Un ETF per investire in bond in dollari a breve termine

Seduce grazie alla cedola mensile e alla scadenza corta. Permette di investire in bond in dollari ad alto rendimento senza correre il rischio di cambio. Ma..

PIMCO US short-term HY corp bond – IE00BF8HV600

L’ETF Pimco permette di investire in bond in dollari senza correre rischi dal punto di vista valutario. In breve esso evita che il maggior rendimento offerto dal sottostante sia “corroso” dalla svalutazione della divisa.

La breve vita residua dei bond, inoltre, dovrebbe limitare le fluttuazioni del controvalore. Ma a marzo 2020 l’ETF ha perso l’11,70%, mostrando una volatilità elevata.

L’ETF ha buone potenzialità di guadagno, ma presenta rischi che è bene mettere a fuoco prima per evitare sorprese dopo.

Caratteristiche tecniche

L’ETF PIMCO US short high yield corporate bond replica l’indice ICE BofAML 0-5 Year US High Yield Constrained Index (EUR Hedged).

Esso è rappresentativo di un paniere di obbligazioni ad alto rischio emesse da aziende Usa aventi scadenza massima 5 anni. L’ETF copre sistematicamente il rischio di cambio. In breve se il dollaro si svaluta l’investimento non perde.

La modalità di replica è fisica, con campionamento. Il prodotto, pertanto, ha in portafoglio una parte dei titoli che compongono l’indice sottostante. L’ETF distribuisce una cedola mensile, mentre il costo annuo di gestione è dello 0,60%.

Se ti interessa questo ETF è probabile che tu stia cercando soluzioni di investimento in grado di offrirti rischi ridotti e rendimenti elevati. In questo caso scarica gratis i portafogli dell’Investment Club e inizia subito ad investire.

Performance

Questi sono i rendimenti che l’ETF PIMCO US short high yield corporate bond ha offerto nel corso degli ultimi anni:

  • 2015: -6,80%
  • 2016: +13,32%
  • 2017: +3,53%
  • 2018: -3,41%
  • 2019: +6,57%

Da gennaio ad ottobre 2020, invece, il fondo ha perso l’1,93%.

Portafoglio

L’ETF PIMCO permette di investire in obbligazioni ad alto rischio denominate in dollari. Il peso di ciascun emittente, in sintesi, non potrà superare il 2%. Ciò implica una notevole distribuzione del rischio emittente.

In aggiunta la durata del portafoglio è breve. Esso, infatti, è composto da bond aventi vita residua non superiore a 5 anni. Sebbene l’esposizione sia tutta nei confronti di società americane, l’ETF elimina il rischio cambio.

Rischi

Investire in questo ETF presenta alcuni rischi. Nella ricerca di un rendimento elevato, spesso gli investitori sottostimano i pericoli. Con i portafogli dell’Investment Club, che puoi scaricare gratis qui, aumenterai i guadagni riducendo i rischi grazie ad un‘allocazione strategica fatta bene.

Per prima cosa esaminiamo la volatilità dell’ETF. Essa ha oscillato, negli anni, tra un minimo del 6,90% ed un massimo del 12,34%. Inoltre la caduta da un punto di massimo ad un minimo successivo è stata del 22%.

Come ripetiamo spesso su Segreti Bancari, si tratta di un comportamento che rende questo ETF di fatto simile ad un prodotto azionario. A dispetto del fatto che investa in obbligazioni.

Vale la pena investire?

Una quota del portafoglio può essere dedicata ai bond ad alto rischio. Occorre, tuttavia, fare una valutazione più approfondita. Ecco, in sintesi, le nostre linee guida.

Guarda la foresta, non gli alberi

Prima di decidere se investire nell’ETF fai una valutazione complessiva del tuo portafoglio. In particolare l’ETF va inserito tra gli investimenti ad alto rischio, come le azioni, per effetto della sua volatilità.

C’è “spazio” per un prodotto simile o sei già troppo esposto ai rischi?

È un ETF interessante?

Gli obbligazionari emergenti o high yield hanno costi piuttosto alti. Riesci a trovare un prodotto simile che costi meno? Le obbligazioni ad alta redditività in dollari non sono le uniche disponibili. Hai fatto una valutazione di cosa offre il mercato degli high yield in altre valute?

Sicurezza mancata

Se vuoi investire in dollari per proteggere il tuo capitale dalla svalutazione dell’euro, ricorda che questo ETF copre il rischio cambio. Se il dollaro si rafforza la quotazione non sale. Ciò “invalida” la strategia.

Investi al max il 10%

Questo è il limite consigliato, oltre il quale non andare. Se vuoi conoscere il peso esatto da dare ai bond ad alto rischio, scarica gratis i portafogli dell’Investment Club.

Think different, invest differently.

Giacomo Saver – CEO di Segreti Bancari

Rispondi o Commenta