantaggiose. La seconda, invece, sta nel cercare BTP a rendimento elevato accettandone i rischi conseguenti.

Questo articolo approfondirà le caratteristiche di rischio e rendimento di due BTP a lunga scadenza in grado di offrire il 2% netto annuo. Se sei interessato a investire in modo più redditizio, scopri il portafoglio gratuito “entry level” dell’Investment Club.

BTP-1MZ67 2,8%

Con una quotazione di 116 ed un tasso annuo lordo del 2,80%, questo BTP offre un rendimento netto a scadenza dell’1,94% a ottobre 2019. La scadenza, invece, è il 1 marzo 2067.

Il titolo offre un guadagno discreto, tuttavia i rischi sono davvero notevoli.

A titolo di esempio, un rialzo dei rendimenti richiesti dal mercato dell’1%, farebbe crollare il prezzo del titolo. In corrispondenza di un guadagno netto del 2,94%, infatti, la quotazione del BTP passerebbe dai 116 attuali a 88, con un ribasso del 24%.

Ciò significa che per ottenere un guadagno del 2% annuo netto devi mettere in conto una volatilità degna del mercato azionario. A meno di portare il titolo fino alla scadenza, rinunciando ai maggiori interessi durante tutto il periodo.

BTP-1ST49 3,85%

Il rendimento netto del BTP 49 è dell’1,61%. Il prezzo di acquisto è pari a 142 e la scadenza settembre 2049. Il tasso annuo nominale di interesse, invece, è pari al 3,85% lordo.

Per quanto riguarda la rischiosità, anche il BTP in oggetto presenta una volatilità piuttosto elevata. In particolare un rialzo dei tassi di mercato dall1,61% al 2,61% provocherebbe una perdita istantanea del 18% dalla quotazione attuale.

Il prezzo scenderebbe, infatti, a 116. In modo analogo al BTP 2067 anche questo titolo presenta una rischiosità simile a quella del mercato azionario globale.

Sii consapevole di tutto ciò se deciderai autonomamente di comprare uno di questi titoli.

Hai le idee un po’ confuse circa il tuo modo di investire? Scopri A Scuola di investimenti, il primo corso completo per investire sulla base delle tue esigenze.

Think different, invest differently

Giacomo Saver – CEO di SegretiBancari

4 commenti
  1. Buongiorno Giacomo ,
    in questo contesto sarebbe rischioso anche l’acqusto di btp legati all’inflazione come il IT0005246134 ?

    Rispondi
    1. @ Simone
      Dipende da come è composto il portafoglio. Di per sé non esistono titoli rischiosi, ma portafogli o strategie di investimento rischiose. È diverso…

      Rispondi
  2. In effetti mi aspettavo questa risposta… è ovvio che dipende sempre dalla strategia di portafoglio .. è senza dubbio che acquistare btp ora sarebbe molto azzardato … volevo sapere se nei titoli legati all’inflazione la cosa è la stessa o il fatto che siano legati all’inflazione potrebbero comunque dare rendimenti soddisfacenti

    Rispondi
    1. @ Simone
      In questo momento i BTP legati all’inflazione dovrebbero offrire rendimenti più elevati.

      Rispondi

Rispondi o Commenta