ETF Lyxor ESG Treand Leaders?

etf-lyxor-esg-trend-leaders

Investire in Europa, nel mercato mondiale, negli Usa e nei Paesi Emergenti selezionando società di aziende “sostenibili” sotto il profilo ambientale, sociale e della governabilità. Questo è l’obiettivo dei nuovi ETF Lyxor ESG Trend Leaders.

Poiché i prodotti sono appena partiti non è possibile avere uno storico sufficientemente esteso per fare dei confronti appropriati con gli indici standard. La mia analisi riguarderà quindi aspetti più “qualitativi” degli ETF, per permetterti di valutare sia è opportuno o meno prenderli in considerazione nella costruzione del tuo portafoglio.

Lyxor MSCI World ESG Trend Leaders – LU1792117779

Si tratta di un fondo passivo che replica l’indice MSCI World Select ESG Rating and Trend Leaders Net Return. Esso è composto da azioni di società a grande e media capitalizzazione quotate in 23 Paesi sviluppati. Per poter fare parte dell’indice le aziende devono avere un profilo ESG alto, ossia essere responsabili nei confronti dell’ambiente (Environment), delle comunità umane (Social) e nel governo societario (Governance).

L’ETF è a replica fisica, costa lo 0,3% l’anno ed è ad accumulazione, ossia reinveste automaticamente i dividendi.

A livello geografico l’ETF presenta grosso modo la stessa ripartizione del MSCI World, con un peso prevalente degli Stati Uniti (60%), seguiti da Giappone (9%) ed Europa. Per questa sua caratteristica l’ETF è soggetto al rischio di cambio per oltre il 70% del suo ammontare, e la sua quotazione dipende dall’andamento di Wall Street in modo “pesante”.

Lyxor MSCI EM ESG Trend Leaders – LU1769088581

L’ETF replica l’indice MSCI EM Select ESG Rating and Trend Leaders Net Return  composto da società a larga e media capitalizzazione di 24 Paesi Emergenti.

Per fare parte dell’indice gli emittenti devono avere un alto profilo ESG, ossia ambientale, sociale e di governabilità.

L’ETF è a replica sintetica, costa lo 0,30% all’anno e reinveste i dividendi. Potrai incassare l’utile al momento della vendita del titolo, ma non prima.

A livello geografico la ripartizione dell’indice (e quindi dell’ETF che lo replica) assomiglia molto a quella del MSCI Emerging Markets, con una predominanza della Cina (che pesa per il 22%) e dell’area asiatica. Essendo investito in valute non euro l’ETF comporta il rischio di cambio.

Lyxor MSCI EMU ESG Trend Leaders – LU1792117340

L’ETF clona l’ MSCI EMU Select ESG Rating and Trend Leaders Net Return. Esso è composto da azioni di società operanti in 10 Pesi della zona Euro, a larga e media capitalizzazione, con elevati requisiti ambientali, sociali e di governance aziendale.

L’ETF è a replica fisica, costa lo 0,20% l’anno ed è ad accumulazione dei proventi. L’indice è concentrato su pochi pesi, con Francia e Germania che insieme coprono il 60% dell’indice.

Grazie al fatto che il sottostante è denominato in Euro il prodotto non presenta rischi di cambio.

Lyxor MSCI USA ESG Trend Leaders – LU1792117696

Il prodotto replica l’indice MSCI USA Select ESG Rating and Trend Leaders Net Return  rappresentativo di società con “alto ESG” a media e grande capitalizzazione, quotate sul mercato Usa.

L’ETF è a replica fisica, costa lo 0,25% l’anno, è ad accumulazione dei proventi e presenta grosso modo la stessa allocazione dell’MSCI Usa.

Poiché le società sottostanti sono in dollari, l’investimento nel prodotto comporta il rischio di cambio.

Pro e Contro dell’Investimento

Gli ETF Trend Leaders di Lyxor replicano indici che grosso modo hanno la stessa composizione geografica dei noti MSCI geografici. Comprarli  equivale a fare un investimento in un “sotto-indice” che screma solo alcune società che hanno requisiti etici stabiliti da Morgan Stanely. E’ ragionevole attendersi una performance migliore dei prodotti standard che investono in quelli stessi indice senza ulteriori selezioni? Non saprei.

Di certo questi indici sono molto simili a quelli “tradizionali”, dei quali ricavano la liquidità, importante affinché gli arbitraggisti entrino in gioco garantendo la corretta replica dell’indice da parte dell’ETF. D’altro canto temo che questi strumenti non avranno grandissimi volumi scambiati, poiché sono per lo più pensati per il popolo degli investitori non professionisti.

Se investire negli ETF Lyxor è un impegno tangibile fatto nei confronti dell’ambiente e della società, credo sia illusorio attendersi performance molto superiori a quelle di prodotti simili che replicano indici standard.

Investire è un Rebus?

Se pensare di investire ti crea un disagio perché non sai da che parte iniziare e, giustamente, non ti fidi dei consigli interessati della tua banca, permettimi di aiutarti.

Se vuoi imparare ad investire da solo in modo autonomo perché ti piace sapere ciò che fai, puoi iniziare dal corso gratuito A Scuola di investimenti. Esso ti darà i primi elementi utili per capire cosa fare e cosa non fare quando si tratta di impiegare i tuoi soldi.

Se preferisci avere subito una soluzione pronta senza tanti “perché”, e se il tuo capitale ammonta ad almeno 100.000 €, puoi accedere al corso gratuito IC Warm Up. Esso ti aiuterà a costruire un portafoglio diversificato, per partire, usando solo 4 ETF a basso costo.

Se hai domande o dubbi scrivi il tuo commento qui sotto. Grazie.

Giacomo Saver

 

Rispondi o Commenta