Investire nel BTP 2067 – IT0005217390?

7 Dicembre 2016

btp-2067

Investire nel BTP 2067 – IT0005217390? No… Preferisco le azioni, piuttosto!!

Investire nel BTP 2067 pare la scelta più intelligente da fare per aumentare i rendimenti del tuo portafoglio, ma purtroppo non è così. Se lo fai “prostituisci” i tuoi soldi in cambio di un rendimento minimo. Ecco perché è meglio, a questo punto, investire in azioni: a parità di rischio i guadagni potenziali sono molto più alti.

Investire in BTP rappresenta il classico caso di “testardaggine finanziaria“. Gli investitori che una volta incassavano rendimenti pari a 5- 6 mila euro l’anno su un capitale medio di 100.000 euro, oggi non si rassegnano a guadagni intorno allo zero. Invece di cambiare tipologia di investimento, che cosa fanno? Perseverano a investire in titoli di stato a tasso fisso, allungando il più possibile le scadenze nel vano tentativo di guadagnare di più.

Ciò che queste persone non sanno è che in cambio di un guadagno netto del 2,98% rischiano di bruciare la metà del proprio capitale. Sempre che, beninteso, l’Italia sia perfettamente in grado di ripagare regolarmente il proprio debito.

Impara a scegliere i migliori investimenti per te con il corso Welcome

Il BTP 2067 ed il bagnante incosciente

L’investitore che si ostina a voler investire nel BTP cinquantennale è simile ad un bagnante che si ostina a stare in spiaggia nudo a prendere il sole alla vigilia di Natale. A meno che non si trovi dall’altra parte del globo dove a dicembre è estate, morirà di freddo.

Tutti noi abbiamo dei sogni e dei desideri; i nostri figli scrivono addirittura la lettera a Babbo Natale, ma noi adulti dobbiamo fare i conti con la “dura realtà”. Oggi è impossibile guadagnare senza rischiare, che tu ne sia cosciente oppure no.

Il punto dolente sta nel fatto che chi sceglie di investire nel BTP 2067 – IT0005217390 rischia senza giri di parole di perdere la metà del capitale investito. E a fronte di un rischio così grande si accontenta di un rendimento “ridicolo” pari ad un 3% l’anno scarso.

Io posso anche essere disposto a tollerare una perdita del 50% su una parte del mio capitale, ma in cambio voglio rendimenti assolutamente più alti.

Ecco perché tanto vale a questo punto investire in azioni invece che nel BTP 2067. Un paniere di azioni diversificato a livello mondiale ha perso, al massimo, il 50% in occasione delle tre ultime grandi crisi:

  • quella petrolifera
  • la “bolla” high tech
  • la crisi dei “subprime”.

Se è vero che un portafoglio di azioni diversificato a livello mondiale rende molto di più di un BTP, resta da capire come faccia un titolo di stato a perdere la metà del proprio valore.

Servizi-Segreti Bancari

Quello che non sai sui BTP

Investire in BTP ti espone a rischi di forte ribasso delle quotazioni in caso di rialzo dei tassi di interesse o di crescita del rischio Paese misurato dallo spread. Non pensare nemmeno di rispondermi “tengo il titolo fino a scadenza”, perché non so te, ma io sarò morto prima del 2067. Quindi sarei costretto a liquidarlo prima della scadenza, incassando il prezzo di mercato del titolo, che potrà subire fluttuazioni fortissime in caso di rialzo dei tassi.

Il grafico che segue non lascia molti dubbi al riguardo.  Poiché c’è una formula matematica precisa che restituisce il prezzo di un’obbligazione per un dato livello del tasso di rendimento richiesto, è possibile simulare cosa accadrebbe alla quotazione del BTP 2067 se il rendimento richiesto (che non coincide con la cedola, perché questa è fissata dallo Stato-emittente, mentre il rendimento è stabilito in ogni momento dal mercato) salisse.

Ecco a te:

BTP 2067

L’asse orizzontale misura una possibile variazione dei tassi in senso sfavorevole (difficile pensare che i tassi possano scendere ancora, non credi?); l’asse verticale esprime la discesa del prezzo del BTP in corrispondenza di quella variazione nel tasso di rendimento.

Se i tassi risalissero del 3%, ad esempio perché ritorna il problema dello spread oppure perché “mamma BCE” interrompe i suoi acquisti di titoli di debito pubblici, il BTP potrebbe perdere tranquillamente il 50% del suo valore. Difficile? FORSE, ma non IMPOSSIBILE.

Vive le risque!!

Sono favorevole al rischio. Purtroppo non possiamo evitare di correrlo neanche se vogliamo. Ma se sei consapevole di certe dinamiche chiederai una remunerazione “adeguata” ai rischi che corri. In caso contrario continuerai ad investire in BTP pensando di aver fatto l’affare migliore della tua vita.

E’ opinione diffusa che le azioni siano rischiose e i BTP sicuri, ma un paniere di azioni internazionali presenta rischi analoghi a quelli di un bond lungo, con rendimenti molto superiori.

Se vuoi continuare ad investire in BTP privilegia i titoli brevi, e investi in azioni mondiali la quota che “pensavi” di destinare al BTP 2067.

Hai domande? Sono felice di risponderti. Scrivi il tuo commento qui sotto, grazie…

Giacomo Saver

Fondatore della Bert Consulting e Direttore di Segretibancari.com