Fondi Bilanciati: Anima Visconteo alla Prova dei Rendimenti

fondi anima analisi e cerformance

Anima Visconteo e Anima Visconteo Plus sono fondi bilanciati che mirano a fare crescere il capitale investito senza grossi traumi. La presenza di commissioni di gestione elevate e di costi di ingresso salati mette a repentaglio i guadagni degli investitori che li sceglieranno.

I Fondi Anima Visconteo

Gli Anima Visconteo sono fondi a vocazione prudente, disponibili sia nelle classi A (ad accumulazione dei proventi) sia nelle classi AD (a distribuzione semestrale dei proventi attraverso il pagamento di cedole).

Essi si rivolgono ad investitori con un profilo di rischio medio – basso (la documentazione ufficiale li dà a rischio 4 su 7), interessati ad una crescita più modesta ma costante del capitale investito.

Il livello di volatilità dichiarato da Anima SGR è compreso tra il 5 ed il 10%. Il prodotto standard e quello plus sono molto simili tra loro: differiscono solo per una maggiore esposizione azionaria massima del secondo rispetto al primo.

I fondi con cedola rendono il confronto con un portafoglio alternativo difficile a causa della perdita di valore provocata dallo stacco dei proventi. Per questa ragione esaminerò i fondi Anima Visconteo nella classe A, ad accumulazione.

Anima Visconteo Classe A – IT0000380706

Il Portafoglio

Il fondo può investire in azioni un massimo del 40%. Gli investimenti esteri potranno arrivare al 50%, mentre gli impieghi che comportano il rischio di cambio al massimo al 30%.

A gennaio 2019 il fondo è sovraesposto sulle azioni, che pesano il 32% del totale e sulla liquidità (che rappresenta il 20% delle disponibilità). L’investimento in obbligazioni è sottopesato: i bond rappresentano solo il 47% del totale.

I Costi

Per i fondi bilanciati i costi sono particolarmente significativi. A causa della grande esposizione verso classi di attivo a basso rendimento (bond e liquidità), le commissioni di ingresso e di gestione finiscono con il distruggere i rendimenti a lungo andare, come vedremo tra poco.

Il costo di ingresso di Anima Visconteo è del 4%, mentre la commissione annua è dell’1,45%.

Vuoi un’alternativa al fondo Visconteo e hai almeno 100.000 €? Scopri Ic Warm Up.

I Rendimenti e l’Analisi di Efficienza

Il grafico che segue confronta il fondo Anima Visconteo con un portafoglio composto da ETF azionari e bilanciati che rispettino la composizione di massima del fondo (30% azioni, 70% obbligazioni):

fondo anima visconteo a contro portafoglio etf basso costo

Dal gennaio 2010 al gennaio 2019 i rendimenti sono stati:

  • +63,65% per il portafoglio di ETF (pari al 5,64% medio annuo composto)
  • + 31,24% per il fondo Anima (pari al 3,07% medio annuo composto). Il dato esclude la commissione di ingresso.

Nello stesso periodo la rischiosità è stata la seguente:

  • massima caduta dal picco precedente per il portafoglio: 8,22%
  • massima caduta per il fondo Anima Visconteo: 12,01%
  • volatilità portafoglio: 4,29%
  • volatilità Visconteo: 5,09%

Il confronto con il benchmark del fondo mette in luce la scarsa attitudine del gestore a scegliere i titoli migliori (stock picking). I costi elevati e la non accurata selezione dei titoli hanno prodotto scarse performance.

Deluso da fondi come questo? Impara ad investire con il viseo corso gratuito A Scuola di Investimenti.

AnimaVisconteo Plus Classe A – IT0005158966

Il fondo può investire in azioni un massimo del 50%. Gli investimenti esteri potranno arrivare al 60%, mentre gli impieghi che comportano il rischio di cambio al massimo al 45%.

A gennaio 2019 il portafoglio di Visconteo Plus risulta sovrappesato di azioni (42,60%) e di liquidità (25,30%) e sottopesato di obbligazioni (32,10%).

I Costi

Il costo di ingresso di Anima Visconteo Plus è del 4%, mentre la commissione annua è dell’1,70%.

A causa di strumenti finanziari a bassa redditività (obbligazioni e liquidità), il costo annuo di gestione appare eccessivo e comprometterà, come nel caso precedente, la redditività del prodotto nel corso degli anni.

I Rendimenti e l’Analisi di Efficienza

Il grafico mostra la comparazione tra Anima Visconteo Plus e un portafoglio composto per il 50% da ETF azionari e per il 50% da ETF obbligazionari. Sebbene il portafoglio abbia una quota maggiore di azioni, esso non presenta rischi maggiori del fondo.


Fondo anima visconteo plus contro portafoglio 50 e 50 di ETF a basso costo

Dal febbraio 2016, data di lancio del fondo, a gennaio 2019, i rendimenti sono stati:

  • +13,96% per il portafoglio (4,65% medio annuo composto)
  • +2,78% per Anima Visconteo Plus (0,96% medio annuo composto). Il dato esclude la commissione di ingresso.

Nello stesso periodo la rischiosità è stata la seguente:

  • massima caduta dal picco precedente per il portafoglio: 8,59%
  • massima caduta per il fondo Anima Visconteo: 7,20%
  • volatilità portafoglio: 4,80%
  • volatilità Visconteo: 4,70%

Conclusioni

Entrambi gli Anima Visconteo sono affetti dagli stessi problemi: costi alti e margini di manovra ristretti. A parità di andamento del mercato, un investimento composto da ETF con la adeguata diversificazione avrebbe consentito un notevole risparmio di costi ed un innalzamento delle performance.

Sebbene i rendimenti futuri saranno diversi da quelli passati, ciò che conta è che una strategia di investimento consapevole realizzata con il preciso scopo di minimizzare i costi porterà sicuramente risultati migliori di un fondo bilanciato, a parità di mercato e di rischio.

Giacomo Saver – Segretibancari.com

Rispondi o Commenta