I migliori ETF/ETC per investire nell’oro

Articolo aggiornato il 29 luglio 2021

I 4 migliori ETF oro di borsa italiana per investire nel gold. Tutte le informazioni che servono per scegliere quello più adatto a te.

I vantaggi degli ETF oro borsa italiana

Gli ETFs gold quotati in Italia sono un formidabile alleato dell’investitore consapevole per diversi motivi. Anzitutto essi permettono di inserire il metallo in portafoglio in modo semplice e sicuro. Grazie alla grande liquidità, infatti, non si dovranno sostenere i costi tipici relativi ai negozi specializzati.

Inoltre è possibile disporre di ETF oro fisico in dollari ed in euro. Ciò permette di scegliere se avere o meno una diversificazione valutaria. I prodotti in dollari, infatti, consentono l’esposizione alla divisa Usa, ma il loro legame con il metallo è “attutito” o amplificato dal fattore cambio.

Gli ETF/ETC in euro, invece, coprono il rischio valutario e si comportano come se l’oro fosse quotato in euro. In secondo luogo gli ETF oro permettono una diversificazione tridimensionale del portafoglio. Come spieghiamo nei nostri corsi per imparare ad investire, in breve, una giusta quota di oro in portafoglio ne migliora il rapporto rendimento/rischio.

Vuoi saperne di più? Iscriviti a Welcome: è gratis!!

Per concludere gli ETFs gold hanno il vantaggio di permettere il recupero delle minusvalenze. Insomma, a patto di scegliere i prodotti giusti e di dosarli in modo opportuno, questi strumenti finanziari sono davvero efficaci per migliorare la qualità dei portafogli.

Ecco, allora, i migliori ETF oro su borsa italiana, accessibili a tutti e da tutte le piattaforme.

ETF Xtrackers physical gold – DE000A1E0HR8

Caratteristiche

Si tratta di un ETF oro fisico in dollari. Il sottostante è metallo allocato. Ciò presenta due vantaggi per l’investitore. La presenza del prezioso, custodito presso un forziere della banca depositaria, garantisce contro un default dell’emittente. Inoltre questo ETF, avendo oro in portafoglio e non un derivato sullo stesso, evita il costoso effetto contango.

Ad ogni ETC è collegato 1/10 di oncia Troy di oro.

Il costo annuo di gestione è dello 0,25%, ma poiché l’oro è quotato in dollari, l’ETC espone l’investitore al rischio di cambio tra euro e dollaro.

Vuoi imparare ad investire da solo? Iscriviti gratis al nostro corso Welcome di A Scuola di Investimenti

Rendimenti annui e rischio

Le performance del prodotto sono state buone, ma volatili. Ecco, in breve, quanto ha reso l’ETF negli ultimi anni:

  • 2017: -1,95%
  • 2018: +2,98%
  • 2019: +20,80%
  • 2020: +12,29%
  • 2021 (dati al 29 luglio): -0,48%

La volatilità è stata del 15%

ETF Xtrackers physical gold EUR hedged – DE000A1EK0G3

Caratteristiche

Si tratta di un ETF oro fisico in euro, ossia con copertura dal rischio di cambio. Grazie ad apposite e sofisticate tecniche di copertura, in breve, le oscillazioni del tasso di cambio euro/dollaro sono ridotte al minimo. Ciò significa che l’investitore guadagnerà o perderà a seconda dell’andamento della quotazione dell’oro, senza interferenze da parte della valuta.

L’ETF permette di investire in oro fisico, allocato, come nel caso precedente, presso i forzieri della banca depositaria a Londra. La cosa non deve stupire, poiché il prodotto è sempre lo stesso, l’unica differenza sta nella copertura valutaria. A fronte di questa opzione, i costi di gestione raddoppiano. L’ETF costa lo 0,59% l’anno.

Rendimenti annui e rischio

L’ETC gold ha offerto questi rendimenti, negli ultimi anni:

  • 2017: +8,71%
  • 2018: -4,89%
  • 2019: +13,95%
  • 2020: +21,56%
  • 2021: -5,22% (dati al 29 luglio)

La volatilità è del 16%. In pratica l’ETF gold in euro è stato più rischioso dell’omologo in dollari.

Trova da solo il miglior ETF oro di oggi. Prova gratis i nostri corsi per imparare ad investire.

ETFs gold bullion securities – GB00B00FHZ82

Caratteristiche

Si tratta del più vecchio ETFs gold quotato. L’ETFs Gold Bullion è gestito da Gold Bullion Securities. Il sottostante è l’oro fisico allocato, custodito presso i forzieri della HSBC a Londra. Il costo annuo di gestione è pari allo 0,40%.

Si tratta di un prodotto estremamente liquido. Lo svantaggio, se vogliamo, è che è in dollari.

Rendimenti annui e rischio

Queste, in sintesi, sono le performance dell’ETC oro bullion:

  • 2017: -1,76%
  • 2018: +4,35%
  • 2019: +18,69%
  • 2020: 13,46%
  • 2021: -1,53% (dati al 29 luglio)

La volatilità, per concludere, è del 15%.

ETFS physical gold – JE00B1VS3770

Caratteristiche

È un ETF oro a replica fisica, ma senza copertura dal rischio di cambio. Il prodotto è gestito da Wisdomtree ed è molto efficiente. La presenza di metallo allocato presso i forzieri della HSBC di Londra ne garantiscono la solvibilità. Il costo annuo di gestione è dello 0,39% e, come negli altri casi, viene prelevato direttamente dal valore netto del fondo (NAV).

Rendimenti annui e rischio

In breve i rendimenti annui dell’ETF oro:

  • 2017: -2,94%
  • 2018: +3,76%
  • 2019: +20,93%
  • 2020: 13,46%
  • 2021: -1,52% (dati al 29 luglio)

Anche in questo caso la volatilità è del 15%

Investire nel miglior ETF oro

Come abbiamo detto avere un ETC sull’oro è un grande vantaggio per l’investitore. Prima di concludere, esaminiamo l’andamento comparato dei quattro prodotti:

ETFs gold a confronto

La prima cosa che salta all’occhio è che le performance di tre di essi sono molto simili. L’unico che diverge è l’ETF che copre il rischio di cambio. Ciò non significa necessariamente che il futuro sarà identico al passato. Tuttavia la scelta del miglior ETF di borsa italiana deve basarsi sulla composizione complessiva del portafoglio.

Chi, ad esempio, ha già molti dollari dovrà “per forza” scegliere un prodotto hedgiato. Chi, invece, ha un portafoglio equilibrato o sottoesposto di dollari potrà usare uno degli altri ETF oro con cambio aperto.

Interessante notare, infine, come l’oro non abbia “brillato” nel 2018 quando le borse azionarie sono scese. Al contrario nel 2020 la performance è stata complessivamente buona. Ciò accade perché l’oro non solo protegge dalle crisi finanziarie, ma è anche sensibile alle attese di inflazione.

Tuttavia il solo metallo non basta per mettere al sicuro il proprio capitale. Ok per investire nell’oro con gli ETF ma senza esagerare né confidare troppo nel metallo.

Think different. Invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

26 commenti
  1. Buonasera,
    MS e (quindi) Fineco mi dicono che ETF Xtrackers Physical Gold – DE000A1E0HR8 costa 0.45% mentre la versione EH costa 0.29%. Strano no? si sbagliano?
    BR
    p.

    Rispondi
    1. @ Paolo
      Probabilmente fanno riferimento al solo costo di gestione. Io ho preso il TER (costo totale) direttamente dal sito dell’emittente.

      Rispondi
  2. Salve,ho notato che l ETC con copertura valutaria (DE000A1EK0G3) ha delle dimensioni doppie rispetto a quello senza copertura,vuol dire anche che è piu sicuro ed efficente è piu liquido?

    Rispondi
    1. @ Emanuel
      No. Il costo più elevato si ha perché al normale onere di gestione devi aggiungere il costo per la copertura dal rischio di cambio.

      Rispondi
  3. A proposito di ECT… sarei interessato all’acquisizione di – JE00B44F1611 -, è uno strumento finanziario valido o ci sono delle cose importanti da sapere… inoltre sui siti web non compare il valore della commissione, come mai?

    Rispondi
    1. @ Aysk
      Sei fuori tema perché l’ETC che segnali non ha come sottostante l’oro. In ogni caso la bontà o meno di un prodotto dipende dal contesto in cui lo collochi e dalla strategia di investimento che segui.

      Rispondi
  4. Salve! Ma l’ etc je00b1vs3770 ha la sede in Jersey.Ci sono piu’ tasse per noi? Grazie tante!

    Rispondi
    1. @ Andrea
      No, perché è quotato in Italia.

      Rispondi
  5. Salve Andrea le spese di gestione annue degli etf etc sono per ogni singolo risparmiatore acquirente oppure sono spese di gestione trattenute da tutto il fondo grazie per la Vostra collaborazione e buon lavoro

    Rispondi
    1. @ Beppe
      Entrambe. Le commissioni annue degli ETF, come nei fondi, sono trattenute dal fondo ma incidono sui rendimenti ottenuti da ciascun acquirente, perché vanno a ridurre il valore quota. La differenza tra ETF e fondi sta nel fatto che i primi costano circa 1/10 dei secondi, il tutto a vantaggio della performance finale.

      Rispondi
  6. Buongiorno Andrea. La cosa antipatica è che esiste solo uno di ETC sull’oro che abbia la copertura valutaria (e quindi per niente confrontabile con prodotti simili) e che oltretutto è quello che ha performato peggio di tutti anche long term. Tu dici: “tuttavia, investire in ETF gold con copertura dal rischio cambio comporta rischi aggiuntivi.”, però il fondo ETC DE000A1EK0G3 a dieci anni ha una performance del -12%, credi che sia tutta dovuta alla svalutazione del dollaro nei confronti dell’euro? A questo punto cosa converrebbe fare secondo te? Ad esempio con un orizzonte temporale di 10 anni? io un pensierino a questo: IE00B579F325 della Invesco, sul quale ti chiedo una opinione, visto è tra i migliori (quotato in dollari) e che non hai inserito nella tua lista lo farei.
    Investire su questo unico fondo a copertura sperando che il trend negativo del dollaro inverta e quindi beneficiare del cambio, Però sembrerebbe il cane che si morde la coda, poichè visto che quando il dollaro sale l’oro scende, in teoria anche la valutazione dell’ETC scenderà, vanificando il rischio cambio (favorevole). a meno che il cambio EURUSD non arrivi a 1.5, cosa altamente improbabile. Scusa lo sproloquio, sperando di essere stato sufficientemente chiaro. ti saluto e ti ringrazio per queste possibilità che dai a noi.
    Aspetto una tua con curiosità.

    Rispondi
    1. @ Emanuele
      Se chiedi il mio parere io sono Giacomo, non Andrea… Non confondere il rischio con un rendimento passato, perché a volte un prodotto finanziario rischioso in un certo scenario in passato potrebbe aver fatto bene. Prendi ad esempio le azioni NASDAQ, che negli ultimi anni hanno reso tantissimo. Sono state rischiose? Ex post no, ma vai a vedere cosa hanno fatto dal 2000 al 2003 e cambierai idea 🙂

      Rispondi
  7. Salve Giacomo, avrei una domanda. Essendo il rapporto oro- dollaro inversamente correlato, in un ipotetico scenario in cui il valore dell’oro salisse molto (crisi economica mondiale), avrebbe senso avere la protezione sul rischio di cambio quando quasi sicuramente l’eur avrebbe molta più forza sul cambio col dollaro? Chi investe oggi non andrebbe a raccogliere una “doppia plus valenza” , passami l’espressione, con la vendita dell’etf cresciuto di valore diciamo del 15% ed in più il rafforzamento dell’eur sul dollaro di un 10% al momento di liquidazione delle varie posizioni? Oppure la copertura del rischio di cambio è sempre meglio preferire di averla? Non so se mi manca qualche logistica di ragionamento, spero di essermi spiegato bene. Ti sarei grato per una risposta.
    Grazie per il lavoro che fai.
    Saluti

    Rispondi
    1. @ Giulio
      Se avessimo la certezza assoluta che la correlazione inversa tra oro e dollaro c’è sì. Personalmente tengo il cambio scoperto perché la quota investita in dollari fa parte della parte di portafoglio che voglio sia investita in dollari, per cui faccio un ragionamento più ampio. Tuttavia se vuoi eliminare il fattore cambio dall’equazione puoi scegliere un ETF hedged. Grazie per la giusta osservazione…

      Rispondi
  8. Buona serata GIACOMO,non ti sembra che l’oro ha corso troppo per acquistare adesso?Grazie.

    Rispondi
    1. @ Antonio
      Temo ci sia un malinteso. Nessuno ha detto che sia il momento di comprare oro. Questo post ti dice semplicemente quali sono i migliori ETF per chi vuole farlo, ammesso che sia opportuno per lui e nei tempi che ciascuno giudicherà opportuni.

      Rispondi
  9. No volevo capire la tua visione, avevo capito che non intendevi dire di comprare o vendere.Grazie.

    Rispondi
    1. @ Antonio
      All’interno dei portafogli dell’investment club l’oro lo abbiamo inserito tempo fa. Grazie agli eventi delle ultime settimane la posizione è in utile.

      Rispondi
  10. Grazie ancora.

    Rispondi
    1. @ Antonio
      Grazie a te!!

      Rispondi
  11. Buona sera Giacomo, grazie per il tuo impegno ed il tuo lavoro. Ti seguo spesso e leggo con interesse tutti i tuoi articoli pubblicati sul sito. Volevo chiederti se ti era possibile fare un esposto per quanto riguardava ETF/ETC sul petrolio, quotati sulla borsa italiana, come confrontarli e come valutarli come hai fatto in maniera molto chiara ed esaustiva per quelli sull’oro. Grazie e buona serata.

    Rispondi
    1. @ Giulio
      Ti ringrazio per la richiesta. Grazie alla funzione “ricerca” nel sito ho trovato questo: https://www.segretibancari.com/etf-petrolio-ecco-i-migliori/. Un cordiale saluto e buona lettura 🙂

      Rispondi
  12. Buongiorno. Che differenza di garanzie ho tra un investimento in oro fisico presso fonderia e un ETF, ad esempio ETF Xtrackers Physical Gold EUR Hedged – DE000A1EK0G3?

    Posso scegliere la durata e/o vendere quando voglio?

    Posso comprarlo in borsa?

    Rispondi
    1. @ Luca
      L’oro fisico lo conserva in casa, lo compra e lo vende attraverso la consegna fisica del metallo. Un ETF, invee, lo si detiene in banca e lo compra e vende in borsa.

      Rispondi
  13. Buongiorno Giacomo
    Io ho in portafoglio Invesco Physical Gold ETC – SGLD .
    Conviene a suo modo di vedere nel 2021 passare ad uno dei prodotti qui sopra riportati e abbandonare questo etc ? Può essere un buon momento per aumentare le quote di oro nel portafoglio ?
    Grazie

    Rispondi
    1. @ Marco
      Le sconsiglio di vendere un ETC già in portafoglio per comprarne un altro a causa dei costi che gravano sull’operazione e che difficilmente saranno recuperati. Se vuole conoscere quando, secondo noi, è opportuno comprare o vendere l’oro scopra i nostri portafogli. Un cordiale saluto.

      Rispondi

Rispondi o Commenta